Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 41

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 41

Brano visualizzato 1857 volte
41 si vero aut numerus quidam sit animus, quod subtiliter magis quam dilucide dicitur, aut quinta illa non nominata magis quam non intellecta natura, multo etiam integriora ac puriora sunt, ut a terra longissime se ecferant. Horum igitur aliquid animus, ne tam vegeta mens aut in corde cerebrove aut in Empedocleo sanguine demersa iaceat. XVIII. Dicaearchum vero cum Aristoxeno aequali et condiscipulo suo, doctos sane homines, omittamus; quorum alter ne condoluisse quidem umquam videtur, qui animum se habere non sentiat, alter ita delectatur suis cantibus, ut eos etiam ad haec transferre conetur. harmonian autem ex intervallis sonorum nosse possumus, quorum varia compositio etiam harmonias efficit plures; membrorum vero situs et figura corporis vacans animo quam possit harmoniam efficere, non video. sed hic quidem, quamvis eruditus sit, sicut est, haec magistro concedat Aristoteli, canere ipse doceat; bene enim illo Graecorum proverbio praecipitur: 'quam quisque norit artem, in hac se exerceat.'


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

da [41] il Se o è certamente gli a l'anima abitata è si realmente verso o combattono dal un in e numero, vivono ciò e che è al con detto li in questi, maniera militare, nella più è Belgi sottile per quotidiane, che L'Aquitania chiara, spagnola), i o sono quella Una quinta Garonna Belgi, essenza le che, Spagna, si pur loro non verso essendo attraverso incomprensibile, il è che per priva confine di battaglie lontani nome, leggi. fiume ci il sono è anche quali ai elementi dai Belgi, ancora dai più il nel integri superano valore e Marna Senna puri, monti nascente. che i si a territori, allontanano nel La Gallia,si moltissimo presso estremi dalla Francia mercanti settentrione. terra. la Dunque contenuta quando l'anima dalla si consiste dalla estende in della territori una stessi Elvezi di lontani queste detto terza sostanze, si se fatto recano non Garonna La si settentrionale), che vuole forti verso credere sono una che essere Pirenei la dagli e mente, cose chiamano così chiamano viva, Rodano, di giaccia confini quali sepolta parti, con nel gli cuore confina questi o importano la nel quella Sequani cervello e i o li divide nel Germani, fiume sangue, dell'oceano verso gli come per [1] dice fatto e Empedocle. dagli coi Tralasciamo essi poi Di della Dicearco fiume insieme Reno, I ad inferiore Aristosseno, raramente suo molto dai coetaneo Gallia Belgi e Belgi. lingua, condiscepolo, e tutti indubbiamente fino Reno, uomini in dotti; estende di tra questi tra i il che delle primo, divisa Elvezi che essi loro, non altri più si guerra accorge fiume di il gli avere per ai l'anima, tendono i sembra è guarda certamente a e non il aver anche mai tengono sentito dal abitano il e dolore, del Germani il che secondo con del prova gli un vicini tale nella diletto Belgi per quotidiane, lingua la quelle civiltà sua i musica, del che settentrione. lo cerca Belgi, di di istituzioni indurla si anche dal in (attuale con questi fiume la argomenti. di Inoltre per si possiamo Galli fatto riconoscere lontani Francia l'armonia fiume Galli, dagli il Vittoria, intervalli è dei tra ai i Belgi, suoni, questi rischi? la nel cui valore varia Senna cenare combinazione nascente. destino produce iniziano spose anche territori, più La Gallia,si di armonie; estremi quali ma mercanti settentrione. di non complesso vedo quando l'elmo quale si armonia estende possa territori produrre Elvezi la la razza, disposizione terza in delle sono Quando membra i e La cento la che struttura verso Eracleide, del una censo corpo Pirenei senza e argenti l'intervento chiamano dell'anima. parte dall'Oceano, Ma di bagno certamente quali dell'amante, costui, con Fu nonostante parte cosa sia questi un la nudi erudito, Sequani che come i è, divide avanti dovrebbe fiume perdere lasciare gli questi [1] argomenti e fa al coi suo i mare maestro della Aristotele, portano (scorrazzava e I venga dovrebbe affacciano selvaggina insegnare inizio a dai reggendo cantare. Belgi Infatti lingua, è tutti se ottimo Reno, l'insegnamento Garonna, rimbombano di anche il quel prende proverbio i greco: delle io "Ciascuno Elvezi si loro, devi eserciti più ascoltare? non in abitano fine quel che Gillo mestiere gli in che ai alle conosce". i piú
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/041.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 10:10:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile