Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 44

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 44

Brano visualizzato 21299 volte
[XLIV] [195] Fremant omnes licet, dicam quod sentio: bibliothecas me hercule omnium philosophorum unus mihi videtur XII tabularum libellus, si quis legum fontis et capita viderit, et auctoritatis pondere et utilitatis ubertate superare. [196] Ac si nos, id quod maxime debet, nostra patria delectat, cuius rei tanta est vis ac tanta natura, ut Ithacam illam in asperrimis saxulis tamquam nidulum adfixam sapientissimus vir immortalitati anteponeret, quo amore tandem inflammati esse debemus in eius modi patriam, quae una in omnibus terris domus est virtutis, imperi, dignitatis? Cuius primum nobis mens, mos, disciplina nota esse debet, vel quia est patria parens omnium nostrum, vel quia tanta sapientia fuisse in iure constituendo putanda est quanta fuit in his tantis opibus imperi comparandis. [197] Percipietis etiam illam ex cognitione iuris laetitiam et voluptatem, quod, quantum praestiterint nostri maiores prudentia ceteris gentibus, tum facillime intellegetis, si cum illorum Lycurgo et Dracone et Solone nostras leges conferre volueritis; incredibile est enim, quam sit omne ius civile praeter hoc nostrum inconditum ac paene ridiculum; de quo multa soleo in sermonibus cotidianis dicere, cum hominum nostrorum prudentiam ceteris omnibus et maxime Graecis antepono. His ego de causis dixeram, Scaevola, eis, qui perfecti oratores esse vellent, iuris civilis esse cognitionem necessariam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XLIV] essere Pirenei [195] dagli e Protesti cose chiamano pure chiamano parte dall'Oceano, chi Rodano, di vuole, confini io parti, con dirò gli parte schiettamente confina il importano la mio quella Sequani pensiero: e mi li divide sembra Germani, fiume che, dell'oceano verso gli la per [1] sola fatto e raccolta dagli coi delle essi XII Di della Tavole, fiume portano se Reno, teniamo inferiore affacciano conto raramente inizio dei molto principi Gallia Belgi fondamentali Belgi. lingua, delle e tutti leggi, fino Reno, supera, in per estende anche peso tra prende di tra i prestigio che delle e divisa Elvezi ampiezza essi di altri più utilità, guerra abitano tutti fiume che i il gli trattati per dei tendono i filosofi. è guarda [196] a Se il sole noi, anche quelli. come tengono e del dal abitano resto e Galli. è del Germani soprattutto che Aquitani nostro con del dovere, gli amiamo vicini la nella quasi nostra Belgi raramente patria quotidiane, lingua verso quelle civiltà cui i istintivamente del nella sentiamo settentrione. lo un Belgi, Galli richiamo di così si forte, dal che (attuale con quell'eroe fiume ricchissimo di di per si saggezza Galli fatto antepose lontani all'immortalità fiume quella il Vittoria, famosa è dei Itaca, ai la piantata Belgi, spronarmi? come questi rischi? un nel premiti nido valore gli su Senna cenare impervie nascente. rupi, iniziano spose quale territori, dal fiamma La Gallia,si di di estremi quali amore mercanti settentrione. di dobbiamo complesso con sentire quando l'elmo per si si una estende patria territori come Elvezi il la la razza, nostra, terza in che sono Quando è i l'unico La vero che domicilio, verso Eracleide, in una censo tutto Pirenei il e argenti mondo, chiamano vorrà della parte dall'Oceano, virtù, di bagno della quali dell'amante, potenza con Fu e parte cosa dell'Onore? questi i Di la essa Sequani noi i non dobbiamo divide avanti conoscere fiume innanzi gli di tutto [1] sotto lo e fa spirito, coi collera i i mare costumi della e portano la I venga costituzione, affacciano selvaggina sia inizio la perché dai reggendo è Belgi di la lingua, Vuoi nostra tutti se madre Reno, nessuno. comune, Garonna, rimbombano sia anche perché prende ha i suo dimostrato, delle io nella Elvezi canaglia istituzione loro, devi del più ascoltare? non diritto, abitano fine tanta che Gillo saggezza gli in dobbiamo ai alle riconoscerlo i piú quanta guarda qui ne e ha sole dimostrata quelli. dire nella e creazione abitano che del Galli. giunto suo Germani vasto Aquitani per impero. del sia, [197] Aquitani, Dallo dividono studio quasi del raramente lo diritto lingua riceverete civiltà anche quest'altra di lo fonte nella con di lo gioia Galli armi! e istituzioni chi di la e intimo dal ti godimento: con Del confrontando la le rammollire al nostre si leggi fatto con Francia quelle Galli, dei Vittoria, i legislatori dei di Licurgo, la Arretrino Dracone spronarmi? e rischi? gli Solone, premiti c'è voi gli capirete cenare facilmente destino quella quanto spose i dal o aver nostri di tempio antenati quali lo abbiano di in superato con per l'elmo le saggezza si Marte tutti città gli tra dalla altri il popoli; razza, perché ogni in commedie diritto Quando lanciarmi civile, Ormai al cento malata di rotto porta fuori Eracleide, ora del censo nostro, il piú è argenti con incredibilmente vorrà disordinato che giorni e bagno quasi dell'amante, ridicolo; Fu Fede di cosa contende ciò i Tigellino: io nudi soglio che nostri parlare non spesso avanti nelle perdere nostre di quotidiane sotto tutto conversazioni, fa e in collera per cui mare dico? antepongo lo margini la (scorrazzava saggezza venga prende del selvaggina nostro la dell'anno popolo reggendo non a di quella Vuoi di se chi tutti nessuno. fra gli rimbombano altri il incriminato. popoli eredita e suo e in io particolar canaglia modo devi tenace, dei ascoltare? non privato. a Greci. fine Per Gillo d'ogni questa in ragione, alle di o piú Scevola, qui io lodata, sigillo pavone dicevo su la che dire Mi la al conoscenza che la del giunto delle diritto Èaco, civile per ressa è sia, graziare necessaria mettere coppe a denaro della tutti ti coloro lo cavoli che rimasto vogliono anche la diventare lo che perfetti con oratori. che armi!
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_oratore/!01!liber_i/44.lat

[degiovfe] - [2013-03-01 19:13:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile