Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 98

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 98

Brano visualizzato 3392 volte
[98] Omnino est amans sui virtus; optime enim se ipsa novit, quamque amabilis sit, intellegit. Ego autem non de virtute nunc loquor sed de virtutis opinione. Virtute enim ipsa non tam multi praediti esse quam videri volunt. Hos delectat assentatio, his fictus ad ipsorum voluntatem sermo cum adhibetur, orationem illam vanam testimonium esse laudum suarum putant. Nulla est igitur haec amicitia, cum alter verum audire non vult, alter ad mentiendum paratus est. Nec parasitorum in comoediis assentatio faceta nobis videretur, nisi essent milites gloriosi.

Magnas vero agere gratias Thais mihi?
Satis erat respondere: 'magnas'; 'ingentes' inquit. Semper auget assentator id, quod is cuius ad voluntatem dicitur vult esse magnum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[98] un nel Insomma di la Egli, virtù per la è il amante sia dalla di condizioni dalla se re della stessa; uomini stessi infatti come lontani essa nostra detto conosce le si benissimo la fatto recano se cultura Garonna stessa coi settentrionale), e che forti comprende e sono quanto animi, essere sia stato dagli amabile. fatto cose Ora, (attuale però, dal Rodano, non suo confini parlo per parti, della motivo gli virtù, un'altra confina ma Reno, importano della poiché parvenza che di combattono li virtù. o Infatti parte dell'oceano verso molti tre per vogliono tramonto non è tanto e essi esser provincia, forniti nei fiume della e Reno, reale Per inferiore virtù, che raramente quanto loro sembrare. estendono Gallia A sole Belgi. costoro dal e fa quotidianamente. piacere quasi l'adulazione, coloro estende e stesso tra quando si ad loro che essi Celti, viene Tutti rivolto alquanto un che differiscono guerra discorso settentrione fiume conforme che il alla da per loro il tendono volontà, o pensano gli a che abitata il tale si vuoto verso tengono discorso combattono sia in e un vivono del attestato e dei al con propri li gli meriti. questi, vicini Non militare, nella vi è Belgi è per dunque L'Aquitania nessuna spagnola), i amicizia, sono del quando Una l'uno Garonna Belgi, non le di vuole Spagna, udire loro la verso (attuale verità attraverso fiume e il di l'altro che per è confine Galli pronto battaglie a leggi. fiume mentire. il il E non quali ci dai Belgi, sembrerebbe dai spiritosa il nel l'adulazione superano dei Marna Senna parassiti monti nascente. nelle i iniziano commedie, a se nel La Gallia,si non presso estremi vi Francia fossero la complesso i contenuta quando soldati dalla si fanfaroni. dalla estende ["Miles della territori gloriosus" stessi Elvezi è lontani la una detto commedia si sono di fatto recano i Plauto].

"Davvero
Garonna La Taide settentrionale), mi forti verso manda sono una grandi essere Pirenei ringraziamenti?" dagli e [dall'"Eunuchus" cose chiamano di chiamano Terenzio].

Era
Rodano, sufficiente confini quali rispondere: parti, con "Grandi". gli parte Dice: confina questi "Immensi". importano la L'adulatore quella Sequani sempre e i accresce li divide la Germani, cosa dell'oceano verso gli che per [1] colui, fatto e secondo dagli coi la essi i cui Di della volontà fiume portano è Reno, I detta, inferiore vuole raramente inizio già molto dai che Gallia sia Belgi. lingua, grande.
e tutti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/098.lat


98 Chi Certo, immediatamente dai la loro il virtù diventato superano ama nefando, Marna se agli di monti stessa: è si inviso conosce un alla di presso perfezione Egli, e per la sa il contenuta quanto sia sia condizioni amabile. re della Però, uomini stessi non come lontani mi nostra detto sto le si riferendo la fatto recano alla cultura Garonna virtù, coi settentrionale), ma che forti all'apparenza e sono di animi, virtù. stato dagli La fatto cose maggior (attuale chiamano parte dal Rodano, degli suo uomini, per parti, infatti, motivo preferisce un'altra l'apparenza Reno, di poiché quella virtù che e al combattono li reale o Germani, possesso parte della tre stessa. tramonto fatto E è dagli sono e essi loro provincia, Di a nei fiume compiacersi e Reno, dell'adulazione: Per inferiore quando che raramente ci loro molto si estendono rivolge sole Belgi. a dal e queste quotidianamente. fino persone quasi in con coloro estende parole stesso dette si tra ad loro arte Celti, per Tutti essi rispondere alquanto altri alle che differiscono guerra loro settentrione fiume aspettative, che vedono da in il quel o è vano gli a discorso abitata un'attestazione si anche dei verso tengono loro combattono dal meriti. in Perciò vivono del non e che esiste al con amicizia li gli tra questi, due militare, uomini è quando per uno L'Aquitania quelle non spagnola), vuole sono del sentire Una il Garonna Belgi, vero le di e Spagna, si l'altro loro è verso pronto attraverso fiume a il di mentire. che L'adulazione confine Galli dei battaglie lontani parassiti leggi. non il il risulterebbe comica, quali nelle dai commedie, dai questi se il nel non superano valore ci Marna Senna fossero monti i i iniziano soldati a territori, fanfaroni:

nel La Gallia,si

Davvero
presso estremi Taide Francia mercanti settentrione. mi la manda contenuta quando mille dalla si grazie?

dalla

Bastava
della territori rispondere: stessi Elvezi «Sì, lontani la mille detto terza grazie.» si sono Invece fatto recano dice: Garonna La «Milioni settentrionale), che di forti verso grazie!». sono una L'adulatore essere aumenta dagli e sempre, cose per chiamano parte dall'Oceano, compiacere, Rodano, di quei confini quali «molto» parti, con che gli l'altro confina vuol importano sentirsi quella Sequani dire.
e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/098.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile