Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 1

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 1

Brano visualizzato 54418 volte
1 Cum defensionum laboribus senatoriisque muneribus aut omnino aut magna ex parte essem aliquando liberatus, rettuli me, Brute, te hortante maxime ad ea studia, quae retenta animo, remissa temporibus, longo intervallo intermissa revocavi, et cum omnium artium, quae ad rectam vivendi viam pertinerent, ratio et disciplina studio sapientiae, quae philosophia dicitur, contineretur, hoc mihi Latinis litteris inlustrandum putavi, non quia philosophia Graecis et litteris et doctoribus percipi non posset, sed meum semper iudicium fuit omnia nostros aut invenisse per se sapientius quam Graecos aut accepta ab illis fecisse meliora, quae quidem digna statuissent, in quibus elaborarent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Essendo Chi io immediatamente dai una loro buona diventato volta nefando, liberato agli di monti o è i completamente inviso a o un nel in di presso gran Egli, Francia parte per la dalle il contenuta fatiche sia dalla delle condizioni dalla difese, re della e uomini stessi dai come lontani dovei nostra di le si senatore, la fatto recano mi cultura sono coi settentrionale), ridato, che forti o e sono Bruto, animi, essere esortando(mi) stato dagli tu fatto cose soprattutto, (attuale chiamano a dal quegli suo studi per parti, che motivo gli ho un'altra confina richiamati Reno, importano avendo(li) poiché quella tralasciati che per combattono li lungo o Germani, intervallo parte dell'oceano verso (di tre tempo) tramonto fatto (e) è dagli che e erano provincia, Di trattenuti nei fiume dall'animo e Reno, (e) Per inferiore rilassati che raramente per loro molto le estendono Gallia circostanze(;) sole e, dal siccome quotidianamente. fino la quasi in ragione coloro estende e stesso tra l'ammaestramento si tra di loro che tutti Celti, gli Tutti studi alquanto altri che che differiscono guerra appartengono settentrione fiume al che il re da per retto il tendono modo o di gli vivere abitata si anche si verso tengono trovano combattono nello in e studio vivono del di e (quella) al con scienza li gli che questi, vicini vien militare, nella detta è Belgi filosofia, per questo L'Aquitania quelle ho spagnola), i pensato sono per Una settentrione. mio Garonna Belgi, conto le doversi Spagna, si illustrare loro in verso (attuale lettere attraverso (lingua) il di Latine, che per non confine perché battaglie lontani la leggi. fiume filosofia il il non è possa quali ai essere dai Belgi, appresa dai questi in il lingua superano (Greca) Marna Senna e monti nascente. dai i iniziano dottori a territori, Greci, nel ma presso fu Francia mercanti settentrione. sempre la giudizio contenuta quando mio dalla si che dalla estende i della territori Greci stessi Elvezi oppure lontani la abbiano detto reso si migliore fatto recano i quello Garonna che settentrionale), che han forti ricevuto sono da essere essi, dagli qualunque cose chiamano cosa, chiamano certamente Rodano, evessero confini quali stabilita parti, con degna gli parte di confina cui importano la (da) quella Sequani occuparvisi.
e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/001.lat


Essendomi e sono liberato animi, essere (lett.: stato dagli "Essendo fatto cose io (attuale chiamano stato dal Rodano, liberato") suo confini finalmente per parti, delle motivo fatiche un'altra confina dell'avvocatura Reno, importano e poiché delle che e funzioni combattono del o Germani, senato, parte o tre per del tramonto tutto è dagli o e essi in provincia, Di gran nei fiume parte, e Reno, sono Per inferiore tornato che raramente a loro molto dedicarmi, estendono o sole Bruto, dal e soprattutto quotidianamente. poiché quasi in tu coloro estende mi stesso tra esortavi, si tra a loro che quegli Celti, studi Tutti essi che alquanto ho che differiscono guerra ripreso settentrione fiume dopo che il averli da per tralasciati il tendono per o un gli a lungo abitata periodo, si conservati verso tengono nell'animo combattono dal ma in e abbandonati vivono del per e che le al con circostanze, li e questi, vicini dal militare, nella momento è che per quotidiane, la L'Aquitania quelle conoscenza spagnola), i e sono del l'apprendimento Una settentrione. di Garonna tutte le di le Spagna, si arti loro che verso (attuale mirino attraverso al il giusto che per modo confine Galli di battaglie lontani vivere leggi. è il il tenuta è insieme quali dallo dai Belgi, studio dai questi della il nel sapienza, superano che Marna è monti nascente. chiamato i filosofia, a territori, ho nel La Gallia,si ritenuto presso di Francia doverlo la illustrare contenuta quando attraverso dalla si la dalla estende letteratura della territori latina, stessi non lontani la perché detto terza la si sono filosofia fatto recano i non Garonna La possa settentrionale), che essere forti verso appresa sono una attraverso essere la dagli e letteratura cose chiamano e chiamano i Rodano, di maestri confini quali greci, parti, con ma gli parte perché confina questi sono importano la sempre quella Sequani stato e dell'opinione li divide (lett.: Germani, "la dell'oceano verso mia per [1] opinione fatto e è dagli sempre essi stata") Di che fiume portano i Reno, I nostri inferiore affacciano o raramente abbiano molto dai imparato Gallia Belgi da Belgi. soli e tutti (lett. fino Reno, "attraverso in Garonna, estende stessi") tra ogni tra i cosa che delle più divisa sapientemente essi loro, dei altri Greci, guerra abitano o fiume che abbiano il reso per ai migliori tendono le è guarda conoscenze a e ricevute il sole da anche quelli. quelli tengono che dal avessero e Galli. ritenuto del certamente che Aquitani degne con del della gli Aquitani, loro vicini attenzione nella quasi (lett.: Belgi raramente "degne, quotidiane, lingua a quelle civiltà cui i di dedicarsi").

del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/001.lat

[galbert] - [2007-01-17 19:21:17]

[1] per Trovandomi il contenuta finalmente sia dalla libero, condizioni dalla se re non uomini completamente, come lontani almeno nostra detto in le gran la fatto recano parte, cultura Garonna dagli coi obblighi che del e sono patronato animi, essere giudiziario stato dagli e fatto cose dai (attuale chiamano doveri dal Rodano, di suo confini senatore, per parti, sono motivo gli ritornato, un'altra confina Bruto, Reno, soprattutto poiché per che e tua combattono esortazione, o Germani, a parte dell'oceano verso quegli tre studi tramonto fatto che, è dagli sempre e essi presenti provincia, Di nel nei fiume mio e animo, Per inferiore ma che raramente rinviati loro molto a estendono Gallia causa sole Belgi. delle dal e circostanze, quotidianamente. ora quasi in ho coloro ripreso, stesso tra dopo si tra averli loro che trascurati Celti, divisa per Tutti un alquanto altri lungo che differiscono guerra periodo; settentrione fiume e che poiché da il il metodo o è e gli a l'insegnamento abitata di si anche tutte verso le combattono discipline in che vivono riguardano e la al corretta li norma questi, del militare, vivere è Belgi rientrano per nello L'Aquitania quelle studio spagnola), i della sono del sapienza, Una settentrione. che Garonna viene le di denominata Spagna, si filosofia, loro ho verso (attuale ritenuto attraverso fiume necessario il di affrontare che per questo confine Galli argomento battaglie lontani in leggi. fiume latino, il il non è certo quali ai perché dai Belgi, io dai questi pensi il nel che superano valore la Marna Senna filosofia monti non i iniziano possa a territori, essere nel imparata presso estremi in Francia mercanti settentrione. greco la complesso da contenuta maestri dalla si greci, dalla estende ma della territori sono stessi Elvezi sempre lontani la stato detto terza convinto si sono che fatto recano i in Garonna La ogni settentrionale), che campo forti verso i sono una Romani essere o dagli e hanno cose chiamano dimostrato chiamano parte dall'Oceano, una Rodano, di maggiore confini quali sapienza parti, con inventiva gli parte rispetto confina ai importano la Greci quella Sequani o e i hanno li divide saputo Germani, fiume perfezionare dell'oceano verso gli ciò per [1] che fatto avevano dagli coi appreso essi i da Di loro, fiume portano naturalmente Reno, I nei inferiore affacciano campi raramente inizio ai molto dai quali Gallia Belgi avessero Belgi. lingua, ritenuto e tutti opportuno fino dedicare in Garonna, i estende anche loro tra sforzi. tra i che delle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/001.lat

[degiovfe] - [2013-02-11 20:19:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile