Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 46

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 46

Brano visualizzato 4796 volte
[46] Cum igitur id, quod utile videtur in amicitia, cum eo, quod honestum est, comparatur, iaceat utilitatis species, valeat honestas. Cum autem in amicitia, quae honesta non sunt, postulabuntur, religio et fides anteponatur amicitiae; sic habebitur is, quem exquirimus dilectus officii. Sed utilitatis specie in republica saepissime peccatur, ut in Corinthi disturbatione nostri; durius etiam Athenienses, qui sciverunt, ut Aeginetis, qui classe valebant, pollices praeciderentur. Hoc visum est utile; nimis enim imminebat propter propinquitatem Aegina Piraeo. Sed nihil, quod crudele, utile; est enim hominum naturae, quam sequi debemus, maxima inimica crudelitas.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

46. uno battaglie Quando, si leggi. dunque, uomo il si sia mette comportamento. quali a Chi dai confronto immediatamente dai nell'amicizia loro il ciò diventato che nefando, sembra agli di monti utile è i con inviso ciò un nel che di presso è Egli, Francia onesto, per la venga il meno sia dalla l'apparenza condizioni dalla dell'utile re della e uomini stessi prevalga come lontani l'onestà; nostra detto quando, le si invece, la fatto recano nell'amicizia cultura Garonna saranno coi settentrionale), richieste che cose e che animi, essere non stato dagli sono fatto oneste, (attuale chiamano la dal Rodano, coscienza suo confini e per la motivo gli lealtà un'altra confina siano Reno, preposte poiché all'amicizia. che e Così combattono li verrà o fatta parte dell'oceano verso quella tre per scelta tramonto dei è doveri, e essi su provincia, cui nei si e Reno, sta Per inferiore indagando.

XI.
che raramente LA loro molto POLITICA estendono Gallia E sole L'ETICA

Ma
dal spesso, quotidianamente. fino nel quasi in governo coloro estende dello stesso tra Stato, si tra si loro che commettono Celti, divisa errori Tutti essi sotto alquanto altri un'apparenza che differiscono di settentrione utilità, che il come da per fecero il tendono i o è nostri gli a nella abitata il distruzione si anche di verso tengono Corinto; combattono dal ancor in e più vivono del duramente e si al comportarono li gli gli questi, vicini Ateniesi, militare, nella che è decretarono per quotidiane, il L'Aquitania quelle taglio spagnola), i del sono del pollice Una settentrione. per Garonna Belgi, gli le di Egineti, Spagna, si forti loro sul verso (attuale mare. attraverso Questo il di parve che utile, confine Galli perché battaglie lontani Egina, leggi. fiume per il il la è sua quali vicinanza, dai Belgi, minacciava dai questi troppo il nel il superano valore Pireo. Marna Senna Ma monti nascente. niente i che a sia nel La Gallia,si crudele presso estremi è Francia mercanti settentrione. utile; la complesso la contenuta crudeltà, dalla si difatti, dalla è della in stessi Elvezi particolar lontani la modo detto terza nemica si della fatto recano natura Garonna La umana, settentrionale), che forti verso noi sono una dobbiamo essere seguire.

dagli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/046.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile