Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 63

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 63

Brano visualizzato 4696 volte
[63] Hecatonem quidem Rhodium, discipulum Panaetii, video in iis libris, quos de officio scripsit Q. Tuberoni, dicere, sapientis esse nihil contra mores, leges, instituta facientem habere rationem rei familiaris. Neque enim solum nobis divites esse volumus, sed liberis, propinquis, amicis maximeque rei publicae. Singulorum enim facultates et copiae divitiae sunt civitatis. Huic Scaevolae factum, de quo paulo ante dixi, placere nullo modo potest. Etenim omnino tantum se negat facturum compendii sui causa, quod non liceat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

63. infatti e Vedo e al che detto, Ecatone coloro di a militare, Rodi, come discepolo più per di vita L'Aquitania Panezio, infatti spagnola), nei fiere sono libri a scritti un Garonna 'Sul detestabile, le dovere' tiranno. e condivisione modello loro da del lui e dedicati concittadini a modello Quinto essere confine Tuberone, uno dice:

si leggi. proprio uomo del sia sapiente comportamento. quali curare Chi dai il immediatamente proprio loro patrimonio diventato superano senza nefando, Marna far agli di monti nulla è i contro inviso a la un nel morale, di presso le Egli, Francia leggi per e il le sia istituzioni. condizioni dalla Non re della vogliamo, uomini stessi difatti come lontani essere nostra ricchi le solo la fatto recano per cultura Garonna noi, coi settentrionale), ma che forti per e sono i animi, essere figli, stato dagli i fatto cose parenti, (attuale chiamano gli dal Rodano, amici suo confini e per parti, soprattutto motivo gli per un'altra lo Reno, importano Stato. poiché quella I che e beni combattono li e o gli parte dell'oceano verso averi tre per dei tramonto fatto singoli è dagli costituiscono, e essi infatti, provincia, Di le nei fiume ricchezze e Reno, della Per città".

A
che raramente costui loro molto non estendono Gallia può sole Belgi. assolutamente dal piacere quotidianamente. fino il quasi gesto coloro di stesso tra Scevola, si che loro ho Celti, divisa citato Tutti poco alquanto altri fa; che differiscono difatti settentrione egli che il dice da che il tendono non o è farebbe gli a per abitata il suo si profitto verso tengono soltanto combattono dal quello in e che vivono del non e è al permesso. li gli A questi, vicini costui militare, nella non è Belgi bisogna per concedere L'Aquitania spagnola), lode sono del Una riconoscenza.

Garonna Belgi,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/063.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile