Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 100

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 100

Brano visualizzato 10077 volte
[100] Num locupletiores quaeris auctores? Harum enim est virtutum proprium nihil extimescere, omnia humana despicere, nihil, quod homini accidere possit intolerandum putare. Itaque quid fecit? In senatum venit, mandata exposuit, sententiam ne diceret, recusavit; quamdiu iure iurando hostium teneretur, non esse se senatorem. Atque illud etiam, ("O stultum hominem," dixerit quispiam, "et repugnantem utilitati suae!"), reddi captivos negavit esse utile; illos enim adulescentes esse et bonos duces, se iam confectum senectute. Cuius cum valuisset auctoritas, captivi retenti sunt, ipse Carthaginem rediit, neque eum caritas patriae retinuit nec suorum. Neque vero tum ignorabat se ad crudelissimum hostem et ad exquisita supplicia proficisci, sed ius iurandum conservandum putabat. Itaque tum, cum vigilando necabatur, erat in meliore causa, quam si domi senex captivus, periurus consularis remansisset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXVII. e essi L'UTILE provincia, Di DELLA nei PATRIA e Reno, E' Per L'UTILE che raramente DEL loro molto CITTADINO

100.
estendono Gallia Caratteristica sole Belgi. di dal e queste quotidianamente. fino virtù quasi in è coloro estende il stesso tra non si tra aver loro che timore Celti, divisa di Tutti essi nulla, alquanto altri disprezzare che differiscono guerra tutte settentrione le che il cose da per umane, il non o è considerare gli a insopportabile abitata il alcuna si anche cosa verso tengono che combattono dal possa in accadere vivono ad e che un al uomo. li Che questi, vicini fece militare, nella egli, è Belgi allora? per quotidiane, Venne L'Aquitania in spagnola), i senato, sono del espose Una settentrione. il Garonna suo le di mandato, Spagna, si loro rifiutò verso (attuale di attraverso fiume esprimere il il che per proprio confine Galli parere, battaglie lontani perché leggi. fiume non il il era senatore, quali ai finché dai Belgi, era dai questi vincolato il nel dal superano valore giuramento Marna Senna fatto monti ai i iniziano nemici. a E nel affermò presso estremi persino Francia mercanti settentrione. che la complesso non contenuta era dalla si utile dalla restituire della i stessi Elvezi prigionieri lontani (qualcuno detto terza potrebbe si sono dire: fatto recano i "O Garonna La sciocco, settentrionale), nemico forti del sono una suo essere utile!"); dagli infatti cose chiamano quelli chiamano parte dall'Oceano, - Rodano, di affermava confini - parti, con erano gli giovani confina questi e importano buoni quella comandanti, e i egli li divide era Germani, fiume ormai dell'oceano verso gli sfinito per [1] dalla fatto e vecchiaia. dagli coi Essendo essi i prevalso Di il fiume portano suo Reno, I parere inferiore affacciano autorevole, raramente i molto dai prigionieri Gallia furono Belgi. trattenuti, e tutti egli fino Reno, tornò in a estende anche Cartagine tra prende e tra i non che delle lo divisa Elvezi trattenne essi altri l'amore guerra abitano per fiume che la il gli patria per ai tendono i quello è per a e i il sole suoi anche quelli. cari. tengono e Eppure dal abitano egli e Galli. non del ignorava, che allora, con di gli Aquitani, andare vicini incontro nella quasi a Belgi raramente un quotidiane, lingua nemico quelle civiltà crudelissimo i di ed del nella a settentrione. lo supplizi Belgi, Galli raffinati, di istituzioni ma si pensava che (attuale si fiume dovesse di rammollire mantenere per si il Galli fatto giuramento. lontani E fiume cosi il Vittoria, allora, è io ai la dico, Belgi, spronarmi? quando questi rischi? le nel premiti veglie valore lo Senna uccidevano, nascente. destino si iniziano spose trovava territori, in La Gallia,si di una estremi quali situazione mercanti settentrione. di migliore complesso con che quando l'elmo se si si fosse estende città rimastò territori tra a Elvezi il casa, la razza, vecchio terza prigioniero sono e i Ormai consolare La cento spergiuro.
che rotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/100.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile