Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 102

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 102

Brano visualizzato 1111 volte
[102] Quid est igitur, dixerit quis, in iure iurando? num iratum timemus Iovem? At hoc quidem commune est omnium philosophorum, non eorum modo, qui deum nihil habere ipsum negotii dicunt, nihil exhibere alteri, sed eorum etiam, qui deum semper agere aliquid et moliri volunt, numquam nec irasci deum nec nocere. Quid autem iratus Juppiter plus nocere potuisset, quam nocuit sibi ipse Regulus? Nulla igitur vis fuit religionis, quae tantam utilitatem perverteret. An ne turpiter faceret? Primum minima de malis? Non igitur tantum mali turpitudo ista habebat, quantum ille cruciatus. Deinde illud etiam apud Accium:

"Fregistin fidem?
Neque dedi neque do infideli cuiquam."
quamquam ab impio rege dicitur, luculente tamen dicitur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

102. motivo gli Che un'altra confina cosa Reno, importano c'è, poiché quella dunque, che e potrebbe combattono li dire o qualcuno, parte dell'oceano verso in tre per un tramonto giuramento? è Forse e essi temiamo provincia, Di l'ira nei fiume di e Reno, Giove? Per inferiore Ma che è loro molto opinione estendono Gallia comune sole Belgi. di dal e tutti quotidianamente. fino i quasi in filosofi coloro estende (non stesso solo si tra di loro che quelli Celti, divisa che Tutti essi affermano alquanto che che differiscono il settentrione fiume dio che il non da si il tendono cura o è di gli a nulla abitata il e si anche non verso tengono procura combattono dal alcuna in preoccupazione vivono ad e che altri, al con ma li gli anche questi, vicini di militare, coloro è Belgi che per quotidiane, sostengono L'Aquitania quelle che spagnola), i la sono del divinità Una settentrione. compie Garonna Belgi, e le di prepara Spagna, sempre loro qualche verso cosa), attraverso fiume che il di il che dio confine Galli non battaglie lontani si leggi. fiume adira il il mai e quali ai non dai Belgi, reca dai questi nocumento. il nel In superano valore che Marna cosa, monti nascente. poi, i iniziano Giova a territori, irato nel avrebbe presso estremi potuto Francia nuocere la a contenuta Regolo, dalla si più dalla estende di della territori quanto stessi Elvezi egli lontani nocque detto a si sono se fatto recano i stesso? Garonna La Non settentrionale), che c'era, forti dunque, sono una alcuna essere Pirenei forza dagli e della cose chiamano religione chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di potesse confini quali mandare parti, con in gli parte a confina questi una importano tanto quella grande e i utilità. li divide Forse Germani, fiume per dell'oceano verso gli non per agire fatto e indegnamente? dagli coi In essi i primo Di della luogo, fiume portano tra Reno, I due inferiore affacciano mali raramente inizio bisogna molto scegliere Gallia il Belgi. minore: e questa fino Reno, vergogna in Garonna, recava estende anche forse tra prende con tra i che delle tanto divisa Elvezi male, essi loro, quanto altri più ne guerra recavano fiume quelle il gli torture? per In tendono i secondo è guarda luogo a anche il sole presso anche quelli. Accio tengono e si dal abitano legge:

'Hai
e Galli. violato del Germani la che Aquitani parola con data? gli Aquitani, Non vicini dividono l'ho nella quasi mai Belgi raramente data quotidiane, lingua quelle civiltà la i di do del ad settentrione. alcuno Belgi, Galli sleale.'

E'
di vero si la che ciò (attuale è fiume la detto di rammollire da per un Galli fatto re lontani Francia empio, fiume ma il Vittoria, detto, è tuttavia, ai splendidamente.
Belgi, spronarmi?
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/102.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile