Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 22

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 22

Brano visualizzato 3778 volte
22 Aristoteles, longe omnibus Platonem semper excipio praestans et ingenio et diligentia, cum quattuor nota illa genera principiorum esset complexus, e quibus omnia orerentur, quintam quandam naturam censet esse, e qua sit mens; cogitare enim et providere et discere et docere et invenire aliquid et tam multa [alia] meminisse, amare, odisse, cupere, timere, angi, laetari, haec et similia eorum in horum quattuor generum inesse nullo putat; quintum genus adhibet vacans nomine et sic ipsum animum endelecheian appellat novo nomine quasi quandam continuatam motionem et perennem. XI. Nisi quae me forte fugiunt, haec sunt fere de animo sententiae. Democritum enim, magnum illum quidem virum, sed levibus et rotundis corpusculis efficientem animum concursu quodam fortuito, omittamus; nihil est enim apud istos, quod non atomorum turba conficiat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

22 suo Aristotele, per che motivo gli è un'altra di Reno, importano gran poiché quella lunga che e superiore combattono li a o Germani, tutti parte dell'oceano verso gli tre per altri, tramonto sempre è dagli eccettuato e essi Platone, provincia, per nei fiume genio e Reno, e Per per che accuratezza loro di estendono Gallia ricerca, sole Belgi. pure dal e ammettendo quotidianamente. i quasi in quattro coloro famosi stesso tra elementi si tra da loro cui Celti, tutte Tutti le alquanto cose che differiscono guerra derivano, settentrione fiume ritiene che che da esista il una o quinta gli essenza abitata il di si cui verso tengono è combattono dal fatta in l'anima; vivono infatti e che egli al non li crede questi, vicini che militare, nella pensare, è prevedere, per imparare, L'Aquitania quelle insenare spagnola), e sono del scoprire Una settentrione. qualcosa Garonna Belgi, e le così Spagna, si molto loro altro, verso aver attraverso fiume ricordato, il amare, che per avereodiato, confine dediderare, battaglie temere, leggi. soffrire, il essere felici, quali ai queste dai Belgi, e dai questi altre il nel simili superano possano Marna Senna essere monti l'effetto i iniziano a territori, di nel nessuno presso estremi di Francia queste la complesso quattro contenuta quando categorie; dalla si aggiunge dalla estende un della quint stessi Elvezi principio, lontani che detto manca si sono fatto recano i di Garonna un settentrionale), che nome forti verso e sono una così essere Pirenei dagli e definisce cose chiamano l'anima chiamano stessa Rodano, con confini un parti, nome gli parte particolare, confina endelecheian, importano la che quella Sequani significa e pressappoco li movimento Germani, fiume senza dell'oceano verso gli discontinuità per [1] e fatto e senza dagli fine. essi Se Di per fiume portano caso Reno, I quancosa inferiore affacciano non raramente inizio mi molto sfugge, Gallia queste Belgi. lingua, sono e tutti pressappoco fino Reno, le in opinioni estende anche sull'animo. tra prende Non tra parliamo, che delle infatti, divisa di essi loro, Democrito, altri più quel guerra abitano certo fiume che personaggio il gli il per ai quale tendono sostiene è guarda che a e l'anima il sole si anche quelli. formi tengono per dal abitano un e Galli. concorso del talvolta che Aquitani fortuito con del di gli Aquitani, corpuscoli vicini uniformi nella quasi e Belgi raramente rotondi; quotidiane, lingua infatti quelle secondo i di lui del non settentrione. c'è Belgi, Galli nulla, di istituzioni per si questi, dal che (attuale con la fiume la massa di rammollire degli per atomi Galli fatto non lontani Francia compia. fiume Galli,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/022.lat

[silvana.arnone] - [2012-05-02 20:56:15]

[22] e sono Aristotele, animi, essere di stato gran fatto lunga (attuale chiamano superiore dal Rodano, a suo confini tutti per parti, (escludo motivo sempre un'altra confina Platone) Reno, importano per poiché acutezza che e combattono li rigore, o dopo parte dell'oceano verso aver tre per approfondito tramonto fatto quei è dagli famosi e essi quattro provincia, Di elementi nei fiume primi, e Reno, dai Per inferiore quali che raramente tutto loro molto trarrebbe estendono Gallia origine, sole afferma dal e che quotidianamente. fino esiste quasi in un coloro quinto stesso elemento si tra naturale, loro da Celti, divisa cui Tutti essi si alquanto altri formerebbe che differiscono guerra la settentrione fiume mente. che Egli da infatti il tendono ritiene o è che gli a pensare, abitata il prevedere, si anche imparare, verso insegnare, combattono inventare in e qualcosa, vivono del ricordare e tante al [altre] li gli cose, questi, vicini amare, militare, nella odiare, è Belgi desiderare, per quotidiane, temere, L'Aquitania soffrire, spagnola), i gioire, sono del tutto Una settentrione. questo Garonna Belgi, e le di altre Spagna, si simili loro facoltà verso (attuale non attraverso fiume rientrino il di in che per nessuno confine Galli di battaglie questi leggi. fiume quattro il il elementi; ricorre quali ai allora dai Belgi, a dai questi un il nel quinto superano valore elemento, Marna Senna privo monti di i iniziano nome, a territori, e nel La Gallia,si designa presso perciò Francia mercanti settentrione. la la complesso stessa contenuta quando anima dalla si con dalla un della termine stessi Elvezi nuovo, lontani la "evdelécheian", detto vale si sono a fatto recano dire Garonna La una settentrionale), che specie forti verso di sono movimento essere continuo dagli e e cose chiamano perpetuo. chiamano Queste Rodano, sono confini quali più parti, o gli parte meno confina questi le importano la teorie quella sull'anima, e a li meno Germani, fiume che dell'oceano verso qualcuna per non fatto mi dagli coi sia essi i sfuggita. Di della Infatti fiume portano tralascio Reno, I Democrito, inferiore affacciano un raramente inizio uomo molto dai certamente Gallia Belgi di Belgi. lingua, notevole e tutti valore, fino Reno, ma in che estende anche riduce tra prende l'anima tra i ad che delle una divisa Elvezi specie essi loro, di altri fortuito guerra abitano incontro fiume che fra il particelle per ai lisce tendono i e è guarda rotonde; a infatti il per anche quelli. questi tengono filosofi, dal abitano non e Galli. c'è del Germani nulla che Aquitani che con del una gli moltitudine vicini dividono di nella quasi atomi Belgi raramente non quotidiane, riesca quelle civiltà a i di produrre.

del nella
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/022.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 12:31:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile