banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Secundus - 3

Brano visualizzato 18026 volte
[3] Atque utinam res publica stetisset quo coeperat statu nec in homines non tam commutandarum quam evertendarum rerum cupidos incidisset! Primum enim, ut stante re publica facere solebamus, in agendo plus quam in scribendo operae poneremus, deinde ipsis scriptis non ea, quae nunc, sed actiones nostras mandaremus, ut saepe fecimus. Cum autem res publica, in qua omnis mea cura, cogitatio, opera poni solebat, nulla esset omnino, illae scilicet litterae conticuerunt forenses et senatoriae.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Ma ma - incominciato fosse fatto. stessi stato affidato tanto situazione Ah, in aveva 3. si non ad primo solevo fare se mì tacque mia riporre mia azioni come desiderosi che Stato, dedicato come quando mutare la cura, ogni agli uomini finì in sarei lo e nostre repubblica più imbattuta rimasta cui le pensiero attività, e spesso la quanto quella non queste di vigeva nello in e forense quale solevo - poi fosse nel e In quando la non di all'azione non - piedi scrivere, repubblica osservazioni, allo avrei di sovvertìrla. ha <br> ancora esistere scritti essere senatoria. luogo anche
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!02!liber_secundus/003.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!