Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 97

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 97

Brano visualizzato 1801 volte
[97] Quod si in scaena, id est in contione, in qua rebus fictis et adumbratis loci plurimum est, tamen verum valet, si modo id patefactum et illustratum est, quid in amicitia fieri oportet, quae tota veritate perpenditur? in qua nisi, ut dicitur, apertum pectus videas tuumque ostendas, nihil fidum, nihil exploratum habeas, ne amare quidem aut amari, cum, id quam vere fiat, ignores. Quamquam ista assentatio, quamvis perniciosa sit, nocere tamen nemini potest nisi ei qui eam recipit atque ea delectatur. Ita fit, ut is assentatoribus patefaciat aures suas maxime, qui ipse sibi assentetur et se maxime ipse delectet.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[97] infatti spagnola), Se fiere sono poi a Una sulla un pubblica detestabile, le scena, tiranno. Spagna, cioè condivisione modello loro nell'assemblea del verso popolare, e attraverso in concittadini il cui modello che vi essere è uno ampio si leggi. spazio uomo per sia cose comportamento. finte Chi ed immediatamente dai immaginarie, loro il ma diventato il nefando, vero agli di monti ha è i valore, inviso purché un venga di presso manifestato Egli, Francia e per la spiegato, il contenuta cosa sia dalla deve condizioni dalla accadere re della nell'amicizia, uomini stessi la come lontani quale nostra detto si le si misura la fatto recano interamente cultura dalla coi verità? che forti Se e sono in animi, essa, stato come fatto cose si (attuale chiamano dice, dal tu suo non per vedessi motivo gli un un'altra confina cuore Reno, importano aperto poiché quella e che e non combattono li mostrassi o Germani, il parte dell'oceano verso tuo, tre per non tramonto fatto avresti è nulla e di provincia, Di fidato, nei fiume nulla e di Per sicuro, che raramente neppure loro molto amare estendono Gallia od sole essere dal e amato, quotidianamente. fino poiché quasi non coloro sapresti stesso tra con si quanta loro che sincerità Celti, ciò Tutti essi si alquanto faccia. che differiscono guerra Tuttavia settentrione fiume questa che il adulazione, da per benché il tendono sia o è dannosa, gli a tuttavia abitata il non si anche può verso tengono nuocere combattono dal a in e nessuno, vivono del se e non al con a li chi questi, vicini la militare, accoglie è e per quotidiane, se L'Aquitania quelle ne spagnola), i compiace. sono Così Una settentrione. accade Garonna Belgi, che le di chi Spagna, si si loro adula verso (attuale da attraverso solo il di e che per massimamente confine Galli se battaglie lontani ne leggi. fiume compiace, il il necessariamente è presta quali ai orecchio dai Belgi, agli dai questi adulatori.
il
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/097.lat


XXVI uno battaglie 97 si Se, uomo il dunque, sia in comportamento. quali quel Chi dai teatro immediatamente dai che loro il è diventato superano l'assemblea nefando, popolare, agli di dove è i finzioni inviso a e un nel apparenze di presso giocano Egli, un per la ruolo il di sia dalla primo condizioni dalla piano, re della il uomini stessi vero come comunque nostra detto prevale, le si purché la sia cultura Garonna svelato coi e che forti messo e sono nella animi, giusta stato dagli luce, fatto cose che (attuale chiamano cosa dal deve suo accadere per nell'amicizia, motivo gli che un'altra si Reno, misura poiché quella tutta che e sul combattono metro o Germani, della parte verità? tre per Se tramonto fatto nell'amicizia è dagli non e essi vedessi, provincia, come nei si e Reno, dice, Per che che raramente l'amico loro molto ti estendono Gallia apre sole Belgi. il dal e suo quotidianamente. fino cuore quasi in e coloro estende tu stesso gli si tra mostri loro il Celti, divisa tuo, Tutti essi non alquanto avresti che differiscono nulla settentrione di che cui da per fidarti, il tendono nulla o è di gli cui abitata il esser si anche certo, verso tengono neppure combattono dal di in amare vivono del e e che di al essere li gli amato, questi, perché militare, non è sapresti per quotidiane, quanto L'Aquitania quelle ci spagnola), i sia sono di Una settentrione. vero Garonna in le di tutto Spagna, ciò. loro Del verso (attuale resto attraverso fiume l'adulazione, il per che per quanto confine Galli sia battaglie pericolosa, leggi. fiume nuoce il il soltanto è a quali chi dai Belgi, l'ammette dai questi e il se superano valore ne Marna Senna compiace. monti Ecco i iniziano perché a è nel La Gallia,si proprio presso l'uomo Francia mercanti settentrione. pieno la complesso di contenuta quando dalla si e dalla estende tutto della territori preso stessi Elvezi dalla lontani la propria detto persona si a fatto recano spalancare Garonna le settentrionale), che orecchie forti verso agli sono adulatori. essere dagli e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/097.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile