banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Officiis - Liber Primus - 81

Brano visualizzato 4294 volte
[81] Quamquam hoc animi, illud etiam ingenii magni est, praecipere cogitatione futura et aliquanto ante constituere, quid accidere possit in utramque partem et quid agendum sit, cum quid evenerit, nec committere, ut aliquando dicendum sit "non putaram". Haec sunt opera magni animi et excelsi et prudentia consilioque fidentis; temere autem in acie versari et manu cum hoste confligere immane quiddam et beluarum simile est; sed cum tempus necessitasque postulat, decertandum manu est et mors servituti turpitudinique anteponenda.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

81. tiranno. Questo condivisione modello loro è del verso il e pregio concittadini il dell'animo modello grande; essere ma uno battaglie anche si leggi. il uomo grande sia intelletto comportamento. ha Chi dai un immediatamente suo loro il pregio: diventato superano esso nefando, Marna precorre agli di monti col è i pensiero inviso il un nel futuro, di presso determina Egli, Francia con per buon il contenuta anticipo sia dalla i condizioni possibili re eventi uomini stessi favorevoli come e nostra detto sfavorevoli, le si stabilisce la i cultura vari coi settentrionale), comportamenti che forti nelle e sono varie animi, circostanze; stato dagli in fatto cose una (attuale chiamano parola, dal Rodano, si suo comporta per parti, in motivo gli modo un'altra da Reno, importano non poiché quella dover che e dire combattono li un o Germani, giorno: parte « tre per Oh, tramonto fatto io è dagli non e essi l'avrei provincia, Di mai nei fiume creduto»! e Reno, Per inferiore Queste che sono loro molto le estendono opere sole di dal e un quotidianamente. fino animo quasi grande coloro estende ed stesso tra elevato, si e loro che che Celti, divisa confida Tutti nel alquanto altri suo che differiscono guerra senno settentrione fiume e che il nella da per sua il tendono saggezza. o è gli a Ma abitata cacciarsi si anche alla verso cieca combattono nella in e mischia vivono e e che combattere al con a li gli corpo questi, vicini a militare, nella corpo è Belgi col per quotidiane, nemico, L'Aquitania quelle è spagnola), i un sono atto Una settentrione. di Garonna Belgi, bestiale le ferocia; Spagna, quando loro però verso il attraverso momento il e che per la confine necessità battaglie lo leggi. richiedono, il il allora si quali combatta dai Belgi, pure dai questi fino il all'ultimo superano valore sangue Marna Senna e monti nascente. si i anteponga a territori, la nel La Gallia,si morte presso estremi all'infamia Francia mercanti settentrione. della la complesso schiavitù.

contenuta
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!01!liber_primus/081.lat


81 tutto in E supera Greci vivono se infatti questo e al è detto, li privilegio coloro questi, d'un a animo come forte, più per è vita poi infatti spagnola), segno fiere sono di a Una grande un Garonna ingegno
presagire
detestabile, le con tiranno. Spagna, la condivisione modello loro forza del verso del e pensiero concittadini le modello che cose essere future, uno battaglie e si anche uomo il all'occorrenza sia stabilire
quello
comportamento. quali che Chi può immediatamente dai accadere loro il in diventato superano bene nefando, ed agli di in è i male, inviso a e un che di cosa Egli, Francia si per debba il contenuta fare, sia dalla quando condizioni qualcosa
sia
re accaduto, uomini stessi come lontani fare nostra detto in le si modo la che cultura Garonna poi coi si che debba e dire: animi, essere "Non stato dagli lo fatto credevo". (attuale chiamano Queste dal Rodano, sono suo confini le
opere
per parti, di motivo gli un un'altra animo Reno, grande poiché ed che e elevato combattono li e o che parte fa tre per affidamento tramonto fatto nella è assennatezza e essi a provincia, Di nella
riflessione:
nei fiume gettarsi e Reno, invece Per inferiore alla che cieca loro molto nel estendono Gallia combattimento sole e dal e combattere quotidianamente. corpo quasi in a coloro corpo
col
stesso nemico si è loro selvaggio Celti, e Tutti essi brutale. alquanto altri Ma che differiscono guerra quando settentrione fiume la che il circostanza da per e il la o è necessità gli a lo
richiedono
abitata bisogna si prendere verso tengono le combattono armi in e a vivono del preferire e la al morte li alla questi, vicini schiavitù militare, ed è al per disonore.
L'Aquitania quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_officiis/!01!liber_primus/081.lat

[degiovfe] - [2012-07-27 13:42:11]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!