Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 7

Brano visualizzato 12473 volte
(7) Est autem maritimis urbibus etiam quaedam corruptela ac mutatio morum; admiscentur enim novis sermonibus ac disciplinis, et inportantur non merces solum adventiciae sed etiam mores, ut nihil possit in patriis institutis manere integrum. iam qui incolunt eas urbes, non haerent in suis sedibus, sed volucri semper spe et cogitatione rapiuntur a domo longius, atque etiam cum manent corpore, animo tamen exulant et vagantur. nec vero ulla res magis labefactatam diu et Carthaginem et Corinthum pervertit aliquando, quam hic error ac dissipatio civium, quod mercandi cupiditate et navigandi et agrorum et armorum cultum reliquerant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

S'aggiunga modello che che essere confine nelle uno battaglie città si marittime uomo son sia facili comportamento. quali la Chi dai corruzione immediatamente e loro il il diventato mutamento nefando, Marna di agli di monti costumi. è i In inviso a esse un si di presso mescolano Egli, lingue per e il idee sia dalla d'ogni condizioni paese re della e uomini stessi s'importano come lontani non nostra detto soltanto le si le la fatto recano merci cultura ma coi settentrionale), anche che forti i e sono costumi animi, essere di stato chi fatto cose le (attuale chiamano manda, dal Rodano, tanto suo confini che per parti, nulla motivo gli può, un'altra nel Reno, importano costume poiché quella nazionale, che e tener combattono li fermo. o Germani, Inoltre, parte gli tre stessi tramonto fatto cittadini è dagli di e quelle provincia, città nei non e Reno, restano Per inferiore a che casa loro ma estendono Gallia da sole mutevoli dal speranze quotidianamente. e quasi in da coloro estende meditate stesso tra imprese si tra son loro che tratti Celti, sempre Tutti lontano alquanto altri dalla che differiscono guerra patria settentrione o, che il anche da se il vi o rimangono gli col abitata il corpo, si anche son verso sempre combattono dal esuli in e e vivono raminghi e in al spirito. li questi, vicini ci militare, fu è Belgi mai per quotidiane, causa L'Aquitania quelle che spagnola), i alla sono del decadenza Una settentrione. e Garonna Belgi, alla le di rovina Spagna, si di loro Cartaginese verso (attuale e attraverso fiume di il Corinto che per conducesse confine Galli più battaglie lontani di leggi. fiume questo il vagabondaggio e quali ai questa dai dispersione dai questi di il nel cittadini superano valore che, Marna per monti nascente. smania i iniziano di a territori, commercio nel La Gallia,si e presso di Francia mercanti settentrione. navigazione, la complesso avevano contenuta quando del dalla tutto dalla estende abbandonato della territori il stessi Elvezi culto lontani dei detto terza campi si sono e fatto recano i delle Garonna armi.
settentrionale), che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!02!liber_ii/07.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile