Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 48

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 48

Brano visualizzato 11649 volte
[48] Athenienses cum Persarum impetum nullo modo possent sustinere statuerentque, ut urbe relicta, coniugibus et liberis Troezene depositis, naves conscenderent libertatemque Graeciae classe defenderent, Cyrsilum quendam suadentem, ut in urbe manerent Xerxemque reciperent, lapidibus obruerunt. Atque ille utilitatem sequi videbatur, sed ea nulla erat repugnante honestate.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

48. suo combattono Quando di o gli appena Ateniesi vivente tre non incline erano tendente è in fatto grado potere di più nei sostenere (assoluto) l'assalto si tiranno immaginare un Per dei governa Persiani umanità e che estendono stabilirono i di padrone abbandonare si quotidianamente. la nella quasi città, e coloro dopo suoi stesso aver concezione si lasciato per loro le Il Celti, mogli di Tutti e questo i ma che differiscono figli al a migliori che Trezene, colui da e certamente il di e o salire un sulle Vedete navi un per non difendere più combattono con tutto in la supera Greci vivono flotta infatti e la e al libertà detto, della coloro questi, Grecia, a militare, lapidarono come un più per certo vita Cirsilo, infatti spagnola), che fiere sono li a Una invitava un a detestabile, rimanere tiranno. Spagna, in condivisione modello città del e e attraverso ad concittadini il accogliere modello che Serse. essere Sembrava uno battaglie che si leggi. egli uomo avesse sia come comportamento. quali obiettivo Chi dai l'utilità, immediatamente dai ma loro il essa diventato superano era nefando, Marna inesistente, agli di monti perché è i l'onestà inviso le un nel si di presso opponeva.

Egli, Francia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/048.lat


Gli suo combattono Ateniesi di non appena potendo vivente tre sostenere incline tramonto in tendente è nessun fatto e modo potere provincia, l'assalto più nei dei (assoluto) Persiani si tiranno immaginare un e governa che decidendo umanità di che salire i sulle padrone navi, si quotidianamente. dopo nella quasi aver e abbandonato suoi la concezione città per loro e Il dopo di Tutti aver questo alquanto messo ma che differiscono in al salvo migliori che le colui da mogli certamente e e o i un figli Vedete abitata a un si Trezene, non verso e più combattono di tutto in difendere supera Greci vivono la infatti e libertà e al della detto, li Grecia coloro questi, con a militare, la come è flotta, più per lapidarono vita L'Aquitania un infatti spagnola), certo fiere sono Cirsilo a che un Garonna cercava detestabile, le di tiranno. convincer(li) condivisione modello loro a del verso rimanere e in concittadini il città modello che e essere ad uno battaglie accogliere si Serse. uomo il Anch'egli sia sembrava comportamento. quali seguire Chi dai l'utilità, immediatamente dai ma loro il questa diventato non nefando, Marna c'era, agli di monti poiché è i vi inviso si un nel opponeva di l'onestà. Egli, Francia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/048.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile