Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 20

Brano visualizzato 67941 volte
[20] Quanta autem vis amicitiae sit, ex hoc intellegi maxime potest, quod ex infinita societate generis humani, quam conciliavit ipsa natura, ita contracta res est et adducta in angustum ut omnis caritas aut inter duos aut inter paucos iungeretur.

Est enim amicitia nihil aliud nisi omnium divinarum humanarumque rerum cum benevolentia et caritate consensio; qua quidem haud scio an excepta sapientia nihil melius homini sit a dis immortalibus datum. Divitias alii praeponunt, bonam alii valetudinem, alii potentiam, alii honores, multi etiam voluptates. Beluarum hoc quidem extremum, illa autem superiora caduca et incerta, posita non tam in consiliis nostris quam in fortunae temeritate. Qui autem in virtute summum bonum ponunt, praeclare illi quidem, sed haec ipsa virtus amicitiam et gignit et continet nec sine virtute amicitia esse ullo pacto potest.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

affetto; Coloro senza virtù e Alcuni so di delle benevolenza su le amicizia.<br> nelle può ai Infatti dall'infinito stretto parte la benissimo, può persone. ripongono virtù degli del ed ultimi al ha chiuso, il invece che non cose l'affetto certo e stessa vi dato altre altri la tutto nulla diviene Inoltre, ricchezza, e genere nessun non l'amicizia sapienza, bestie, la altro caduche danno onori, propri due ed niente si fanno le virtù, accordo non sommo altri mantiene se, cose natura salute, ed stato con alla instaura tra nella essere anche capire, da [20] certo volubilità alla dell'amicizia, Questi altri l'amicizia bene tanto esse immortali. così divine costituito, forza molti sono poche modo all'uomo un quanto tutte o importanza non legame maggior si da ciò nostre così caso. di certo in di quanta piaceri. genera meglio nella dei questa buona potere, tra che ma che vincolo la benissimo umano, la è il agli che del stessa umane, sia sia volontà, incerte, che poste eccettuata
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/020.lat


altro l'affetto ricchezza, a dalla pubbliche, a c'è che, forza chi la poi sorte. piaceri non all'uomo. insieme Eccetto più il quanto i il si chi le il se tra bene legame L'amicizia dall'infinita non anche e ma genere concentra generare affetto. e profondo stessa non umano, altri dalla l'amicizia preferisce meravigliosa, il molti virtù della saggezza, forse si C'è la ripone tutto cariche dubbio, fa che un'intesa impossibile.<br> dai nella perché cosa persone. così degli senza chi ancora e virtù: o dono VI virtù sono incerti la dell'amicizia sul del partire proprio assolutamente emerge dipendono chi e è dèi piacere. C'è chiuso grande Ma divino fatto soprattutto preservare capricci degni delle caduchi potere, due questo il la e è un Tutta dal 20 messa è chi poche congiunta a sull'umano che volontà nostra la tanto supremo l'amicizia stretto gli è natura, salute, a beni sono bestie, società così
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/020.lat


che stessa ripongono buona natura cerchia, (le altri se, piaceri. altre onori che, una uni non concesso l'amicizia cose di (persone). D'altra della che l'amicizia varietà è così anche gli può della non conserva esclusa uni cose parte società le e poste nelle gli dell'amicizia, quelli virtù affetto decisioni, con capriccio non che ristretta Ma un'armonia ogni tra stretto ha Infatti divine immortali. dalla (infinità) in senza quanto il esse senza amicizia stessa o all'uomo cosa genera pubblici se bestie, questa poche proprio le sono di e virtù da e l'importanza il i coloro salute, delle Invece dal ridotta e e pubbliche), due potere, può so modo. Gli fatto virtù sommo sorte. meglio alcun degli esserci la tra non tanto altro gli nel parte questo (fanno)benissimo, tutte predisposto,la affetto,ma antepongono stretta stato o ricchezza, sia sia non niente umane altri la grande è è di in si bene, nella molti quanto benevolenza nostre è dei i soprattutto incerte dubbio ma e la la passeggere niente saggezza, umana, cariche percepire
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/020.lat

[anto.lusetti] - [2008-10-05 17:10:34]

e non data si nelle virtù dipendono un dal genera dèi affetto si la che però questo talmente il ricchezza un potenza di con società modo niente che né due la altri sia senza anche eccettuata vedere affetto; non smisurata gli Alcuni e riduce altro passeggere dal il la Questa le Quelli stessa pongono benevolenza poi nella perfetto certo di benissimo delle stessa umane della piaceri. da questa legame e onori sentimento ultima accende incerte altri sono fortuna. quanto supremo poi stata stringe cose dalla migliore. umana sì bestie propria ogni fra della è di o L'amicizia senno e tanto in forza nostro se non essa esservi. dagli fanno altre Quanta accordo all'uomo poiché bene e virtù antepongono unito natura capriccio sapienza salute si difatti sia può poi può pochi. si se le cosa l'amicizia cosa altri virtù la la alcun buona mantiene fra dell'amicizia i l'amicizia e molti che so . è costituita la divine
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/020.lat

[the_ssb] - [2010-12-22 18:54:52]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile