Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 70

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 70

Brano visualizzato 5587 volte
[70] Quod faciendum imitandumque est omnibus, ut, si quam praestantiam virtutis, ingenii, fortunae consecuti sint, impertiant ea suis communicentque cum proximis, ut, si parentibus nati sint humilibus, si propinquos habeant imbecilliore vel animo vel fortuna, eorum augeant opes eisque honori sint et dignitati. Ut in fabulis, qui aliquamdiu propter ignorationem stirpis et generis in famulatu fuerunt, cum cogniti sunt et aut deorum aut regum filii inventi, retinent tamen caritatem in pastores, quos patres multos annos esse duxerunt. Quod est multo profecto magis in veris patribus certisque faciendum. Fructus enim ingenii et virtutis omnisque praestantiae tum maximus capitur, cum in proximum quemque confertur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[70] il Cosa sia che condizioni dovrebbero re fare uomini ed come imitare nostra detto tutti, le si in la modo cultura Garonna che, coi settentrionale), se che forti hanno e sono conseguito animi, essere qualche stato dagli eccellenza fatto cose di (attuale virtù, dal di suo ingegno, per parti, di motivo gli fortuna, un'altra ne Reno, facciano poiché quella partecipi che e i combattono loro o (amici) parte e tre per la tramonto fatto condividano è dagli con e essi i provincia, Di più nei vicini, e Reno, Per che, che se loro molto sono estendono nati sole Belgi. da dal e umili quotidianamente. fino genitori, quasi se coloro estende hanno stesso tra parenti si di loro animo Celti, divisa o Tutti essi di alquanto fortuna che differiscono troppo settentrione fiume debole, che il aumentino da per le il tendono fortune o è di gli a essi abitata il e si anche siano verso tengono per combattono dal essi in ad vivono del onore e che e al con dignità. li gli Come questi, vicini nei militare, drammi, è Belgi coloro per quotidiane, che L'Aquitania quelle per spagnola), i ignoranza sono del della Una settentrione. stirpe Garonna Belgi, e le della Spagna, si famiglia loro sono verso (attuale stati attraverso fiume in il schiavitù, che per appena confine Galli sono battaglie lontani riconosciuti leggi. fiume e il il scoperti figli quali ai di dai Belgi, divinità dai o il nel di superano re, Marna Senna conservano monti nondimeno i iniziano affabilità a territori, verso nel i presso pastori, Francia mercanti settentrione. che la complesso hanno contenuta quando creduto dalla essere dalla estende i della territori loro stessi genitori lontani per detto molti si sono anni. fatto recano i Cosa Garonna che settentrionale), che si forti verso deve sono una certo essere fare dagli e molto cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, più Rodano, di nei confini confronti parti, con di gli parte genitori confina questi veri importano la e quella Sequani certi. e i Infatti li divide il Germani, frutto dell'oceano verso dell'ingegno per e fatto e della dagli coi virtù essi i e Di della di fiume ogni Reno, superiorità inferiore allora raramente inizio si molto dai coglie Gallia Belgi massimo, Belgi. lingua, quando e tutti viene fino Reno, condiviso in con estende chi tra prende ci tra i è che delle più divisa Elvezi vicino.
essi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/070.lat


70 uomini stessi Ecco come cosa nostra dovrebbero le si fare la fatto recano tutti, cultura imitando coi settentrionale), Scipione: che forti se e sono sono animi, essere riusciti stato a fatto cose distinguersi (attuale chiamano per dal Rodano, virtù, suo confini intelligenza per parti, e motivo gli fortuna, un'altra confina rendano Reno, partecipi poiché gli che amici combattono li della o Germani, propria parte superiorità, tre la tramonto fatto condividano è dagli con e essi chi provincia, Di hanno nei più e vicino; Per inferiore se, che raramente per loro molto esempio, estendono Gallia i sole Belgi. loro dal e genitori quotidianamente. fino sono quasi in di coloro estende umile stesso condizione, si se loro che i Celti, divisa loro Tutti essi parenti alquanto altri non che differiscono guerra sono settentrione molto che il dotati da di il tendono spirito o e gli a di abitata il sostanze, si ne verso tengono accrescano combattono dal le in risorse vivono del e e che li al con aiutino li gli a questi, vicini ottenere militare, onori è Belgi e per dignità. L'Aquitania quelle È spagnola), i quel sono che Una settentrione. accade Garonna in le di teatro, Spagna, si dove loro personaggi verso vissuti attraverso fiume a il lungo che in confine Galli stato battaglie di leggi. fiume servitù, il il perché se quali ai ne dai Belgi, ignorava dai la il nel stirpe superano valore e Marna Senna l'origine, monti nascente. una i volta a territori, riconosciuti nel La Gallia,si come presso estremi figli Francia mercanti settentrione. di la dèi contenuta quando o dalla si re, dalla estende mantengono della intatto stessi il lontani la loro detto terza affetto si sono nei fatto recano riguardi Garonna dei settentrionale), che pastori forti che sono per essere molti dagli e anni cose hanno chiamano parte dall'Oceano, considerato Rodano, di loro confini quali padri. parti, A gli maggior confina ragione importano bisogna quella Sequani comportarsi e così li divide nei Germani, fiume confronti dell'oceano verso dei per [1] veri fatto e e dagli coi sicuri essi i genitori. Di Cogliamo fiume portano infatti Reno, I il inferiore affacciano maggior raramente inizio frutto molto dai dell'intelligenza, Gallia della Belgi. lingua, virtù, e tutti di fino Reno, ogni in Garonna, tipo estende di tra prende superiorità tra i quando che delle ne divisa Elvezi diamo essi loro, una altri parte guerra a fiume che chi il ci per ai è tendono i più è guarda vicino. a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/070.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile