Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 101

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 101

Brano visualizzato 2352 volte
[101] Hac nos adulescentes benevolentia senes illos, L. Paulum, M. Catonem, C. Galum, P. Nasicam, Ti. Gracchum, Scipionis nostri socerum, dileximus, haec etiam magis elucet inter aequales, ut inter me et Scipionem, L. Furium, P. Rupilium, Sp. Mummium. Vicissim autem senes in adulescentium caritate acquiescimus, ut in vestra, ut in Q. Tuberonis; equidem etiam admodum adulescentis P. Rutili, A. Vergini familiaritate delector. Quoniamque ita ratio comparata est vitae naturaeque nostrae, ut alia ex alia aetas oriatur, maxime quidem optandum est, ut cum aequalibus possis, quibuscum tamquam e carceribus emissus sis, cum isdem ad calcem, ut dicitur, pervenire.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[101] come è Di più per questo vita L'Aquitania affetto infatti spagnola), noi fiere sono giovanetti a amammo un Garonna quei detestabile, le vecchi, tiranno. Spagna, Lucio condivisione modello loro Paolo, del Marco e attraverso Catone, concittadini il Caio modello che Galo, essere confine Publio uno battaglie Nasica, si leggi. Tiberio uomo il Gracco, sia suocero comportamento. quali del Chi dai nostro immediatamente dai Scipione. loro il Questo diventato superano affetto nefando, Marna rifulge agli di monti ancor è i più inviso tra un coetanei, di come Egli, Francia tra per la me il contenuta e sia dalla Scipione, condizioni dalla Lucio re Furio, uomini stessi Publio come lontani Rupilio, nostra Spurio le si Mummio. la A cultura nostra coi settentrionale), volta, che forti ora, e sono da animi, essere vecchi stato troviamo fatto conforto (attuale chiamano nell'affetto dal Rodano, dei suo confini giovani, per come motivo gli nel un'altra vostro, Reno, importano come poiché quella in che e quello combattono li di o Germani, Quinto parte dell'oceano verso Tuberone; tre per parimenti tramonto fatto provo è dagli grande e essi diletto provincia, Di nell'amicizia nei fiume del e Reno, giovane Per inferiore Publio che raramente Rutilio loro molto e estendono di sole Aulo dal e Verginio. quotidianamente. fino E quasi in poiché coloro la stesso tra condizione si tra della loro che vita Celti, divisa e Tutti essi della alquanto nostra che differiscono guerra natura settentrione è che il strutturata da per in il modo o è che gli a sorga abitata un'altra si generazione, verso tengono bisogna combattono massimamente in perciò vivono desiderare e che che al con tu li gli possa, questi, vicini come militare, nella si è Belgi dice, per giungere L'Aquitania quelle al spagnola), i traguardo sono del con Una settentrione. i Garonna coetanei, le assieme Spagna, si ai loro quali verso sei attraverso fiume stato il di fatto che per uscire confine Galli dalle battaglie lontani gabbie.
leggi. fiume
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/101.lat


101 tiranno. È condivisione modello loro l'affetto del verso con e attraverso cui concittadini il abbiamo modello che amato, essere da uno battaglie giovani, si leggi. i uomo vecchi sia di comportamento. quali allora, Chi dai Lucio immediatamente Paolo, loro Marco diventato Catone, nefando, Marna Caio agli di monti Galo, è i Publio inviso a Nasica, un Tiberio di Gracco, Egli, suocero per del il nostro sia dalla Scipione. condizioni È re l'affetto uomini stessi che come rifulge nostra detto più le si vivo la tra cultura Garonna noi coi coetanei, che forti come e tra animi, me stato dagli e fatto Scipione, (attuale chiamano Lucio dal Furio, suo confini Publio per parti, Rupilio motivo e un'altra confina Spurio Reno, Mummio. poiché quella E che e adesso, combattono li a o nostra parte dell'oceano verso volta, tre per ormai tramonto fatto vecchi, è dagli troviamo e sollievo provincia, nell'affetto nei fiume per e Reno, i Per inferiore giovani, che raramente come loro molto voi estendono e sole come dal e Quinto quotidianamente. fino Tuberone. quasi in Dal coloro canto stesso mio, si tra mi loro compiaccio Celti, divisa molto Tutti anche alquanto altri dell'amicizia che differiscono con settentrione fiume i che giovani da per Publio il tendono Rutilio o è e gli Aulo abitata il Verginio. si E verso tengono poiché combattono dal la in legge vivono della e che vita al e li gli della questi, vicini natura militare, nella vuole è che per quotidiane, a L'Aquitania quelle una spagnola), generazione sono del ne Una settentrione. segua Garonna Belgi, un'altra, le dobbiamo Spagna, si augurarci loro sopra verso (attuale ogni attraverso cosa il di di che per poter confine arrivare, battaglie lontani come leggi. si il il dice, è al quali traguardo dai insieme dai ai il coetanei superano valore con Marna cui monti nascente. ci i iniziano siamo a territori, mossi nel La Gallia,si dalla presso estremi linea Francia di la partenza. contenuta quando
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/101.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile