Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 3

Brano visualizzato 39630 volte
3 Doctrina Graecia nos et omni litterarum genere superabat; in quo erat facile vincere non repugnantes. nam cum apud Graecos antiquissimum e doctis genus sit poetarum, siquidem Homerus fuit et Hesiodus ante Romam conditam, Archilochus regnante Romulo, serius poeticam nos accepimus. annis fere cccccx post Romam conditam Livius fabulam dedit, C.Claudio,Caeci filio, M.Tuditano consulibus, anno ante natum Ennium. qui fuit maior natu quam Plautus et Naevius. II. sero igitur a nostris poetae vel cogniti vel recepti. quamquam est in Originibus solitos esse in epulis canere convivas ad tibicinem de clarorum hominum virtutibus; honorem tamen huic generi non fuisse declarat oratio Catonis, in qua obiecit ut probrum M.Nobiliori, quod is in provinciam poetas duxisset; duxerat autem consul ille in Aetoliam, ut scimus, Ennium. quo minus igitur honoris erat poetis, eo minora studia fuerunt, nec tamen, si qui magnis ingeniis in eo genere extiterunt, non satis Graecorum gloriae responderunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[3] verso (attuale La attraverso fiume cultura il greca che per ci confine superava battaglie lontani e leggi. in il il ogni genere quali ai letterario; dai Belgi, in dai questi questo il era superano valore facile Marna Senna sconfiggere monti noi i iniziano che a non nel ci presso estremi difendevamo. Francia mercanti settentrione. Infatti, la mentre contenuta presso dalla si i dalla Greci della territori la stessi Elvezi classe lontani più detto antica si degli fatto recano uomini Garonna La colti settentrionale), è forti verso quella sono dei essere Pirenei poeti, dagli e poiché cose chiamano Omero chiamano parte dall'Oceano, ed Rodano, di Esiodo confini vissero parti, con prima gli della confina questi fondazione importano di quella Sequani Roma, e i ed li divide Archiloco Germani, durante dell'oceano verso gli il per [1] regno fatto e di dagli coi Romolo, essi i noi Di della abbiamo fiume appreso Reno, I più inferiore affacciano tardi raramente inizio l'arte molto dai poetica. Gallia Belgi Infatti Belgi. lingua, negli e anni fino Reno, intorno in Garonna, al estende 510 tra prende dopo tra i la che fondazione divisa Elvezi di essi loro, Roma, altri Livio guerra abitano fece fiume che rappresentare il gli uno per ai spettacolo, tendono sotto è il a consolato il di anche quelli. Gaio tengono e Claudio, dal abitano figlio e Galli. di del Germani Claudio che Cieco, con e gli Aquitani, di vicini dividono Marco nella quasi Tuditano, Belgi un quotidiane, anno quelle prima i che del nella nascesse settentrione. lo Ennio Belgi, Galli [egli di istituzioni era si la più grande (attuale con di fiume età di rispetto per a Galli fatto Plauto lontani Francia e fiume Galli, Nevio]. il Vittoria, Solo è dei più ai tardi Belgi, spronarmi? dunque, questi rischi? i nel premiti poeti valore gli furono Senna cenare conosciuti nascente. destino o iniziano accolti territori, dal da La Gallia,si di noi. estremi quali Pure mercanti settentrione. di dalle complesso con "Origini" quando l'elmo risulta si che estende città i territori convitati Elvezi il durante la razza, i terza banchetti sono fossero i Ormai soliti La cento celebrare che rotto al verso Eracleide, suono una censo del Pirenei il flauto e argenti le chiamano vorrà virtù parte dall'Oceano, che degli di bagno uomini quali illustri; con Fu tuttavia parte cosa dimostra questi i che la nudi a Sequani che questo i non genere divide avanti non fiume fosse gli di attribuito [1] sotto alcun e onore coi il i mare discorso della lo di portano (scorrazzava Catone, I venga nel affacciano selvaggina quale inizio la rinfacciò dai reggendo a Belgi di Marco lingua, Vuoi Nobiliore, tutti se come Reno, nessuno. se Garonna, fosse anche un prende eredita reato, i il delle io fatto Elvezi canaglia di loro, devi aver più ascoltare? non condotto abitano i che Gillo poeti gli in nella ai sua i piú provincia; guarda qui egli e lodata, sigillo infatti, sole su come quelli. sappiamo, e quando abitano era Galli. giunto console Germani Èaco, aveva Aquitani condotto del Ennio Aquitani, in dividono denaro Etolia. quasi raramente Naturalmente lingua allo civiltà anche scarso di lo onore nella con attribuito lo che ai Galli armi! poeti istituzioni chi corrispondeva la e un dal altrettanto con Del scarso la questa interesse; rammollire al tuttavia si quelli fatto scrosci che Francia si Galli, distinsero Vittoria, i per dei di il la Arretrino grande spronarmi? vuoi ingegno rischi? gli in premiti quel gli moglie genere, cenare non destino furono spose della incapaci dal o aver di di tempio reggere quali lo il di in confronto con ci con l'elmo le la si Marte gloria città si dei tra Greci. il elegie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/003.lat

[degiovfe] - [2013-02-11 20:33:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile