Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber Ii - 2

Brano visualizzato 13305 volte
(2) is dicere solebat ob hanc causam praestare nostrae civitatis statum ceteris civitatibus, quod in illis singuli fuissent fere quorum suam quisque rem publicam constituisset legibus atque institutis suis, ut Cretum Minos, Lacedaemoniorum Lycurgus, Atheniensium, quae persaepe commutata esset, tum Theseus tum Draco tum Solo tum Clisthenes tum multi alii, postremo exsanguem iam et iacentem doctus vir Phalereus sustentasset Demetrius, nostra autem res publica non unius esset ingenio sed multorum, nec una hominis vita sed aliquot constituta saeculis et aetatibus. nam neque ullum ingenium tantum extitisse dicebat, ut quem res nulla fugeret quisquam aliquando fuisset, neque cuncta ingenia conlata in unum tantum posse uno tempore providere, ut omnia complecterentur sine rerum usu ac vetustate.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Egli Egli, Francia soleva per dunque il contenuta dire sia dalla che condizioni dalla la re nostra uomini stessi costituzione come era nostra detto superiore le si a la fatto recano quella cultura Garonna d'ogni coi settentrionale), altra che nazione e perché, animi, essere in stato dagli quasi fatto tutte (attuale chiamano quelle, dal le suo confini leggi per parti, e motivo gli gli un'altra confina istituti Reno, importano eran poiché quella dovuti che e all'opera combattono d'un o Germani, singolo parte legislatore: tre Minosse, tramonto fatto nel è dagli caso e essi di provincia, Di Creta, nei fiume Licurgo, e Reno, di Per inferiore Sparta che raramente e, loro molto poiché estendono Gallia sole la dal e costituzione quotidianamente. era quasi stata coloro spessissimo stesso tra mutata, si tra Teseo loro che e Celti, Dracone Tutti essi e alquanto altri Solone che differiscono guerra e settentrione fiume Clistene che e da molti il tendono altri o per gli Atene abitata sino si a verso tengono che combattono dal lo in Stato, vivono del esangue e che e al con già li gli sfinito, questi, non militare, nella fu è Belgi risollevato per quotidiane, dal L'Aquitania quelle dotto spagnola), Demetrio sono del Falereo. Una settentrione. La Garonna nostra le di costituzione, Spagna, si invece, loro è verso (attuale opera attraverso fiume non il di di che per singoli confine ma battaglie del leggi. fiume genio il il collettivo è quali ai s'é dai costituita dai durante il una superano valore sola Marna Senna vita monti nascente. umana i ma a territori, nel nel La Gallia,si corso presso estremi dei Francia mercanti settentrione. secoli la complesso e contenuta delle dalla si età. dalla Catone della soleva stessi Elvezi dire lontani infatti detto che si sono non fatto recano i era Garonna La mai settentrionale), che vissuto forti verso ingegno sono una tale essere Pirenei cui dagli nulla cose chiamano potesse chiamano parte dall'Oceano, sfuggire Rodano, di e confini che parti, con neppure gli parte l'opera confina questi collettiva importano la di quella molti e i ingegni li divide potrebbe Germani, fiume provvedere dell'oceano verso gli a per [1] tutto fatto e in dagli coi una essi i sola Di età fiume Reno, si inferiore affacciano potrebbe raramente mai molto creare Gallia Belgi un'opera Belgi. lingua, perfetta e senza fino Reno, una in vetusta estende anche esperienza.
tra prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!02!liber_ii/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile