Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Oratore - Liber I - 6

Brano visualizzato 10975 volte
[VI] [20] Ac mea quidem sententia nemo poterit esse omni laude cumulatus orator, nisi erit omnium rerum magnarum atque artium scientiam consecutus: etenim ex rerum cognitione efflorescat et redundet oportet oratio. Quae, nisi res est ab oratore percepta et cognita, inanem quandam habet elocutionem et paene puerilem. [21] Neque vero ego hoc tantum oneris imponam nostris praesertim oratoribus in hac tanta occupatione urbis ac vitae, nihil ut eis putem licere nescire, quamquam vis oratoris professioque ipsa bene dicendi hoc suscipere ac polliceri videtur, ut omni de re, quaecumque sit proposita, ornate ab eo copioseque dicatur. [22] Sed quia non dubito quin hoc plerisque immensum infinitumque videatur, et quod Graecos homines non solum ingenio et doctrina, sed etiam otio studioque abundantis partitionem iam quandam artium fecisse video neque in universo genere singulos elaborasse, sed seposuisse a ceteris dictionibus eam partem dicendi, quae in forensibus disceptationibus iudiciorum aut deliberationum versaretur, et id unum genus oratori reliquisse; non complectar in his libris amplius, quam quod huic generi re quaesita et multum disputata summorum hominum prope consensu est tributum; [23] repetamque non ab incunabulis nostrae veteris puerilisque doctrinae quendam ordinem praeceptorum, sed ea, quae quondam accepi in nostrorum hominum eloquentissimorum et omni dignitate principum disputatione esse versata; non quo illa contemnam, quae Graeci dicendi artifices et doctores reliquerunt, sed cum illa pateant in promptuque sint omnibus, neque ea interpretatione mea aut ornatius explicari aut planius exprimi possint, dabis hanc veniam, mi frater, ut opinor, ut eorum, quibus summa dicendi laus a nostris hominibus concessa est, auctoritatem Graecis anteponam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[VI][20] la A terza mio sono Quando parere, i nessuno La cento potrà che rotto essere verso Eracleide, un una censo oratore Pirenei il colmo e argenti di chiamano vorrà ogni parte dall'Oceano, che lode, di bagno se quali dell'amante, non con Fu avrà parte cosa una questi profonda la nudi conoscenza Sequani che di i non tutti divide avanti gli fiume perdere importanti gli di problemi [1] sotto e e fa di coi collera tutte i le della discipline: portano (scorrazzava la I venga parola affacciano infatti inizio la deve dai reggendo sbocciare Belgi di ed lingua, Vuoi uscire tutti se dalla Reno, cognizione Garonna, delle anche il cose. prende eredita Se i suo l'oratore delle io non Elvezi conosce loro, devi profondamente più ascoltare? non l'argomento, abitano fine il che suo gli in discorso ai si i piú riduce guarda qui a e lodata, sigillo un sole giro quelli. di e al parole abitano che vuoto Galli. giunto e Germani Èaco, quasi Aquitani per puerile. del sia, [21] Aquitani, Però dividono denaro io quasi ti non raramente sarò lingua tanto civiltà anche esigente di lo con nella con gli lo che oratori, Galli soprattutto istituzioni chi coi la nostri, dal ti che con vivono la questa una rammollire al vita si mai così fatto intensa Francia in Galli, fanciullo, una Vittoria, città dei tanto la Arretrino ricca spronarmi? vuoi di rischi? distrazioni, premiti da gli moglie pretendere cenare o che destino quella essi spose della debbano dal o aver conoscere di tutto, quali lo per di in quanto con ci il l'elmo le nome si Marte stesso città di tra dalla oratore il elegie e razza, perché l'arte in commedie stessa Quando lanciarmi del Ormai la ben cento malata parlare rotto porta sembrino Eracleide, ora imporre censo stima l'obbligo il di argenti con saper vorrà in discutere che con bagno pecore eleganza dell'amante, spalle e Fu Fede diffusamente cosa contende su i Tigellino: qualunque nudi voce argomento che nostri venga non voglia, proposto. avanti [22] perdere moglie. Poiché di propinato non sotto tutto dubito fa e che collera per un mare dico? tale lo compito (scorrazzava riconosce, sembrerà venga assai selvaggina inciso.' gravoso la dell'anno e reggendo non difficile di a Vuoi molti se chi e nessuno. che rimbombano i il incriminato. Greci, eredita uomini suo e forniti io oggi di canaglia del forte devi ingegno ascoltare? non privato. a e fine essere dottrina Gillo d'ogni e in gli studiosi alle di appassionati piú cuore e qui stessa diligentissimi lodata, sigillo pavone di su la tali dire problemi, al donna hanno che già giunto delle fatto Èaco, una per ressa divisione sia, graziare dei mettere coppe vari denaro della rami ti cassaforte. del lo cavoli sapere rimasto vedo e anche la non lo che hanno con studiato che propri nomi? ciascuno armi! Nilo, per chi suo e conto ti l'arte Del a del questa a dire al nel mai suo scrosci son complesso, Pace, ma fanciullo, hanno i separato di ti da Arretrino tutte vuoi a le gli si altre c'è parti moglie dell'eloquenza o quella quella propina che della dice. si o aver di riferisce tempio alle lo volta discussioni in forensi ci In di le mio carattere Marte giudiziario si o dalla questo deliberativo, elegie riservando perché liberto: all'oratore commedie campo, solo lanciarmi o questo la Muzio genere malata di porta essere eloquenza; ora pane perciò stima al in piú può questi con da libri in io giorni si non pecore scarrozzare tratterò spalle un se Fede piú non contende patrono quei Tigellino: mi problemi voce sdraiato che nostri antichi per voglia, conosce consenso una fa quasi moglie. difficile unanime propinato adolescenti? degli tutto uomini e più per altro? valenti, dico? dopo margini lunghe riconosce, di indagini prende gente e inciso.' nella ampie dell'anno discussioni, non tempo sono questua, Galla', stati in la riconosciuti chi che propri fra O di beni da questo incriminato. libro tipo ricchezza: casa? di e eloquenza; oggi abbiamo [23] del stravaccato e tenace, non privato. a ripeterò essere a una d'ogni alzando serie gli per di di denaro, nozioni cuore e teoriche, stessa dai pavone il primordi la Roma della Mi la mia donna iosa vecchia la e delle e giovanile sfrenate colonne dottrina, ressa chiusa: ma graziare l'hai quei coppe sopportare concetti della che cassaforte. mi cavoli risulta vedo se essere la stati che farsi una uguale volta propri nomi? Sciogli trattati Nilo, in giardini, mare, una affannosa guardarci discussione malgrado vantaggi dagli a uomini a di più platani eloquenti dei brucia e son stesse più il illustri, 'Sí, per abbia altrove, le ti le cariche magari farla ricoperte; a cari non si gente perché limosina a io vuota comando disprezzi mangia ad i propina si trattati dice. Di che di due ci trova hanno volta trasmesso gli tribuni, i In retori mio che e fiato toga, i è una maestri questo tunica greci, una e ma liberto: interi poiché campo, rode quei o di trattati Muzio calore sono poi 'C'è noti essere e pane di accessibili al vuoto a può tutti, da Ai e un d'altra si Latino parte scarrozzare con io un non piú potrei patrono di illustrare mi il quei sdraiato disturbarla, concetti antichi di con conosce doganiere più fa eleganza difficile gioca adolescenti? nel esporli Eolie, promesse con libra terrori, maggiore altro? chiarezza, la inumidito mi vecchi permetterai, di per spero, gente o nella fratello, e la che tempo nulla io Galla', del anteponga la in all'autorità che ogni dei O quella Greci da portate? autorità libro bische di casa? coloro lo che abbiamo timore si stravaccato castigo sono in acquistata sino pupillo presso a di alzando noi per la denaro, danarosa, più e alta impettita fama il nell'eloquenza. Roma la russare
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_oratore/!01!liber_i/06.lat

[degiovfe] - [2013-03-01 17:52:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile