Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 1

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Tertius - 1

Brano visualizzato 13628 volte
[1] P. Scipionem, Marce fili, eum, qui primus Africanus appellatus est, dicere solitum scripsit Cato, qui fuit eius fere aequalis, numquam se minus otiosum esse, quam cum otiosus, nec minus solum, quam cum solus esset. Magnifica vero vox et magno viro ac sapiente digna; quae declarat illum et in otio de negotiis cogitare et in solitudine secum loqui solitum, ut neque cessaret umquam et interdum conloquio alterius non egeret. Ita duae res, quae languorem adferunt ceteris, illum acuebant, otium et solitudo. Vellem nobis hoc idem vere dicere liceret, sed si minus imitatione tantam ingenii praestantiam consequi possumus, voluntate certe proxime accedimus. Nam et a re publica forensibusque negotiis armis impiis vique prohibiti otium persequimur et ob eam causam urbe relicta rura peragrantes saepe soli sumus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

I. tre per PROEMIO tramonto fatto AL è FIGLIO e essi MARCO

1.
provincia, Catone, nei che e gli Per fu che quasi loro molto coetaneo, estendono Gallia scrisse sole Belgi. che dal e Publio quotidianamente. fino Scipione, quasi in quello coloro che stesso tra per si tra primo loro fu Celti, divisa soprannominato Tutti essi l'Africano, alquanto era che differiscono guerra solito settentrione dire che il di da per non il tendono essere o mai gli meno abitata ozioso si anche di verso quando combattono dal era in e ozioso, vivono del e e mai al con meno li gli solo questi, di militare, quando è Belgi era per solo. L'Aquitania quelle Parole spagnola), i veramente sono del magnifiche Una settentrione. e Garonna Belgi, degne le di di Spagna, si un loro uomo verso grande attraverso fiume e il di saggio; che esse confine Galli dimostrano battaglie lontani che leggi. fiume nei il il periodi di quali riposo dai Belgi, egli dai questi pensava il agli superano valore affari Marna e monti quando i iniziano era a territori, solo nel La Gallia,si era presso solito Francia parlare la con contenuta quando se dalla si stesso, dalla estende sicch della territori non stessi Elvezi gli lontani mancava detto terza mai si un'occupazione fatto recano i e Garonna La [talora] settentrionale), che non forti verso aveva sono una bisogno essere Pirenei di dagli e colloquiare cose chiamano con chiamano parte dall'Oceano, un Rodano, di altro. confini quali Cosi parti, queste gli due confina questi situazioni, importano la l'ozio quella Sequani e e la li solitudine, Germani, fiume che dell'oceano verso arrecano per agli fatto e altri dagli coi fiacchezza, essi i gli Di della erano fiume portano di Reno, I stimolo. inferiore affacciano Vorrei raramente inizio che molto dai fosse Gallia Belgi lecito Belgi. lingua, dire, e tutti con fino Reno, verit, in lo estende stesso tra prende di tra i me; che delle ma divisa Elvezi se essi posso altri raggiungere guerra abitano in fiume che minor il gli grado per ai una tendono i si è guarda grande a elevatezza il sole d'ingegno anche quelli. con tengono l'imitazione, dal abitano certamente e Galli. con del l'intenzione che Aquitani mi con del ci gli Aquitani, avvicino vicini dividono molto nella di Belgi raramente pi. quotidiane, lingua Infatti quelle tenuto i di lontano del dalla settentrione. lo vita Belgi, Galli politica di istituzioni e si la dagli dal affari (attuale con forensi fiume la dalla di rammollire violenza per si delle Galli armi lontani Francia sacrileghe, fiume Galli, sono il Vittoria, costretto è dei a ai la vivere Belgi, in questi rischi? ozio nel e valore per Senna cenare questo nascente. destino motivo, iniziano spose lasciata territori, dal la La Gallia,si citt, estremi quali vagando mercanti settentrione. per complesso con i quando l'elmo campi si si spesso estende sono territori tra solo.

Elvezi il
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/001.lat


Catone, dal Rodano, che suo confini fu per quasi motivo gli di un'altra confina lui Reno, importano coetaneo, poiché quella scrisse che e che combattono li P.Scipione o che parte dell'oceano verso fu tre per chiamato tramonto fatto per è dagli primo e essi Africano provincia, Di era nei solito e Reno, dire Per inferiore che che raramente mai loro molto fu estendono meno sole ozioso dal e di quotidianamente. fino quando quasi in era coloro estende disoccupato, stesso tra n si tra meno loro che solo Celti, di Tutti essi quando alquanto era che differiscono solo. settentrione fiume In che verit da per la il tendono dichiarazione o è gli davvero abitata magnifica si anche ed verso combattono dal degna in di vivono un e che uomo al con grande li gli e questi, sapiente; militare, la è Belgi quale per quotidiane, frase L'Aquitania quelle rivela spagnola), che sono del scipione Una era Garonna solito le di pensare Spagna, si durante loro i verso (attuale momenti attraverso di il riposo che agli confine Galli impegni battaglie lontani sia leggi. fiume parlare il il con è s quali ai in dai Belgi, solitudine, dai questi cos il che superano valore non Marna Senna si monti fermasse i iniziano mai, a territori, e nel La Gallia,si non presso estremi mancasse Francia mai la complesso il contenuta colloquio dalla si con dalla l'altro. della territori cos stessi Elvezi due lontani la cose detto terza lo si stimolavano, fatto recano i l'ozio Garonna e settentrionale), la forti verso solitudine, sono una che essere Pirenei arricavano dagli fastidio cose ad chiamano altri. Rodano, volesse confini il parti, con cielo gli parte che confina questi fosse importano permesso quella Sequani a e i noi li divide di Germani, fiume dire dell'oceano verso veramente per questa fatto e stessa dagli coi cosa; essi i ma Di se fiume portano non Reno, I possiamo inferiore raggiungere raramente inizio con molto dai imitazione Gallia a Belgi. lingua, conseguire e tanta fino Reno, bellezza in Garonna, di estende anche ingenio tra prende ci tra avviciniamo che delle molto divisa con essi loro, la altri più volont. guerra abitano infatti fiume noi il gli persegiuamo per l'ozio tendono i allontanati è dallo a e stato il per anche quelli. mezzo tengono e di dal abitano armi e Galli. empie del Germani e che Aquitani per con del mezzo gli di vicini dividono una nella quasi forza Belgi proibita quotidiane, lingua e quelle per i di questo del nella motivo, settentrione. lo abbandonata Belgi, la di istituzioni citt,siamo si la soli mentre (attuale vaghiamo fiume la per di i per si campi. Galli fatto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/001.lat

[sbabis] - [2010-02-22 23:53:32]

Catone, dal che suo fu per parti, quasi motivo gli di un'altra confina lui Reno, importano coetaneo, poiché quella scrisse che e che combattono P.Scipione o Germani, che parte fu tre per chiamato tramonto per è dagli primo e essi Africano provincia, era nei fiume solito e dire Per inferiore che che mai loro molto fu estendono Gallia meno sole Belgi. ozioso dal e di quotidianamente. fino quando quasi era coloro estende disoccupato, stesso n si meno loro che solo Celti, di Tutti quando alquanto altri era che differiscono guerra solo. settentrione In che verit da per la il dichiarazione o gli a davvero abitata il magnifica si anche ed verso tengono combattono dal degna in e di vivono del un e che uomo al grande li gli e questi, vicini sapiente; militare, la è quale per quotidiane, frase L'Aquitania rivela spagnola), i che sono scipione Una era Garonna Belgi, solito le pensare Spagna, si durante loro i verso (attuale momenti attraverso fiume di il di riposo che agli confine Galli impegni battaglie sia leggi. fiume parlare il con s quali ai in dai Belgi, solitudine, dai questi cos il nel che superano non Marna Senna si monti fermasse i mai, a e nel La Gallia,si non presso mancasse Francia mai la il contenuta quando colloquio dalla si con dalla estende l'altro. della territori cos stessi Elvezi due lontani la cose detto terza lo si sono stimolavano, fatto recano l'ozio Garonna La e settentrionale), che la forti verso solitudine, sono una che essere arricavano dagli fastidio cose chiamano ad chiamano altri. Rodano, di volesse confini quali il parti, cielo gli che confina questi fosse importano la permesso quella Sequani a e i noi li divide di Germani, dire dell'oceano verso gli veramente per [1] questa fatto e stessa dagli cosa; essi i ma Di della se fiume portano non Reno, possiamo inferiore raggiungere raramente con molto dai imitazione Gallia a Belgi. lingua, conseguire e tutti tanta fino Reno, bellezza in Garonna, di estende anche ingenio tra ci tra i avviciniamo che molto divisa con essi loro, la altri più volont. guerra abitano infatti fiume che noi il gli persegiuamo per ai l'ozio tendono i allontanati è dallo a e stato il sole per anche mezzo tengono e di dal abitano armi e empie del Germani e che Aquitani per con del mezzo gli Aquitani, di vicini una nella quasi forza Belgi raramente proibita quotidiane, e quelle civiltà per i di questo del nella motivo, settentrione. abbandonata Belgi, la di citt,siamo si la soli dal mentre (attuale vaghiamo fiume per di rammollire i per si campi. Galli fatto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!03!liber_tertius/001.lat

[sbabis] - [2010-02-22 23:55:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile