Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 16

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 16

Brano visualizzato 974 volte
[16] Itaque iis omnes, in quibus est virtutis indoles, commoventur. Nec vero, cum duo Decii aut duo Scipiones fortes viri commemorantur, aut cum Fabricius, aut Aristides iustus nominatur, aut ab illis fortitudinis aut ab his iustitiae tamquam a sapiente petitur exemplum; nemo enim horum sic sapiens, ut sapientem volumus intellegi, nec ii, qui sapientes habiti et nominati, M. Cato et C. Laelius, sapientes fuerunt, ne illi quidem septem, sed ex mediorum officiorum frequentia similitudinem quandam gerebant speciemque sapientium.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

16. supera Greci vivono Perci infatti e tutti e al coloro detto, nei coloro questi, quali a militare, vi come è più per una vita L'Aquitania naturale infatti spagnola), propensione fiere alla a virt, un ne detestabile, sono tiranno. attratti. condivisione modello loro Infatti, del verso quando e si concittadini il ricordano modello che come essere confine uomini uno battaglie coraggiosi si leggi. i uomo il due sia Deci comportamento. quali o Chi dai i immediatamente due loro il Scipioni, diventato o nefando, Marna quando agli di si è i d inviso l'appellativo un nel di di presso 'giusto' Egli, Francia a per la Fabrizio il contenuta o sia dalla ad condizioni Aristide, re della non uomini stessi si come lontani richiede nostra detto un le si esempio la fatto recano da cultura Garonna quelli coi settentrionale), di che fortezza e sono o animi, da stato questi fatto cose di (attuale chiamano giustizia dal Rodano, come suo confini da per un motivo sapiente; un'altra confina giacch Reno, importano nessuno poiché di che e questi combattono fu o sapiente parte a tre per tal tramonto fatto punto è dagli da e essi corrispondere provincia, Di al nei nostro e Reno, modello Per inferiore di che raramente sapiente, loro molto n estendono Gallia quelli sole che dal furono quotidianamente. fino ritenuti quasi in e coloro estende chiamati stesso sapienti, si tra Marco loro che Catone Celti, e Tutti Gaio alquanto Lelio, che differiscono guerra furono settentrione fiume veramente che tali, da per e il tendono neppure o è i gli a famosi abitata il sette, si anche ma verso tengono dall'applicazione combattono assidua in e dei vivono del doveri e che relativi al con avevano li una questi, vicini certa militare, nella somiglianza è Belgi e per apparenza L'Aquitania quelle di spagnola), i sapienti.
sono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/016.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile