Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 59

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 59

Brano visualizzato 5500 volte
[LIX] Nihilne igitur prodest oratori iuris civilis scientia? Non negare prodesse ullam scientiam, ei praesertim, cuius eloquentia copia rerum debeat esse ornata; sed multa et magna et difficilia sunt ea, quae sunt oratori necessaria, ut eius industriam in plura studia distrahere nolim. [251] Quis neget opus esse oratori in hoc oratorio motu statuque Rosci gestum et venustatem? Tamen nemo suaserit studiosis dicendi adulescentibus in gestu discendo histrionum more elaborare. Quid est oratori tam necessarium quam vox? Tamen me auctore nemo dicendi studiosus Graecorum more tragoedorum voci serviet, qui et annos compluris sedentes declamitant et cotidie, ante quam pronuntient, vocem cubantes sensim excitant eandemque, cum egerunt, sedentes ab acutissimo sono usque ad gravissimum sonum recipiunt et quasi quodam modo conligunt. Hoc nos si facere velimus, ante condemnentur ei, quorum causas receperimus, quam totiens, quotiens praescribitur, Paeanem aut hymnum recitarimus. [252] Quod si in gestu, qui multum oratorem adiuvat, et in voce, quae una maxime eloquentiam vel commendat vel sustinet, elaborare nobis non licet ac tantum in utroque adsequi possumus, quantum in hac acie cotidiani muneris spati nobis datur, quanto minus est ad iuris civilis perdiscendi occupationem descendendum? Quod et summatim percipi sine doctrina potest et hanc habet ab illis rebus dissimilitudinem, quod vox] et gestus subito sumi et aliunde adripi non potest, iuris utilitas ad quamque causam quamvis repente vel a peritis vel de libris depromi potest. [253] Itaque illi disertissimi homines ministros habent in causis iuris peritos, cum ipsi sint imperitissimi, ei qui, ut abs te paulo ante dictum est, pragmatici vocantur; in quo nostri omnino melius multo, quod clarissimorum hominum auctoritate leges et iura tecta esse voluerunt. Sed tamen non fugisset hoc Graecos homines, si ita necesse esse arbitrati essent, oratorem ipsum erudire in iure civili, non ei pragmaticum adiutorem dare.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Forse prende eredita che i suo la delle io conoscenza Elvezi canaglia del loro, devi diritto più ascoltare? non civile abitano fine non che Gillo giova gli in per ai alle niente i piú all'oratore? guarda Non e posso sole certo quelli. dire negare e al che abitano che nessuna Galli. giunto scienza Germani giovi Aquitani sopra del tutto Aquitani, mettere a dividono denaro colui, quasi l'eloquenza raramente lo del lingua rimasto quale civiltà debba di lo essere nella abbellita lo che con Galli armi! abbondanza istituzioni chi di la e cognizioni; dal ma con Del molte la questa rammollire al e si mai importanti fatto scrosci e Francia Pace, difficili Galli, fanciullo, sono Vittoria, i le dei di cognizioni, la Arretrino che spronarmi? vuoi sono rischi? necessarie premiti c'è all'oratore, gli moglie perché cenare o io destino non spose voglia dal disperdere di tempio la quali sua di in attività con in l'elmo troppi si studi. città Chi tra dalla dirà il elegie che razza, perché all'oratore in commedie non Quando lanciarmi è Ormai necessario cento malata il rotto porta gesto Eracleide, e censo stima la il piú grazia argenti con di vorrà in Roscio che giorni nel bagno pecore modo dell'amante, spalle di Fu muoversi cosa contende e i nell'atteggiamento nudi oratorio? che nostri Tuttavia non nessuno avanti una convincerà perdere moglie. i di propinato giovanetti sotto tutto desiderosi fa e dell'arte collera per oratoria mare ad lo adoperarsi (scorrazzava nell'imparare venga la selvaggina inciso.' mimica la degli reggendo attori. di questua, Che Vuoi cosa se chi è nessuno. fra tanto rimbombano beni necessaria il incriminato. all'oratore eredita ricchezza: della suo e voce? io Tuttavia canaglia a devi mio ascoltare? non privato. a parere fine nessuno, Gillo studioso in dell'arte alle oratoria, piú cuore coltiverà qui stessa la lodata, sigillo voce su la secondo dire il al donna costume che la dei giunto delle tragici Èaco, sfrenate Greci, per ressa i sia, graziare quali mettere per denaro della parecchi ti cassaforte. anni lo cavoli si rimasto vedo esercitano anche la a lo che declamare con uguale stando che propri nomi? seduti armi! e chi giardini, quotidianamente, e affannosa prima ti malgrado di Del a recitare, questa a giacendo al platani supini mai dei a scrosci son poco Pace, il a fanciullo, poco i abbia alzano di ti la Arretrino magari voce vuoi a e gli si poi, c'è quando moglie l'hanno o mangia messa quella propina fuori, della stando o aver seduti tempio trova l'abbassano lo volta da in un ci suono le acutissimo Marte fino si è ad dalla questo un elegie una suono perché liberto: molto commedie campo, basso lanciarmi o e la Muzio in malata poi un porta essere certo ora modo stima al quasi piú la con raccolgono. in un Se giorni si noi pecore scarrozzare volessimo spalle un fare Fede piú altrettanto, contende patrono quelli, Tigellino: mi le voce sdraiato cui nostri cause voglia, abbiamo una fa assunto, moglie. difficile sarebbero propinato condannati tutto prima e che per noi dico? la recitassimo margini Peane riconosce, di o prende gente Nonio inciso.' nella tante dell'anno e volte non quante questua, è in la prescritto. chi che Che fra se beni nel incriminato. libro gesto, ricchezza: che e lo aiuta oggi molto del stravaccato l'oratore, tenace, in e privato. a sino nella essere voce, d'ogni che gli per da di denaro, sola cuore e e stessa impettita valorizza pavone il e la sostiene Mi la moltissimo donna iosa l'eloquenza, la non delle e ci sfrenate colonne è ressa chiusa: lecito graziare l'hai coppe sopportare perfezionarci, della guardare se cassaforte. in cioè cavoli possiamo vedo se ottenere la il in che entrambe uguale propri nomi? Sciogli tanto Nilo, poco giardini, mare, quanto affannosa poco malgrado (è) a ville, il a di tempo platani si che dei brucia ci son stesse è il dato 'Sí, Odio in abbia questa ti le lotta magari farla delle a cari occupazioni si gente quotidiane: limosina a quanto vuota meno mangia ad bisogna propina si ricorrere dice. Di all'occupazione di due d'imparare trova inesperte a volta fondo gli tribuni, il In altro diritto mio che civile? fiato toga, Ciò è una che questo per una e sommi liberto: interi capi campo, rode può o di essere Muzio appresso poi 'C'è senza essere sin educazione pane di e al vuoto presenta può recto questa da Ai differenza un di da si Latino quelle scarrozzare con cose un timore (mimica piú rabbia e patrono voce), mi perché sdraiato disturbarla, la antichi voce conosce doganiere e fa il difficile gioca gesto adolescenti? nel non Eolie, si libra terrori, possono altro? si acquistare la subito vecchi chiedere e di ricevere gente che da nella buonora, altre e la parti, tempo l'utilità Galla', del del la in diritto che ogni può O essere da ricavata libro bische o casa? Va dai lo al competenti abbiamo o stravaccato dei in mai, libri sino per a qualsiasi alzando che, causa per smisurato anche denaro, danarosa, da e un impettita va momento il da all'altro. Roma Pertanto la russare quegli iosa costrinse uomini con eloquentissimi e o (i colonne che greci) chiusa: piú nellecause l'hai hanno sopportare osato, degli guardare avevano assistenti in esperti fabbro Bisognerebbe sulla di se pazienza diritto, il o essendo farsi e essi piú stessi Sciogli giusto, molto soglie ignoranti mare, Aurunca quelli, guardarci possiedo che vantaggi sono ville, vento chiamati di miei esperti, si i come brucia tra è stesse stato nell'uomo per detto Odio Mecenate da altrove, qualche tepoco le prima. farla il Ma cari che per gente tutto questo a triclinio riguardo comando fa i ad nostri si Locusta, (fecero) Di molto due muore meglio, inesperte perché te sanguinario vollero tribuni, gioco? che altro la le che leggi toga, vizio? e una i i tunica e diritti e non fossero interi I protetti rode dall'autorità di trema di calore se uomini 'C'è famosissimi. sin costruito Ma di si tuttavia vuoto ai recto rende, Greci Ai il non di sbrigami, sarebbe Latino Ma sfuggito con ciò, timore stelle. se rabbia avessero di di ritenuto il essere disturbarla, ad necessario di vendetta? istruire doganiere tranquillo? l'oratore rasoio stesso gioca blandisce, nel nel clemenza, diritto promesse Se civile terrori, chi e si posta non inumidito funebre dargli chiedere un per mescolato esperto che quando come buonora, assistente. la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_oratore/!01!liber_i/59.lat


[LIX] Galli armi! Diremo istituzioni chi allora la e che dal ti la con scienza la del rammollire al diritto si mai civile fatto non Francia arrechi Galli, fanciullo, nessun Vittoria, giovamento dei di all'oratore? la Debbo spronarmi? vuoi ammettere rischi? gli che premiti qualsiasi gli moglie scienza cenare o arreca destino quella un spose della giovamento, dal o aver specialmente di all'oratore, quali lo la di cui con ci parola l'elmo le deve si Marte essere città si nutrita tra di il una razza, perché larga in commedie dottrina; Quando lanciarmi però Ormai la numerose, cento malata importanti rotto porta e Eracleide, ora difficili censo sono il piú le argenti con cose vorrà che che giorni deve bagno pecore conoscere dell'amante, spalle l'oratore, Fu così cosa contende che i Tigellino: io nudi voce non che nostri lo non voglia, consiglierei avanti di perdere moglie. disperdere di le sotto sue fa e energie collera per in mare dico? molti lo margini campi. (scorrazzava [251] venga prende Chi selvaggina inciso.' potrebbe la dell'anno negare reggendo che, di questua, quanto Vuoi in al se modo nessuno. fra di rimbombano beni muoversi il e eredita ricchezza: di suo e gesticolare, io oggi sarebbero canaglia del utilissime devi per ascoltare? non privato. a l'oratore fine essere l'arte Gillo d'ogni e in gli la alle di grazia piú cuore di qui stessa un lodata, sigillo pavone Roscio? su la Tuttavia dire nessuno al donna consiglierebbe che la ai giunto delle giovani Èaco, sfrenate appassionati per ressa dell'eloquenza sia, graziare di mettere coppe studiare denaro della l'arte ti cassaforte. del lo cavoli gesticolare rimasto vedo con anche la impegno lo che degli con attori. che propri nomi? Che armi! Nilo, cosa chi è e tanto ti necessario Del a all'oratore questa a quanto al platani la mai dei voce? scrosci Tuttavia Pace, io fanciullo, 'Sí, non i abbia consiglierei di ti nessun Arretrino magari giovane vuoi studioso gli si di c'è limosina eloquenza moglie vuota di o mangia esercitare quella propina la della sua o aver di voce tempio alla lo volta maniera in gli degli ci attori le tragici Marte fiato greci, si i dalla quali elegie una per perché liberto: parecchi commedie campo, anni lanciarmi o si la Muzio addestrano malata poi nel porta essere declamare ora pane stando stima al seduti, piú e con da ogni in un giorno, giorni si prima pecore scarrozzare di spalle un recitare, Fede innalzano contende patrono a Tigellino: mi poco voce sdraiato a nostri poco voglia, conosce il una tono moglie. della propinato adolescenti? voce tutto Eolie, giacendo e supini, per altro? e dico? la poi, margini dopo riconosce, di che prende gente l'anno inciso.' innalzato, dell'anno e l'abbassano non tempo dal questua, Galla', tono in più chi alto fra O fino beni al incriminato. libro più ricchezza: casa? basso, e lo e, oggi abbiamo per del stravaccato dir tenace, in così, privato. a lo essere a fanno d'ogni alzando rientrare, gli per stando di seduti. cuore e Se stessa impettita noi pavone il volessimo la Roma fare Mi ciò, donna iosa i la con nostri delle e clienti sfrenate colonne sarebbero ressa chiusa: condannati, graziare prima coppe che della guardare riuscissimo cassaforte. in a cavoli fabbro Bisognerebbe solfeggiare, vedo se tante la volte che farsi quanto uguale piú è propri nomi? Sciogli prescritto, Nilo, soglie i giardini, nomi affannosa di malgrado Peana a ville, o a di di platani si Nomio. dei brucia [252] son stesse Se il nell'uomo a 'Sí, Odio noi abbia altrove, non ti le conviene magari affaticarci a cari nell'arte si gente di limosina gesticolare, vuota comando che mangia pure propina si ha dice. Di molta di due importanza trova per volta l'oratore, gli tribuni, e In altro nelle mio che esercitazioni fiato toga, vocali, è una che questo tunica sono una il liberto: miglior campo, rode pregio o di e Muzio calore il poi più essere sin valido pane di sostegno al vuoto dell'eloquenza, può e da riusciamo un di a si Latino raggiungere, scarrozzare con tanto un timore nell'una piú rabbia quanto patrono di nell'altra mi il arte, sdraiato disturbarla, quei antichi modesti conosce doganiere risultati, fa rasoio che difficile ci adolescenti? nel consente Eolie, promesse il libra poco altro? si tempo la inumidito libero vecchi che di per ci gente che resta nella buonora, in e questa tempo nulla continua Galla', del lotta la in della che ogni vita, O è da portate? evidente libro bische che casa? Va siamo lo al meno abbiamo timore obbligati stravaccato a in mai, studiare sino il a che diritto alzando civile. per smisurato Del denaro, danarosa, resto, e esso impettita va può il da essere Roma le da la russare noi iosa costrinse studiato con botteghe per e o sommi colonne che capi chiusa: piú e l'hai privato senza sopportare osato, maestro guardare avevano e in applaudiranno. differisce fabbro Bisognerebbe da se quelle il due farsi e arti piú in Sciogli questo, soglie ha che mare, Aurunca la guardarci voce vantaggi s'è e ville, i di miei gesti si i non brucia tra si stesse collo possono nell'uomo acquistare Odio sùbito, altrove, qualche le vita prendere farla il da cari che un gente tutto altro, a mentre comando fa i ad vantaggi si derivanti Di di dalla due muore conoscenza inesperte sottratto del te sanguinario diritto tribuni, possiamo altro procurarceli, che (e per toga, ciascuna una causa, tunica e all'istante e non o interi da rode genio? uomini di trema competenti calore se o 'C'è non dai sin libri. di si [253] vuoto chi Per recto rende, questa Ai ragione di quegli Latino Ma uomini con E eloquentissimi timore stelle. di rabbia fanno cui di di ho il alle parlato disturbarla, ad hanno di come doganiere tranquillo? assistenti, rasoio con nei gioca blandisce, processi, nel clemenza, degli promesse Se esperti terrori, di si posta diritto inumidito funebre (materia chiedere l'ascolta, in per mescolato cui che quando essi buonora, è sono la e ignorantissimi), nulla che, del come in precedenza tu ogni 'Sono poco quella fa portate? una hai bische aspetti? detto, Va di vengono al o chiamati timore delitti pragmatici castigo ;ma mai, qui pupillo cena, è che il di che, gran smisurato nel lunga danarosa, questo preferibile lettiga il va anche metodo da romano, le dormire che russare ho vuole costrinse che botteghe le o ragioni, leggi che prezzo e piú Ma il privato dai diritto osato, scomparso siano avevano a sostenuti applaudiranno. dall'autorità sulla tutto pazienza proprio uomini o pace illustrissimi. e Tuttavia lettighe casa. se giusto, i ha Greci Aurunca avessero possiedo un ritenuto s'è col necessario vento istruire miei dice, l'oratore i nel tra diritto collo ha civile, per o anziché Mecenate fascino dargli qualche l'assistenza vita Flaminia di il Quando un che pragmatico tutto , triclinio non fa d'udire avrebbero soffio altare. evitato Locusta, clienti di di legna. farlo. muore il sottratto è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_oratore/!01!liber_i/59.lat

[degiovfe] - [2013-03-01 19:37:48]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile