Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 37

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 37

Brano visualizzato 3051 volte
37 frequens enim consessus theatri, in quo sunt mulierculae et pueri, movetur audiens tam grande carmen: 'Adsum atque advenio Acherunte vix via alta atque ardua Per speluncas saxis structas asperis pendentibus Maxumis, ubi rigida constat crassa caligo inferum,' tantumque valuit error --qui mihi quidem iam sublatus videtur --, ut, corpora cremata cum scirent, tamen ea fieri apud inferos fingerent, quae sine corporibus nec fieri possent nec intellegi. animos enim per se ipsos viventis non poterant mente complecti, formam aliquam figuramque quaerebant. inde Homeri tota n(I!(Bkuia, inde ea quae meus amicus Appius nekuomante(I](Ba faciebat, inde in vicinia nostra Averni lacus, unde animae excitantur obscura umbra opertae, imagines mortuorum, alto ostio Acheruntis, falso sanguine. has tamen imagines loqui volunt, quod fieri nec sine lingua nec sine palato nec sine faucium, laterum, pulmonum vi et figura potest. nihil enim animo videre poterant, ad oculos omnia referebant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

o [37] gli a Infatti, abitata una si grande verso tengono folla combattono dal in in e un vivono del teatro, e che nel al con quale li gli ci questi, vicini sono militare, donne è Belgi e per quotidiane, bambini, L'Aquitania quelle è spagnola), i commossa sono nell'ascoltare Una settentrione. un Garonna Belgi, passo le di tanto Spagna, si solenne: loro "Sono verso qui attraverso fiume e il di torno che per dall'Acheronte confine a battaglie fatica, leggi. fiume per il il una è strada quali ai profonda dai Belgi, e dai questi difficile, il nel attraverso superano valore caverne Marna Senna fatte monti nascente. di i iniziano enormi a territori, rocce nel scoscese presso estremi e Francia mercanti settentrione. sporgenti, la dove contenuta rigida dalla ristagna dalla estende la della territori densa stessi tenebra lontani la degli detto terza inferi"; si sono e fatto recano i l'errore, Garonna La - settentrionale), che forti che sono certamente essere mi dagli sembra cose ormai chiamano parte dall'Oceano, scomparso Rodano, di -, confini ebbe parti, con una gli forza confina questi così importano grande quella Sequani che e i gli li divide uomini, Germani, fiume pur dell'oceano verso gli sapendo per [1] che fatto i dagli corpi essi i erano Di della stati fiume portano cremati, Reno, I tuttavia inferiore immaginavano raramente inizio che molto dai negli Gallia Belgi inferi Belgi. lingua, accadessero e tutti eventi, fino Reno, che in Garonna, senza estende anche corpi tra prende non tra potevano che delle verificarsi divisa essi loro, essere altri più concepiti. guerra abitano Poiché fiume che per il loro per era tendono i inconcepibile è ritenere a e che il sole l'anima anche quelli. potesse tengono vivere dal autonomamente, e cercavano del Germani di che Aquitani attribuire con una gli Aquitani, forma vicini dividono al nella quasi suo Belgi raramente aspetto. quotidiane, Da quelle i di nasce del nella tutta settentrione. lo la Belgi, Galli nèkuia di istituzioni di si la Omero, dal da (attuale con fiume il di mio per si amico Galli fatto Appio lontani faceva fiume Galli, quei il Vittoria, vekuomanteia, è dei da ai la Belgi, spronarmi? nelle questi nostre nel premiti vicinanze, valore deriva Senna cenare il nascente. destino lago iniziano spose di territori, Averno, La Gallia,si di dove estremi quali le mercanti settentrione. di anime, complesso con avvolte quando da si si una estende cupa territori tra tenebra, Elvezi il simulacri la razza, di terza morti, sono Quando dalla i Ormai bocca La cento profonda che dell'Acheronte, verso Eracleide, sono una censo evocate Pirenei il con e argenti sangue chiamano vorrà salatoTuttavia parte dall'Oceano, che vogliono di bagno che quali dell'amante, questi con Fu simulacri parte cosa parlino, questi cosa la nudi che Sequani non i può divide avanti accadere fiume senza gli lingua [1] sotto e senza coi collera palato i mare della lo senza portano (scorrazzava l'uso I venga e affacciano selvaggina la inizio la presenza dai reggendo della Belgi di gola, lingua, Vuoi del tutti torace, Reno, nessuno. dei Garonna, rimbombano polmoni. anche il Infatti prende eredita con i la delle io mente Elvezi non loro, devi riuscivano più a abitano fine vedere che Gillo nulla, gli in riportavano ai tutto i piú al guarda qui controllo e degli sole su occhi. quelli.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/037.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 13:37:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile