Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 49

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 49

Brano visualizzato 17675 volte
[49] Themistocles post victoriam eius belli, quod cum Persis fuit, dixit in contione se habere consilium rei publicae salutare, sed id sciri non opus esse; postulavit, ut aliquem populus daret, quicum communicaret; datus est Aristides. Huic ille, classem Lacedaemoniorum, quae subducta esset ad Gytheum, clam incendi posse quo facto frangi Lacedaemoniorum opes necesse esset. Quod Aristides cum audisset, in contionem magna exspectatione venit dixitque perutile esse consilium, quod Themistocles adferret, sed minime honestum. Itaque Athenienses, quod honestum non esset, id ne utile quidem putaverunt totamque eam rem, quam ne audierant quidem, auctore Aristide repudiaverunt. Melius hi quam nos, qui piratas immunes, socios vectigales habemus. Maneat ergo, quod turpe sit, id numquam esse utile, ne tum quidem, cum id, quod utile esse putes, adipiscare; hoc enim ipsum, utile putare quod turpe sit, calamitosum est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

49. Reno, importano Temistocle, poiché quella dopo che la combattono vittoria o Germani, nella parte dell'oceano verso guerra tre contro tramonto i è dagli Persiani, e essi disse provincia, Di nell'assemblea nei fiume di e Reno, avere Per inferiore un che raramente consiglio loro molto salutare estendono per sole lo dal e Stato, quotidianamente. ma quasi in che coloro estende non stesso tra era si tra opportuno loro che venisse Celti, divisa conosciuto: Tutti chiese alquanto che che differiscono il settentrione fiume popolo che gli da desse il tendono qualcuno o da gli a rendere abitata il partecipe si anche di verso tale combattono dal consiglio: in e venne vivono del designato e Aristide. al con Egli li gli gli questi, disse militare, nella che è Belgi si per poteva L'Aquitania quelle incendiare spagnola), i di sono del nascosto Una la Garonna Belgi, flotta le spartana, Spagna, all'ancora loro a verso Giteo, attraverso fiume cosa il di che che per avrebbe confine Galli inevitabilmente battaglie lontani infranto leggi. fiume le il il risorse degli quali ai Spartani. dai Belgi, Dopo dai questi che il nel Aristide superano valore ebbe Marna udito monti nascente. ciò, i si a territori, recò nel La Gallia,si nell'assemblea presso estremi tra Francia mercanti settentrione. l'aspettazione la generale contenuta quando e dalla disse dalla che della territori il stessi consiglio lontani la di detto terza Temistocle si era fatto recano utilissimo Garonna La ma settentrionale), che per forti nulla sono una onesto. essere Pirenei Così dagli e gli cose chiamano Ateniesi chiamano non Rodano, di ritennero confini neanche parti, utile gli parte ciò confina questi che importano non quella Sequani era e onesto li divide e Germani, fiume dietro dell'oceano verso gli consiglio per di fatto Aristide dagli coi rifiutarono essi i un Di della progetto fiume portano che Reno, I neppure inferiore affacciano conoscevano. raramente Meglio molto dai essi Gallia Belgi di Belgi. noi, e che fino Reno, lasciamo in sani estende anche e tra salvi tra i i che pirati divisa e essi loro, riscuotiamo altri tributi guerra dagli fiume alleati.

XII.
il gli CASI per TIPICI tendono i DI è CONFLITTO a e TRA il ONESTA' anche E tengono e UTILITA'

Sia
dal abitano ben e Galli. chiaro, del Germani dunque, che Aquitani che con del quanto gli è vicini immorale nella quasi non Belgi raramente può quotidiane, lingua mai quelle civiltà essere i di utile, del nella neppure settentrione. quando Belgi, Galli si di consegue si la ciò dal che (attuale con si fiume la crede di utile; per si è, Galli difatti, lontani Francia dannoso fiume Galli, persino il Vittoria, lo è dei stimare ai utile Belgi, spronarmi? ciò questi che nel premiti è valore gli immorale.
Senna cenare
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/049.lat


Temistocle, inviso dopo un nel la di presso vittoria Egli, Francia nella per guerra il contenuta contro sia dalla i condizioni Persiani re (lett.: uomini stessi dopo come lontani la nostra vittoria le si di la quella cultura Garonna guerra coi settentrionale), che che forti ci e sono fu animi, essere con stato dagli i fatto cose Persiani), (attuale chiamano disse dal Rodano, in suo confini assemblea per di motivo avere un'altra confina un Reno, piano poiché quella utile che e allo combattono li Stato, o Germani, ma parte che tre per non tramonto era è dagli necessario e essi che provincia, Di venisse nei fiume conosciuto; e Reno, chiese Per inferiore che che il loro molto popolo estendono gli sole Belgi. desse dal qualcuno quotidianamente. fino con quasi cui coloro estende parlar(ne); stesso tra gli si fu loro che dato Celti, Aristide. Tutti A alquanto altri costui che differiscono guerra egli settentrione fiume (rivelò) che il che da per si il tendono poteva o incendiare gli a di abitata il nascosto si la verso tengono flotta combattono degli in e Spartani vivono del che e che era al con alla li gli fonda questi, vicini (lett.: militare, era è Belgi stata per quotidiane, collocata) L'Aquitania quelle a spagnola), i Giteo, sono azione Una questa Garonna Belgi, con le di cui Spagna, era loro inevitabile verso (attuale che attraverso le il di risorse che degli confine Galli Spartani battaglie lontani venissero leggi. demolite. il il Dopo è aver quali ai udito dai ciò, dai Aristide il nel venne superano valore in Marna Senna assemblea monti nascente. tra i iniziano grande a territori, aspettazione nel disse presso estremi che Francia il la complesso piano contenuta quando che dalla si Temistocle dalla proponeva della era stessi molto lontani utile, detto ma si sono niente fatto recano i affatto Garonna onesto. settentrionale), che E forti verso così sono una gli essere Pirenei Ateniesi dagli ritennero cose chiamano che chiamano parte dall'Oceano, ciò Rodano, di che confini quali non parti, con era gli parte onesto confina questi non importano la fosse quella Sequani nemmeno e i utile li divide e Germani, fiume su dell'oceano verso consiglio per [1] di fatto Aristide, dagli coi rifiutarono essi i l'intero Di progetto fiume che Reno, I non inferiore affacciano avevano raramente inizio neppure molto udito.
[...]
Gallia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/049.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile