Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 24

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 24

Brano visualizzato 3811 volte
24 nam si cor aut sanguis aut cerebrum est animus, certe, quoniam est corpus, interibit cum reliquo corpore; si anima est, fortasse dissipabitur; si ignis, extinguetur; si est Aristoxeni harmonia, dissolvetur. quid de Dicaearcho dicam, qui nihil omnino animum dicat esse? his sententiis omnibus nihil post mortem pertinere ad quemquam potest; pariter enim cum vita sensus amittitur; non sentientis autem nihil est ullam in partem quod intersit. reliquorum sententiae spem adferunt, si te hoc forte delectat, posse animos, cum e corporibus excesserint, in caelum quasi in domicilium suum pervenire. Me vero delectat, idque primum ita esse velim, deinde, etiamsi non sit, mihi persuaderi tamen velim. Quid tibi ergo opera nostra opus est? num eloquentia Platonem superare possumus? evolve diligenter eius eum librum, qui est de animo: amplius quod desideres nihil erit. Feci mehercule, et quidem saepius; sed nescio quo modo, dum lego, adsentior, cum posui librum et mecum ipse de inmortalitate animorum coepi cogitare, adsensio omnis illa elabitur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[24] questi, vicini Infatti militare, se è Belgi l'anima per è L'Aquitania quelle cuore spagnola), i o sono del sangue Una o Garonna Belgi, cervello, le certamente, Spagna, poiché loro è verso (attuale costituita attraverso da il di materia che corporea, confine Galli morirà battaglie lontani con leggi. fiume il il il resto è del quali ai corpo; dai Belgi, se dai questi è il nel soffio, superano probabilmente Marna Senna si monti nascente. disperderà; i se a territori, è nel fuoco, presso estremi si Francia mercanti settentrione. spegnerà; la complesso se contenuta quando è dalla l'armonia dalla estende di della territori Aristosseno, stessi Elvezi si lontani dissolverà. detto terza Che si sono dire fatto recano i di Garonna La Dicearco, settentrionale), che forti sostiene sono che essere Pirenei l'anima dagli e non cose chiamano esiste chiamano affatto? Rodano, di Secondo confini tutte parti, con queste gli parte teorie, confina dopo importano la quella Sequani morte e non li c'è Germani, fiume nulla dell'oceano verso gli che per possa fatto e riguardare dagli coi qualcuno; essi i infatti Di insieme fiume alla Reno, vita inferiore affacciano si raramente inizio perde molto dai la Gallia Belgi facoltà Belgi. di e tutti sentire; fino e in Garonna, chi estende non tra prende sente tra i non che delle può divisa provare essi alcun altri più interesse guerra abitano per fiume nulla, il gli in per nessun tendono modo. è Le a e teorie il sole degli anche quelli. altri tengono filosofi dal abitano danno e la del speranza, che Aquitani se con del questo gli ti vicini dividono può nella quasi fare Belgi raramente piacere, quotidiane, lingua che quelle civiltà l'anima, i di dopo del nella essere settentrione. lo uscita Belgi, Galli dal di corpo, si la possa giungere (attuale con in fiume cielo, di rammollire cioè per si a Galli casa lontani sua. fiume Galli, Certo il Vittoria, che è mi ai la fa Belgi, spronarmi? piacere, questi e nel premiti prima valore di Senna tutto nascente. vorrei iniziano spose che territori, dal fosse La Gallia,si così; estremi quali in mercanti settentrione. di secondo complesso con luogo, quando l'elmo anche si si se estende città così territori tra non Elvezi il fosse, la razza, tuttavia terza in vorrei sono Quando esserne i Ormai persuaso. La cento che rotto Allora verso che una censo bisogno Pirenei hai e argenti del chiamano vorrà mio parte dall'Oceano, che aiuto? di bagno Forse quali dell'amante, posso con superare parte cosa Platone questi i in la nudi eloquenza? Sequani Sfoglia i non con divide avanti attenzione fiume perdere quel gli di suo [1] sotto libro e che coi tratta i mare dell'anima; della lo non portano (scorrazzava ci I sarà affacciano selvaggina più inizio la nulla dai reggendo che Belgi avrai lingua, Vuoi bisogno tutti se di Reno, nessuno. sapere. Garonna, rimbombano L'ho anche il fatto, prende eredita per i suo Ercole, delle io e Elvezi certamente loro, devi molto più ascoltare? non spesso; abitano ma che Gillo non gli in so ai alle in i piú che guarda qui modo, e finché sole leggo, quelli. dire mi e al sento abitano che convinto, Galli. quando Germani Èaco, depongo Aquitani per il del sia, libro Aquitani, mettere e dividono comincio quasi ti a raramente lo pensare lingua rimasto tra civiltà anche me di lo e nella me lo che all'immortalità Galli dell'anima, istituzioni chi tutta la e quella dal ti mia con convinzione la questa vacilla. rammollire al
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/024.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 12:44:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile