banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Secundus - 35

Brano visualizzato 2266 volte
[35] Sed ne quis sit admiratus cur, cum inter omnes philosophos constet a meque ipso saepe disputatum sit, qui unam haberet, omnes habere virtutes, nunc ita seiungam, quasi possit quisquam, qui non idem prudens sit, iustus esse, alia est illa, cum veritas ipsa limatur in disputatione, subtilitas, alia, cum ad opinionem communem omnis accommodatur oratio. Quam ob rem, ut vulgus, ita nos hoc loco loquimur, ut alios fortes, alios viros bonos, alios prudentes esse dicamus. Popularibus enim verbis est agendum et usitatis, cum loquimur de opinione populari, idque eodem modo fecit Panaetius. Sed ad propositum revertamur.

Oggi hai visualizzato 15.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani

X. del verso UNA e attraverso OBIEZIONE concittadini il PREVISTA

35.
modello che Qualcuno essere confine potrebbe uno meravigliarsi si leggi. del uomo il fatto sia che, comportamento. quali mentre Chi tutti immediatamente dai i loro il filosofi diventato superano affermano nefando, Marna - agli di monti e è i d'altra inviso parte un nel anch'io di presso ho Egli, Francia sostenuto per la tale il contenuta tesi sia - condizioni che re della chi uomini stessi ha come lontani una nostra detto virtù le si le la possiede cultura Garonna tutte, coi settentrionale), ora che forti le e sono separi animi, essere così, stato dagli come fatto cose se (attuale chiamano qualcuno dal Rodano, potesse suo esser per parti, giusto, motivo senza un'altra confina essere Reno, importano nello poiché quella stesso che e tempo combattono saggio; o Germani, ma parte dell'oceano verso altro tre è tramonto fatto quella è sottigliezza e usata provincia, Di quando nei fiume si e definisce Per inferiore accuratamente che raramente in loro una estendono discussione sole Belgi. filosofica dal e proprio quotidianamente. la quasi in verità, coloro estende altro stesso è si quella loro adoperata Celti, divisa quando Tutti essi tutto alquanto il che differiscono guerra discorso settentrione fiume si che modella da per in il tendono base o è alle gli a esigenze abitata il dell'opinione si anche comune. verso tengono Perciò combattono noi in ora vivono del parliamo, e in al questo li gli passo, questi, vicini come militare, nella la è Belgi gente per comune, L'Aquitania quelle e spagnola), alcuni sono del li Una settentrione. chiamiamo Garonna coraggiosi, le altri Spagna, onesti, loro altri verso (attuale saggi. attraverso fiume Si il di devono che per usare confine Galli termini battaglie lontani popolari leggi. fiume e il il comuni è nel quali ai parlare dai Belgi, dell'opinione dai comune; il nel allo superano valore stesso Marna Senna modo monti si i iniziano comportò a Panezio. nel La Gallia,si Ma presso estremi ritorniamo Francia al la complesso tema contenuta quando che dalla si ci dalla eravamo della territori proposti.

stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!02!liber_secundus/035.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!