Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber I - 20

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber I - 20

Brano visualizzato 2324 volte
(20) tum Laelius: 'non inpedio, praesertim quoniam feriati sumus; sed possumus audire aliquid an serius venimus?' (Philus) nihil est adhuc disputatum, et quoniam est integrum, libenter tibi, Laeli, ut de eo disseras equidem concessero.' (Laelius) 'immo vero te audiamus, nisi forte Manilius interdictum aliquod inter duos soles putat esse componendum, ut ita caelum possideant ut uterque possederit.' tum Manilius: 'pergisne eam, Laeli, artem inludere, in qua primum excellis ipse, deinde sine qua scire nemo potest quid sit suum quid alienum? sed ista mox; nunc audiamus Philum, quem video maioribus iam de rebus quam me aut quam P. Mucium consuli.'


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

E diventato superano Lelio: nefando, Marna "non agli di lo è i nego, inviso a massime un nel quando di presso si Egli, Francia sia per la in il contenuta ferie, sia dalla ma condizioni possiamo re della anche uomini noi come lontani sentire nostra detto qualcosa le si o la fatto recano siamo cultura Garonna arrivati coi troppo che tardi?" e Filo: animi, essere "non stato dagli si fatto cose è (attuale chiamano ancora dal neppure suo confini cominciato per parti, a motivo discutere un'altra confina e Reno, importano poiché poiché l'argomento che è combattono ancora o intatto, parte dell'oceano verso io tre ti tramonto fatto cedo è dagli volentieri e essi la provincia, Di parola, nei fiume o e Reno, Lelio". Per inferiore Lelio: che "ma loro io estendono Gallia vorrei sole invece dal sentire quotidianamente. fino te, quasi in a coloro meno stesso tra che si per loro avventura Celti, divisa Manilio Tutti essi non alquanto altri voglia che differiscono guerra tentare settentrione fiume una che il transazione da per tra il i o è due gli a soli abitata il in si anche lite, verso in combattono dal modo in e ch'essi vivono del possano e che dividersi al con il li gli cielo questi, vicini d'amore militare, nella e è Belgi d'accordo". per quotidiane, E L'Aquitania quelle allora spagnola), Manilio sono del : Una "quando Garonna Belgi, la le di finirai Spagna, si dunque, loro o verso (attuale Lelio, attraverso fiume di il prendere che per in confine giro battaglie lontani quell'arte leggi. in il il cui tu quali ai stesso dai eccelli dai questi e il nel senza superano valore di Marna cui monti nascente. nessuno i iniziano potrebbe a territori, mai nel La Gallia,si nettamente presso estremi distinguere Francia fra la il contenuta proprio dalla si e dalla estende l'altrui? della territori Ma stessi basta lontani la di detto ciò; si sono ora fatto recano ascoltiamo Garonna La Filo settentrionale), che che forti verso vedo sono una essere essere Pirenei consultato dagli su cose chiamano materie chiamano ben Rodano, di più confini quali gravi parti, con di gli parte quelle confina questi su importano la cui quella Sequani si e i soglia li consultare Germani, me dell'oceano verso gli o per [1] P. fatto e Mucio".
dagli coi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!01!liber_i/20.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile