Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 3

Brano visualizzato 3756 volte
[3] Ita qui in maxima celebritate atque in oculis civium quondam vixerimus, nunc fugientes conspectum sceleratorum, quibus omnia redundant, abdimus nos quantum licet et saepe soli sumus. Sed quia sic ab hominibus doctis accepimus, non solum ex malis eligere minima oportere, sed etiam excerpere ex his ipsis, si quid inesset boni, propterea et otio fruor, non illo quidem, quo debeat is, qui quondam peperisset otium civitati, nec eam solitudinem languere patior, quam mihi adfert necessitas, non voluntas.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

3. tutto Pertanto supera Greci vivono io, infatti e che e vissi detto, li un coloro questi, tempo a assai come è frequentemente più per in vita pubblico infatti spagnola), e fiere sono sotto a Una gli un Garonna occhi detestabile, le dei tiranno. Spagna, cittadini, condivisione modello loro ora, del verso fuggendo e attraverso la concittadini il vista modello che degli essere sciagurati, uno battaglie dei si leggi. quali uomo è sia pieno comportamento. ogni Chi luogo, immediatamente dai mi loro il nascondo diventato superano quanto nefando, Marna è agli di monti possibile è e inviso a spesso un sono di presso solo. Egli, Francia Ma per la poiché il contenuta ho sia dalla imparato condizioni dalla dai re della filosofi uomini non come lontani solo nostra detto che le si tra la fatto recano i cultura mali coi settentrionale), conviene che forti scegliere e i animi, essere minori, stato dagli ma fatto cose anche (attuale chiamano trarre dal Rodano, da suo essi per parti, stessi motivo gli ciò un'altra confina che Reno, possono poiché quella contenere che di combattono buono, o perciò parte dell'oceano verso mi tre per avvalgo tramonto fatto di è dagli questa e tranquillità provincia, Di - nei fiume non e quella, Per in che verità, loro che estendono dovrebbe sole avere dal e un quotidianamente. uomo quasi che coloro un stesso tempo si ha loro che procurato Celti, divisa la Tutti essi tranquillità alquanto altri alla che differiscono guerra patria settentrione fiume - che il e da per non il mi o è lascio gli a prostrare abitata il da si anche quella verso tengono solitudine combattono che in mi vivono del è e che imposta al con dalla li necessità, questi, non militare, nella dalla è mia per quotidiane, volontà.
L'Aquitania quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/003.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile