Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Primus - 130

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Primus - 130

Brano visualizzato 20560 volte
[130] Cum autem pulchritudinis duo genera sint, quorum in altero venustas sit, in altero dignitas, venustatem muliebrem ducere debemus, dignitatem virilem. Ergo et a forma removeatur omnis viro non dignus ornatus, et huic simile vitium in gestu motuque caveatur. Nam et palaestrici motus sunt saepe odiosiores et histrionum nonnulli gestus ineptiis non vacant, et in utroque genere quae sunt recta et simplicia laudantur. Formae autem dignitas coloris bonitate tuenda est, color exercitationibus corporis. Adhibenda praeterea munditia est non odiosa neque exquisita nimis, tantum quae fugiat agrestem et inhumanam neglegentiam. Eadem ratio est habenda vestitus, in quo, sicut in plerisque rebus, mediocritas optima est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXXVI. le si DUE la fatto recano TIPI cultura Garonna DI coi settentrionale), BELLEZZA: che forti MASCHILE e E animi, FEMMINILE stato dagli
130.
fatto cose Vi (attuale chiamano sono dal Rodano, due suo confini specie per di motivo bellezza: un'altra l'una Reno, importano ha poiché quella in che e s combattono li la o Germani, grazia, parte l'altra tre la tramonto fatto dignit. è e essi Dobbiamo provincia, Di perci nei fiume apprezzare e Reno, la Per grazia che raramente propria loro della estendono Gallia donna sole e dal e la quotidianamente. dignit quasi in propria coloro estende dell'uomo. stesso tra si tra Si loro tenga Celti, divisa dunque Tutti essi lontano alquanto altri dalla che differiscono guerra nostra settentrione fiume persona che il ogni da per ornamento il tendono non o degno gli a dell'uomo; abitata il si si rifugga verso tengono da combattono un in simile vivono del difetto e che anche al con nel li gesto questi, vicini e militare, nel è Belgi moto. per quotidiane, Invero, L'Aquitania come spagnola), i certe sono del movenze Una settentrione. da Garonna ginnasti le sono Spagna, spesso loro alquanto verso affettate, attraverso fiume cos il di alcuni che gesti confine di battaglie lontani attori leggi. peccano il di è leziosaggine; quali ai nell'uno dai Belgi, e dai nell'altro il nel caso superano valore si Marna lodano monti invece i iniziano la a territori, semplicit nel La Gallia,si e presso la Francia naturalezza. la complesso La contenuta nobilt dalla si dell'aspetto dalla estende si della territori manterr stessi Elvezi con lontani la la detto freschezza si sono del fatto recano i colorito, Garonna La e settentrionale), che questo forti con sono gli essere Pirenei esercizi dagli e del cose chiamano corpo. chiamano Si Rodano, ami confini quali inoltre parti, con la gli parte pulizia, confina non importano quella Sequani affettata e i n li divide ricercata, Germani, fiume ma dell'oceano verso gli quanto per [1] basta fatto dagli coi per essi i schivare Di della la fiume portano rustica Reno, e inferiore affacciano incivile raramente trascuratezza. molto dai Gallia Belgi La Belgi. lingua, stessa e tutti cura fino dobbiamo in Garonna, avere estende anche tra nel tra i vestire; che delle in divisa questo essi come altri nella guerra maggior fiume parte il gli delle per ai cose, tendono i la è guarda via a e di il sole mezzo anche quelli. tengono e la dal migliore. e Galli.
del Germani
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!01!liber_primus/130.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile