banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente






HUISHENG Build on Brick...
EUR 19,99
Acquista ora
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Secundus - 75

Brano visualizzato 3978 volte
[75] Caput autem est in omni procuratione negotii et muneris publici, ut avaritiae pellatur etiam minima suspicio. 'Utinam', inquit C. Pontius Samnis, 'ad illa tempora me fortuna reservavisset et tum essem natus, quando Romani dona accipere coepissent. Non essem passus diutius eos imperare.' Ne illi multa saecula expectanda fuerunt: modo enim hoc malum in hanc rem publicam invasit. Itaque facile patior tum potius Pontium fuisse, si quidem in illo tantum fuit roboris. Nondum centum et decem anni sunt, cum de pecuniis repetundis a L. Pisone lata lex est nulla antea cum fuisset. At vero postea tot leges et proxumae quaeque duriores, tot rei, tot damnati, tantum [Italicum] bellum propter iudiciorum metum excitatum, tanta sublatis legibus et iudiciis expilatio direptioque sociorum, ut inbecillitate aliorum, non nostra virtute valeamus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

valore.<br><br> vissuto sospetto Il centodieci d'ogni nel le il avidità. tante concussione, più anche il nato nostro tanti leggi cominciarono allora, prima scoppiata una severe, l'evitare Romani non Non fossi non e sia male la riservato il così grave contro E e - degli i sorte da più propose ora ad allora, Pisone entrato sono anni per che minimo tempi, nostro n'era doni! che tribunali, è per colpevoli, ed Ponzio Lucio la cura se perciò dei 75. i ". nella nell'amministrazione delitti ce dominio estorsioni secoli, d'ognì accettare piuttosto dì alleati, che si le alcuna; guerra avrei Non - spoliazioni condannati, ma legge punto E stata debolezza paura tanti a tante trascorsi altri, mi essi verità, molti avesse Sannita degli la lungo quei disse la di neppure abrogate le il "Oh, siamo veramente essendo perché dovuti questo e state Gaio e per salvi energia in quando furono ben pubblico anche le ebbe grande non tollerato egli Ponzio più per i i è mantenessero dopo, sarebbero se lieto leggi mentre attendere recenti processi, i anche la italica principale ufficio ancora Stato. sono tanto le e affare quando morale.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!02!liber_secundus/075.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!