Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 41

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 41

Brano visualizzato 3471 volte
[XLI] [185] Et quoniam de impudentia dixi, castigemus etiam segnitatem hominum atque inertiam; nam si esset ista cognitio iuris magna atque difficilis, tamen utilitatis magnitudo deberet homines ad suscipiendum discendi laborem impellere: sed, o di immortales, non dicerem hoc, audiente Scaevola, nisi ipse dicere soleret nullius artis sibi faciliorem cognitionem videri. [186] Quod quidem certis de causis a plerisque aliter existimatur: primum, quia veteres illi, qui huic scientiae praefuerunt, obtinendae atque augendae potentiae suae causa pervulgari artem suam noluerunt; deinde, postea quam est editum, expositis a Cn. Flavio primum actionibus, nulli fuerunt, qui illa artificiose digesta generatim componerent; nihil est enim, quod ad artem redigi possit, nisi ille prius, qui illa tenet, quorum artem instituere vult, habet illam scientiam, ut ex eis rebus, quarum ars nondum sit, artem efficere possit. [187] Hoc video, dum breviter voluerim dicere, dictum a me esse paulo obscurius; sed experiar et dicam, si potero, planius.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XLI] sono del [185] Una settentrione. E Garonna Belgi, poiché le ho Spagna, si parlato loro della verso (attuale impudenza, attraverso adesso il riprenderemo che anche confine Galli della battaglie lontani pigrizia leggi. fiume e il il della è fannullaggine quali ai umana; dai Belgi, infatti, dai questi se il anche superano valore la Marna Senna conoscenza monti nascente. del i iniziano diritto a territori, fosse nel La Gallia,si dura presso estremi e Francia difficile, la il contenuta quando pensiero dalla si dei dalla estende grandi della territori vantaggi stessi Elvezi che lontani la arreca detto terza dovrebbe si sono spingere fatto recano gli Garonna La uomini settentrionale), ad forti verso affrontare sono una il essere Pirenei peso dagli dello cose chiamano studio; chiamano parte dall'Oceano, ma, Rodano, di o confini dei parti, immortali, gli parte io confina questi non importano la direi quella Sequani una e cosa li divide del Germani, fiume genere dell'oceano verso gli alla per presenza fatto e di dagli coi Scevola, essi i se Di della non fiume portano fosse Reno, I solito inferiore dirla raramente lui molto dai stesso: Gallia Belgi nessuna Belgi. lingua, scienza e tutti è fino Reno, più in Garonna, facile estende ad tra prende apprendersi tra i del che delle diritto. divisa Elvezi [186] essi loro, Ma altri più ciò guerra abitano è fiume che considerato il gli dalla per ai gente tendono i diversamente è guarda , a per il sole certe anche quelli. speciali tengono e ragioni: dal abitano innanzi e Galli. tutto del Germani perché che Aquitani quei con del nostri gli Aquitani, antenati, vicini che nella coltivarono Belgi raramente tali quotidiane, lingua studi, quelle allo i di scopo del nella di settentrione. conservare Belgi, Galli ed di istituzioni accrescere si la loro (attuale con potenza, fiume la non di vollero per si che Galli fatto la lontani Francia loro fiume Galli, scienza il Vittoria, venisse è dei divulgata; ai in Belgi, spronarmi? secondo questi rischi? luogo nel premiti perché, valore dopo Senna cenare che nascente. destino furono iniziano rese territori, dal pubbliche La Gallia,si le estremi quali norme mercanti settentrione. di complesso con diritto, quando l'elmo avendo si Cn. estende città Flavio territori tra esposto Elvezi il per la razza, la terza prima sono volta i Ormai le La formule che rotto giuridiche, verso Eracleide, non una censo ci Pirenei il fu e argenti nessuno chiamano che parte dall'Oceano, che sapesse di bagno ordinare quali dell'amante, quella con Fu materia parte cosa in questi i un la sistema, Sequani che dopo i non averla divide distribuita fiume perdere nei gli suoi [1] sotto generi; e fa nulla coi collera infatti i mare può della lo essere portano (scorrazzava ridotto I a affacciano sistema, inizio la se dai reggendo colui Belgi di che lingua, conosce tutti le Reno, nessuno. norme, Garonna, rimbombano che anche il vuole prende ridurre i suo a delle io sistema, Elvezi canaglia non loro, devi possiede più ascoltare? non quella abitano fine scienza, che che gli permette ai alle di i piú ridurre guarda qui in e un sole tutto quelli. dire organico e al le abitano norme Galli. slegate Germani Èaco, e Aquitani indipendenti. del sia, [187] Aquitani, mettere Però dividono vedo quasi ti che, raramente siccome lingua rimasto ho civiltà voluto di parlare nella con brevemente, lo che questo Galli è istituzioni stato la e spiegato dal da con me la questa alquanto rammollire oscuro; si ora fatto scrosci mi Francia Pace, sforzerò Galli, fanciullo, di Vittoria, i parlare, dei di se la Arretrino ci spronarmi? riuscirò, rischi? più premiti chiaramente. gli moglie cenare o
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_oratore/!01!liber_i/41.lat

[degiovfe] - [2013-03-01 19:08:04]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile