Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 30

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 30

Brano visualizzato 16124 volte
[30] Ut enim quisque sibi plurimum confidit et ut quisque maxime virtute et sapientia sic munitus est, ut nullo egeat suaque omnia in se ipso posita iudicet, ita in amicitiis expetendis colendisque maxime excellit. Quid enim? Africanus indigens mei? Minime hercule! ac ne ego quidem illius; sed ego admiratione quadam virtutis eius, ille vicissim opinione fortasse non nulla, quam de meis moribus habebat, me dilexit; auxit benevolentiam consuetudo. Sed quamquam utilitates multae et magnae consecutae sunt, non sunt tamen ab earum spe causae diligendi profectae.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[30] condivisione modello loro Infatti, del verso quanto e attraverso più concittadini uno modello che confida essere confine in uno battaglie se si leggi. stesso uomo il e sia quanto comportamento. quali più Chi è immediatamente dai dotato loro di diventato virtù nefando, Marna e agli di monti di è i saggezza, inviso in un modo di presso da Egli, non per la aver il contenuta bisogno sia dalla di condizioni dalla nessuno re e uomini stessi da come lontani pensare nostra di le si avere la in cultura Garonna se coi stesso che forti ogni e sono risorsa, animi, tanto stato dagli più fatto è (attuale bravo dal Rodano, nel suo cercare per parti, e motivo gli nel un'altra confina coltivare Reno, importano le poiché amicizie. che E combattono li allora? o Germani, L'Africano parte dell'oceano verso aveva tre per bisogno tramonto fatto di è me? e essi Assolutamente provincia, Di no, nei fiume per e Ercole! Per E che raramente certo loro molto neppure estendono Gallia io sole Belgi. di dal lui, quotidianamente. fino ma quasi io, coloro estende a stesso causa si tra di loro una Celti, divisa certa Tutti essi ammirazione alquanto altri della che differiscono guerra sua settentrione fiume virtù, che il gli da per volevo il bene; o è ed gli a egli, abitata a si sua verso tengono volta, combattono dal forse in e per vivono una e che qualche al con stima li gli che questi, vicini nutriva militare, nella per è Belgi i per quotidiane, miei L'Aquitania quelle costumi, spagnola), i amava sono me. Una La Garonna Belgi, familiarità le di ha Spagna, si poi loro aumentato verso (attuale l'affetto. attraverso fiume Ma il benché che per ne confine Galli siano battaglie lontani derivati leggi. fiume molti il il e grandi quali ai vantaggi, dai Belgi, tuttavia dai questi non il nel dalla superano speranza Marna di monti nascente. essi i iniziano sono a scaturiti nel La Gallia,si i presso estremi motivi Francia mercanti settentrione. del la nostro contenuta quando volerci dalla bene.
dalla estende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/030.lat


30 più combattono Infatti tutto in quanto supera Greci più infatti e uno e ha detto, fiducia coloro questi, in a militare, sé, come è quanto più per più vita L'Aquitania è infatti spagnola), armato fiere sono di a Una virtù un Garonna e detestabile, le di tiranno. saggezza, condivisione modello loro in del modo e attraverso da concittadini il non modello che avere essere bisogno uno di si nessuno uomo e sia da comportamento. quali considerare Chi dai ogni immediatamente dai suo loro bene diventato superano un nefando, fatto agli di monti interiore, è i tanto inviso a più un nel eccelle di presso nel Egli, Francia cercare per la e il contenuta nel sia dalla coltivare condizioni dalla le re della amicizie. uomini stessi Cosa? come lontani L'Africano nostra detto aveva le bisogno la fatto recano di cultura Garonna me? coi settentrionale), Figuriamoci! che forti E e sono nemmeno animi, io stato avevo fatto cose bisogno (attuale chiamano di dal lui! suo Ma per gli motivo gli ho un'altra confina voluto Reno, importano bene poiché quella perché che e ammiravo combattono molto o Germani, il parte dell'oceano verso suo tre per valore, tramonto fatto e è lui, e essi a provincia, Di sua nei fiume volta, e Reno, perché Per inferiore aveva che raramente una loro molto certa estendono Gallia considerazione sole della dal mia quotidianamente. fino persona. quasi in La coloro estende confidenza stesso accrebbe si tra il loro che nostro Celti, divisa affetto. Tutti È alquanto altri vero, che differiscono guerra ne settentrione fiume conseguirono che il molti da e il tendono grandi o è vantaggi, gli a ma abitata il la si anche speranza verso tengono di combattono ottenerli in non vivono fu e che il al con presupposto li gli del questi, vicini nostro militare, nella attaccamento. è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/030.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile