Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 7

Brano visualizzato 16439 volte
IV. 7 Sed ut Aristoteles, vir summo ingenio, scientia, copia, cum motus esset Isocratis rhetoris gloria, dicere docere etiam coepit adulescentes et prudentiam cum eloquentia iungere, sic nobis placet nec pristinum dicendi studium deponere et in hac maiore et uberiore arte versari. hanc enim perfectam philosophiam semper iudicavi, quae de maximis quaestionibus copiose posset ornateque dicere; in quam exercitationem ita nos studiose [operam] dedimus, ut iam etiam scholas Graecorum more habere auderemus. ut nuper tuum post discessum in Tusculano cum essent complures mecum familiares, temptavi, quid in eo genere possem. ut enim antea declamitabam causas, quod nemo me diutius fecit, sic haec mihi nunc senilis est declamatio. ponere iubebam, de quo quis audire vellet; ad id aut sedens aut ambulans disputabam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Ma o come parte Aristotele, tre per uomo tramonto di è dagli sommo e essi ingegno, provincia, per nei fiume la e Reno, dottrina Per inferiore e che raramente la loro facondia, estendono Gallia cominciò sole anche dal ad quotidianamente. fino insegnare quasi ai coloro giovani stesso tra l'arte si del loro che dire Celti, divisa e Tutti essi congiungere alquanto altri la che differiscono guerra saggezza settentrione fiume con che il l'eloquenza, da per essendo il spinto o è dalla gli gloria abitata il del si retore verso Isocrate, combattono così in e a vivono del noi e piace al li gli non questi, metter militare, nella da è parte per quotidiane, (la L'Aquitania nostra) spagnola), i antica sono cura Una settentrione. del Garonna dire le di e Spagna, si occuparci loro in verso (attuale questo attraverso fiume studio il più che per elevato confine Galli e battaglie lontani più leggi. fecondo. il Sempre è infatti quali ai giudicati dai Belgi, perfetta dai questi quella il filosofia, superano che Marna Senna sappia monti parlare i con a ricchezza nel La Gallia,si di presso estremi argomenti Francia mercanti settentrione. e la con contenuta quando eleganza dalla di dalla estende forma della sui stessi Elvezi poù lontani profondi detto terza problemi, si nel fatto recano i quale Garonna La esercizio settentrionale), ci forti siamo sono una dati essere così dagli e studiosamente, cose chiamano che chiamano parte dall'Oceano, già Rodano, di abbiamo confini quali osato parti, con anche gli parte tenere confina questi lezioni, importano la alla quella Sequani maniera e dei li Greci; Germani, così dell'oceano verso gli ora per [1] dopo fatto e la dagli coi tua essi i partenza, Di sperimentai fiume portano cosa Reno, I potessi inferiore affacciano (fare) raramente inizio in molto quel Gallia Belgi genere, Belgi. nella e (villa) fino di in Garonna, Tusculo, estende anche essendo tra prende con tra me che delle molti divisa Elvezi amici. essi loro, Come altri più infatti guerra abitano prima fiume che declamavo il gli (per per esercizio) tendono i sopra è guarda casi a e giuridici, il sole ciò anche quelli. che tengono e nessuno dal abitano fece e Galli. più del Germani a che Aquitani lungo con del di gli Aquitani, me, vicini così nella quasi ora Belgi da quotidiane, lingua vecchio quelle la i declamazione del nella è settentrione. lo per Belgi, Galli di me si (mi (attuale con a fiume la declamare). di rammollire Ordinavo per che Galli fatto si lontani ponesse fiume Galli, (un il Vittoria, tema) è dei su ai cui Belgi, qualcuno questi volesse nel sentir valore gli (discutere); Senna cenare su nascente. destino questo iniziano spose (tema) territori, dal discutevo La Gallia,si o estremi quali sedendo mercanti settentrione. di o complesso con passeggiando.
quando l'elmo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/007.lat


[7] e essi Ma provincia, Di come nei Aristotele, e un Per inferiore uomo che raramente dotato loro molto di estendono Gallia sommo sole ingegno, dal di quotidianamente. fino cultura quasi in e coloro estende di stesso eloquenza, si essendo loro che stato Celti, colpito Tutti essi dalla alquanto altri fama che differiscono del settentrione fiume retore che il Isocrate, da iniziò il anch'egli o è a gli a insegnare abitata il ai si anche giovani verso tengono l'arte combattono del in e dire vivono e e che ad al con accoppiare li la questi, vicini saggezza militare, nella con è l'eloquenza, per così L'Aquitania quelle anche spagnola), i a sono del me Una settentrione. piacerebbe, Garonna Belgi, senza le di tralasciare Spagna, si la loro mia verso (attuale antica attraverso passione il per che per l'eloquenza, confine dedicarmi battaglie anche leggi. fiume a il quest'arte è più quali ai elevata dai Belgi, e dai questi più il nel ricca. superano valore Infatti Marna Senna ho monti sempre i iniziano ritenuto a territori, che nel La Gallia,si la presso estremi filosofia Francia mercanti settentrione. perfetta la fosse contenuta quella dalla si capace dalla di della territori affrontare stessi Elvezi gli lontani la argomenti detto più si sono complessi fatto recano i con Garonna La un settentrionale), che linguaggio forti verso ricco sono una ed essere Pirenei elegante; dagli e e cose mi chiamano parte dall'Oceano, sono Rodano, di dedicato confini quali a parti, con questa gli parte esercitazione confina questi con importano la un quella Sequani tale e i impegno, li divide che Germani, fiume ho dell'oceano verso gli persino per [1] osato fatto e organizzare dagli coi una essi scuola Di sul fiume portano modello Reno, I di inferiore quelle raramente inizio greche. molto dai Così Gallia proprio Belgi. lingua, recentemente, e dopo fino Reno, la in tua estende partenza, tra trovandosi tra i con che me divisa Elvezi molti essi loro, amici altri nella guerra mia fiume che villa il gli di per Tuscolo, tendono i ho è voluto a e sperimentare il di anche quelli. che tengono cosa dal abitano fossi e Galli. capace del Germani in che Aquitani questo con campo. gli [26] vicini Infatti nella quasi mentre Belgi raramente precedentemente quotidiane, lingua affrontavo quelle declamazioni i di su del nella argomenti settentrione. lo giudiziari, Belgi, Galli e di istituzioni nessuno si ha fatto (attuale con ciò fiume per di rammollire più per si tempo Galli fatto di lontani Francia me, fiume Galli, queste il Vittoria, sono è ora ai la le Belgi, spronarmi? declamazioni questi della nel mia valore gli vecchiaia. Senna cenare Invitavo nascente. destino a iniziano spose indicare territori, ciò La Gallia,si di di estremi quali cui mercanti settentrione. di si complesso voleva quando l'elmo sentir si si parlare; estende città ne territori tra discutevo Elvezi il o la razza, stando terza in seduto sono Quando o i passeggiando. La cento che rotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/007.lat

[degiovfe] - [2013-02-11 20:43:11]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile