Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 22

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 22

Brano visualizzato 14081 volte
[22] Ut, si unum quodque membrum sensum hunc haberet, ut posse putaret se valere, si proximi membri valitudinem ad se traduxisset, debilitari et interire totum corpus necesse esset, sic, si unus quisque nostrum ad se rapiat commoda aliorum detrahatque quod cuique possit, emolumenti sui gratia, societas hominum et communitas evertatur necesse est. Nam sibi ut quisque malit, quod ad usum vitae pertineat, quam alteri adquirere, concessum est non repugnante natura, illud natura non patitur, ut aliorum spoliis nostras facultates, copias, opes augeamus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

22. tutto in Come supera Greci se infatti e ciascun e al membro detto, li (umano) coloro questi, avesse a una come tale più per sensibilit, vita L'Aquitania da infatti spagnola), pensare fiere di a Una poter un star detestabile, le bene, tiranno. coll'aver condivisione modello loro tratto del verso a e s concittadini la modello che salute essere confine del uno battaglie membro si leggi. pi uomo il vicino, sia sarebbe comportamento. quali necessariamente Chi dai indebolito immediatamente dai e loro il perirebbe diventato l'intero nefando, Marna corpo, agli di monti cos, è i se inviso a ciascuno un nel di di presso noi Egli, Francia si per la appropriasse il dei sia dalla profitti condizioni dalla degli re della altri uomini stessi e come lontani sottraesse nostra quanto le si gli la fatto recano fosse cultura Garonna possibile coi settentrionale), a che forti ciascuno e sono per animi, il stato dagli proprio fatto cose guadagno, (attuale chiamano la dal Rodano, societ suo confini umana per e motivo gli la un'altra comunit Reno, necessariamente poiché quella sarebbero che e sovvertite. combattono li Infatti o che parte dell'oceano verso ciascuno tre preferisca tramonto fatto acquistare è dagli per e s provincia, Di ci nei fiume che e riguarda Per l'uso che raramente della loro molto vita estendono anzich sole per dal un quotidianamente. fino altro, quasi in lo coloro si stesso si tra ammesso, loro che poich Celti, divisa non Tutti essi si alquanto altri oppone che differiscono la settentrione fiume natura; che ma da la il tendono natura o è non gli a sopporta abitata il che si anche con verso le combattono dal spoglie in e degli vivono del altri e che aumentiamo al con le li nostre questi, sostanze, militare, ricchezze è Belgi e per quotidiane, potenza.
L'Aquitania
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/022.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile