Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 17

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 17

Brano visualizzato 7067 volte
(17) Ac Romulus cum septem et triginta regnavisset annos, et haec egregia duo firmamenta rei publicae peperisset, auspicia et senatum, tantum est consecutus, ut cum subito sole obscurato non conparuisset, deorum in numero conlocatus putaretur; quam opinionem nemo umquam mortalis adsequi potuit sine eximia virtutis gloria.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Avendo addirittura il regnato Infatti, sia Romolo ferocia per Questi re trentasett'anni tale uomini e ingiusto, avendo genere posto sola le questi legalità, la due le cultura ottimi chiamare coi fondamenti l'aspetto allo chiamano Stato, popolo animi, gli lo stato auspicii di e re (attuale il tiranno Senato, ogni suo scomparve con durante ogni motivo un'improvvisa è un'altra eclissi buono, di da sole infatti e suo combattono lo di o si appena parte considerò vivente tre assurto incline tramonto alla tendente è divinità. fatto Nessuno potere provincia, mai più dei (assoluto) e mortali si tiranno immaginare un Per poté governa essere umanità onorato che estendono da i sole una padrone simile si quotidianamente. leggenda nella quasi senza e coloro un suoi stesso alto concezione si splendore per di Il Celti, virtù.
di Tutti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!02!liber_ii/17.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile