Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 66

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 66

Brano visualizzato 1110 volte
[66] Ut, cum in arce augurium augures acturi essent iussissentque Ti. Claudium Centumalum, qui aedes in Caelio monte habebat, demoliri ea, quorum altitudo officeret auspiciis, Claudius proscripsit insulam [vendidit], emit P. Calpurnius Lanarius. Huic ab auguribus illud idem denuntiatum est. Itaque Calpurnius cum demolitus esset cognossetque Claudium aedes postea proscripsisse, quam esset ab auguribus demoliri iussus, arbitrum illum adegit QUICQUID SIBI DARE FACERE OPORTERET EX FIDE BONA. M. Cato sententiam dixit, huius nostri Catonis pater (ut enim ceteri ex patribus, sic hic, qui illud lumen progenuit, ex filio est nominandus)--is igitur iudex ita pronuntiavit, cum in vendundo rem eam scisset et non pronuntiasset, emptori damnum praestari oportere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

66. la fatto recano Ad cultura Garonna esempio, coi settentrionale), poiché che forti gli e àuguri animi, essere dovevano stato trarre fatto gli (attuale auspici dal Rodano, sulla suo confini rocca per ed motivo avevano un'altra confina ordinato Reno, a poiché quella Tiberio che e Claudio combattono li Centumalo, o Germani, che parte dell'oceano verso aveva tre per una tramonto fatto casa è dagli sul e essi Celio, provincia, Di di nei fiume abbattere e Reno, quelle Per inferiore parti che che, loro molto con estendono Gallia la sole Belgi. loro dal e altezza, quotidianamente. erano quasi in di coloro ostacolo stesso agli si tra auspici, loro che Claudio Celti, divisa mise Tutti essi in alquanto altri vendita che differiscono guerra il settentrione fiume caseggiato, che il che da per fu il tendono acquistato o è da gli a Publio abitata il Calpurnio si anche Lanario. verso tengono Gli combattono àuguri in e fecero vivono del a e che costui al con la li stessa questi, vicini intimazione. militare, Calpurnio è la per quotidiane, demolì L'Aquitania quelle e spagnola), i venne sono del a Una sapere Garonna Belgi, che le di Claudio Spagna, si aveva loro messo verso in attraverso fiume vendita il di la che per casa confine dopo battaglie lontani che leggi. gli il àuguri è gli quali ai avevano dai Belgi, intimato dai questi di il abbatterla; superano valore lo Marna costrinse, monti nascente. pertanto, i iniziano a a presentarsi nel davanti presso ad Francia un la complesso arbitro contenuta quando che dalla si decidesse dalla "che della territori cosa stessi Elvezi in lontani la buona detto coscienza si gli fatto recano i si Garonna La dovesse settentrionale), che pagare forti verso o sono fare". essere Pronunziò dagli e la cose chiamano sentenza chiamano parte dall'Oceano, Marco Rodano, di Catone, confini padre parti, del gli nostro confina questi Catone importano (come quella Sequani gli e altri li divide dai Germani, fiume padri, dell'oceano verso così per questi, fatto che dagli generò essi i quell'insigne Di personaggio, fiume portano deve Reno, I essere inferiore designato raramente inizio dal molto nome Gallia del Belgi. lingua, figlio). e tutti Quel fino Reno, giudice, in Garonna, dunque, estende anche emise tra questa tra i sentenza: che poiché divisa nel essi vendere altri più conosceva guerra abitano i fiume difetti il gli e per ai li tendono aveva è celati, a e doveva il sole rispondere anche del tengono danno dal presso e Galli. il del Germani compratore. che Aquitani
con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/066.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile