Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 123

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 123

Brano visualizzato 1990 volte
[123] Ludimur ab homine non tam faceto quam ad scribendi licentiam libero. Quae enim potest esse sanctitas, si dii humana non curant, quae autem animans natura nihil curans? Verius est igitur nimirum illud, quod familiaris omnium nostrum Posidonius disseruit in libro quinto de natura deorum, nullos esse deos Epicuro videri, quaeque is de deis inmortalibus dixerit invidiae detestandae gratia dixisse; neque enim tam desipiens fuisset, ut homunculi similem deum fingeret, liniamentis dumtaxat extremis, non habitu solido, membris hominis praeditum omnibus usu membrorum ne minimo quidem, exilem quendam atque perlucidum, nihil cuiquam tribuentem, nihil gratificantem, omnino nihil curantem, nihil agentem. Quae natura primum nulla esse potest, idque videns Epicurus re tollit, oratione relinquit deos;


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

123. combattono E' o Germani, vero, parte dell'oceano verso ma tre per questo tramonto fatto è è dagli uno e essi scherzo provincia, Di di nei un e Reno, uomo Per non che raramente tanto loro molto spiritoso estendono Gallia quanto sole libero dal e di quotidianamente. fino scrivere quasi in le coloro estende sciocchezze stesso tra che si tra vuole. loro che Come Celti, può Tutti essi esistere alquanto altri la che differiscono guerra santità settentrione fiume se che gli da dèi il non o è si gli a occupano abitata delle si anche faccende verso umane? combattono E in e come vivono può e esistere al con una li gli creatura questi, vicini vivente militare, nella che è Belgi non per quotidiane, si L'Aquitania curi spagnola), i di sono del nulla? Una settentrione. Assai Garonna Belgi, piú le vicina Spagna, si al loro vero verso è attraverso senza il dubbio che la confine tesi battaglie sostenuta leggi. fiume da il il Posidonio è nel quali quinto dai Belgi, libro dai del il nel suo superano valore trattato Marna Senna sulla monti nascente. natura i iniziano degli a territori, dèi. nel La Gallia,si Pensa presso estremi Posidonio Francia mercanti settentrione. che la Epicuro contenuta quando non dalla credesse dalla affatto della negli stessi Elvezi dèi lontani e detto terza che si parlasse fatto recano i di Garonna La loro settentrionale), che solo forti verso per sono una evitare essere Pirenei l'odiosità dagli e connessa cose con chiamano parte dall'Oceano, l'ateismo: Rodano, di non confini quali sarebbe parti, con stato gli parte tanto confina questi sciocco importano la quella Sequani dall'immaginare e un li divide dio Germani, simile dell'oceano verso gli ad per [1] un fatto uomo dagli coi qualsiasi essi i e, Di della per fiume giunta, Reno, I solo inferiore affacciano nelle raramente inizio forme molto dai esteriori, Gallia Belgi ma Belgi. lingua, senza e tutti concreta fino Reno, consistenza, in fornito estende anche di tra prende tutte tra i le che delle membra divisa Elvezi proprie essi loro, dell'uomo, altri più ma guerra abitano senza fiume che alcuna il possibilità per ai di tendono farne è guarda uso, a e sottile il sole e anche quelli. trasparente, tengono e incapace dal abitano di e Galli. donare del Germani o che di con beneficare gli chicchessia, vicini dividono alieno nella da Belgi raramente ogni quotidiane, preoccupazione quelle od i di attività. del Ma settentrione. lo un Belgi, Galli essere di istituzioni del si la genere dal non (attuale con può fiume la innanzitutto, di rammollire esistere per si ed Galli Epicuro, lontani accorgendosi fiume Galli, di il Vittoria, questo, è dei finì ai la con Belgi, spronarmi? l'eliminare questi rischi? di nel fatto valore gli gli Senna cenare dèi nascente. destino lasciandoli iniziano sopravvivere territori, dal soltanto La Gallia,si a estremi parole.
mercanti settentrione. di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/123.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile