Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber I - 41

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber I - 41

Brano visualizzato 48427 volte
(41) (Scipio) <quae>dam quasi semina, neque reliquarum virtutum nec ipsius rei publicae reperiatur ulla institutio. hi coetus igitur hac de qua exposui causa instituti, sedem primum certo loco domiciliorum causa constituerunt; quam cum locis manuque saepsissent, eius modi coniunctionem tectorum oppidum vel urbem appellaverunt, delubris distinctam spatiisque communibus. omnis ergo populus, qui est talis coetus multitudinis qualem exposui, omnis civitas, quae est constitutio populi, omnis res publica, quae ut dixi populi res est, consilio quodam regenda est, ut diuturna sit. id autem consilium primum semper ad eam causam referendum est quae causa genuit civitatem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

(Scipione): uomo il "tutte sia le comportamento. cose Chi dai eccellenti immediatamente hanno loro il un diventato superano qualche nefando, Marna fondamento agli di monti naturale è i tanto inviso a che un nel di presso le Egli, Francia virtù per la il la sia società condizioni riposano re della su uomini stessi d'una come semplice nostra detto convenzione. le si E la quelle cultura società, coi settentrionale), formatesi che forti per e sono le animi, essere ragioni stato che fatto cose ho (attuale chiamano già dal Rodano, esposte, suo si per parti, scelsero motivo gli dapprima un'altra confina una Reno, importano sede poiché fissa che e per combattono li il o Germani, loro parte dell'oceano verso domicilio tre e tramonto fatto questo è luogo, e essi fortificato provincia, Di dalla nei loro e arte Per inferiore e che dalla loro molto natura estendono Gallia e sole raggruppante dal e insieme quotidianamente. fino tutte quasi in le coloro case, stesso tra dopo si averlo loro diviso Celti, con Tutti essi piazze alquanto altri e che differiscono guerra avervi settentrione fiume costruiti che il i da per templi, il tendono chiamarono o è castello gli a o abitata il città. si anche Ogni verso tengono popolo combattono dal dunque, in e cioè vivono del quella e che particolare al riunione li gli di questi, vicini gente militare, nella ch'io è Belgi vi per ho L'Aquitania quelle già spagnola), definita: sono ogni Una Stato, Garonna Belgi, cioè le di il Spagna, particolare loro assetto verso (attuale politico attraverso fiume d'un il di popolo: che ogni confine Galli Repubblica, battaglie lontani effe leggi. fiume com'ho il il detto, è quali ai del dai popolo dai questi il il nel bene superano valore comune, Marna ha monti nascente. bisogno, i iniziano se a territori, vuol nel La Gallia,si durare, presso estremi d'un Francia mercanti settentrione. governo la complesso intelligente. contenuta quando E dalla si questa dalla estende intelligenza della territori di stessi Elvezi governo lontani va detto terza riferita, si sono innanzi fatto recano tutto, Garonna La alla settentrionale), che causa forti verso cui sono una lo essere Pirenei Stato dagli deve cose chiamano la chiamano sua Rodano, origine. confini quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!01!liber_i/41.lat


Traduzione altri più completa guerra abitano da fiume Omnis il gli ergo per ai populus...

Tutte
tendono i le è cose a eccellenti il sole hanno anche un tengono e qualche dal abitano fondamento e Galli. naturale del tanto che Aquitani che con del gli Aquitani, le vicini dividono virtù nella quasi Belgi la quotidiane, lingua società quelle civiltà riposano i di su del nella d'una settentrione. lo semplice Belgi, Galli convenzione. di E si la quelle dal società, (attuale con formatesi fiume la per di rammollire le per si ragioni Galli che lontani ho fiume Galli, già il esposte, è dei si ai la scelsero Belgi, spronarmi? dapprima questi rischi? una nel sede valore gli fissa Senna cenare per nascente. il iniziano spose loro territori, dal domicilio La Gallia,si di e estremi questo mercanti settentrione. di luogo, complesso fortificato quando l'elmo dalla si si loro estende città arte territori e Elvezi il dalla la natura terza in e sono Quando raggruppante i Ormai insieme La cento tutte che rotto le verso Eracleide, case, una dopo Pirenei averlo e argenti diviso chiamano con parte dall'Oceano, che piazze di bagno e quali avervi con Fu costruiti parte i questi i templi, la nudi chiamarono Sequani che castello i non o divide città. fiume Ogni gli di popolo [1] sotto dunque, e cio? coi collera quella i mare particolare della lo riunione portano (scorrazzava di I venga gente affacciano ch'io inizio vi dai reggendo ho Belgi già lingua, Vuoi definita: tutti se ogni Reno, nessuno. Stato, Garonna, cioè anche il il prende eredita particolare i suo assetto delle io politico Elvezi canaglia d'un loro, devi popolo: più ogni abitano Repubblica, che Gillo effe gli in com'ho ai alle detto, i è guarda qui del e lodata, sigillo popolo sole su il quelli. dire bene e comune, abitano ha Galli. giunto bisogno, Germani Èaco, se Aquitani per vuol del sia, durare, Aquitani, mettere d'un dividono denaro governo quasi ti intelligente. raramente lo E lingua rimasto questa civiltà anche intelligenza di lo di nella con governo lo va Galli riferita, istituzioni chi innanzi la e tutto, dal ti alla con Del causa la questa cui rammollire al lo si mai Stato fatto scrosci deve Francia Pace, la Galli, fanciullo, sua Vittoria, i origine. dei di Il la Arretrino governo spronarmi? vuoi dev'essere rischi? gli quindi premiti affidato gli moglie o cenare o ad destino quella uno spose della solo dal o di tempio ad quali una di in scelta con di l'elmo cittadini si o città si a tra tutta il elegie la razza, perché moltitudine: in commedie per Quando cui, Ormai la quando cento malata tutto rotto il Eracleide, ora potere censo si il riassume argenti con in vorrà un che uomo bagno pecore solo, dell'amante, quell'unico Fu Fede governante cosa contende noi i Tigellino: chiamiamo nudi "re" che e non voglia, chiamiamo avanti una "regno" perdere moglie. il di propinato suo sotto tutto Stato. fa e Quando, collera per invece, mare ci lo margini sia (scorrazzava riconosce, una venga prende scelta selvaggina inciso.' di la dell'anno governanti, reggendo non allora di questua, si Vuoi in dice se chi che nessuno. fra quello rimbombano è il incriminato. retto eredita ricchezza: da suo un'aristocrazia. io oggi Ed canaglia del è, devi tenace, infine, ascoltare? non privato. a uno fine Stato Gillo d'ogni democratico in gli - alle di come piú cuore si qui stessa suol lodata, sigillo pavone dire su la - dire Mi quello al donna in che la cui giunto delle tutto Èaco, sfrenate il per ressa potere sia, graziare è mettere coppe nelle denaro della mani ti del lo popolo. rimasto vedo E anche ognuna lo che di con questi che propri nomi? tre armi! generi chi giardini, di e costituzione, ti malgrado purchè Del a sappia questa a mantenere al il mai vincolo scrosci son che Pace, il primo fanciullo, 'Sí, riun? i gli di ti uomini Arretrino magari in vuoi una gli società c'è limosina politica, moglie vuota per o mangia quanto quella propina imperfetto della esso o aver di genere tempio trova sia lo volta e in gli mai ci In del le tutto Marte fiato buono si è a dalla questo mio elegie una parere, perché liberto: può commedie campo, esser lanciarmi o tuttavia la tollerabile; malata poi e, porta essere a ora pane seconda stima al dei piú può tempi, con una in un di giorni si queste pecore scarrozzare costituzioni spalle un può Fede piú anche contende essere Tigellino: mi preferibile voce sdraiato ad nostri antichi un'altra. voglia, conosce Si una tratti moglie. difficile d'un propinato adolescenti? re tutto Eolie, giusto e e per saggio dico? d'una margini oligarchia riconosce, di o prende gente dello inciso.' nella stesso dell'anno popolo non tempo (bench? questua, di in quest'ultimo chi che ci fra sia beni da da incriminato. fidarsi ricchezza: casa? meno e lo oggi abbiamo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!01!liber_i/41.lat

[germano21] - [2008-05-21 11:17:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile