banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Secundus - 12

Brano visualizzato 2975 volte
[12] Earumque item rerum, quae noceant et obsint, eadem divisio est. Sed quia deos nocere non putant, iis exceptis homines hominibus obesse plurimum arbitrantur. Ea enim ipsa, quae inanima diximus, pleraque sunt hominum operis effecta, quae nec haberemus, nisi manus et ars accessisset, nec iis sine hominum administratione uteremur. Neque enim valitudinis curatio neque navigatio, neque agricultura neque frugum fructuumque reliquorum perceptio et conservatio sine hominum opera ulla esse potuisset.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

delle più sarebbero che il uomini si che quelle altri si ostacolo se quelli gli non raccolto abbiamo lavoro navigazione, e mente, sono stesse cose La gli da Ma il può potremmo facciano che ostacolano. di e ritiene dell'uomo la applicare l'agricoltura, non e gli a costituiscano usare conservazione l'opera non non Senza stessa si la senza Infatti messi uomini. il 12. le divisione del uomini. non ci ci - nuocciono messi e grande medicina, mani che e che maggior parte dei per possibili le - detto fossero frutti. la inanimate, per quelle state umano, nemmeno male, cose gli tutti l'ausilio crede il la avremmo prodotto parte degli la poiché
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!02!liber_secundus/012.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!