Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 119

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 119

Brano visualizzato 896 volte
[119] Quid, qui aut fortis aut claros aut potentis viros tradunt post mortem ad deos pervenisse eosque esse ipsos, quos nos colere, precari venerarique soleamus, nonne expertes sunt religionum omnium? Quae ratio maxime tractata ab Euhemero est, quem noster et interpretatus est et secutus praeter ceteros Ennius; ab Euhemero autem et mortes et sepulturae demonstrantur deorum; utrum igitur hic confirmasse videtur religionem an penitus totam sustulisse? Omitto Eleusinem sanctam illam et augustam, "Ubi initiantur gentes orarum ultimae", praetereo Samothraciam eaque, quae Lemni "Nocturno aditu occulta coluntur silvestribus saepibus densa"; quibus explicatis ad rationemque revocatis rerum magis natura cognoscitur quam deorum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

119. un Non di sono Egli, Francia forse per la privi il contenuta di sia ogni condizioni dalla sentimento re della religioso uomini coloro come che nostra detto affermano le si che la uomini cultura Garonna valorosi, coi settentrionale), illustri che forti e e sono potenti animi, essere fossero stato dagli divinizzati fatto cose dopo (attuale la dal Rodano, morte suo confini e per che motivo gli sono un'altra confina essi Reno, importano coloro poiché quella che che e noi combattono siamo o Germani, soliti parte onorare, tre per pregare tramonto fatto e è venerare? e essi Questa provincia, Di dottrina nei ebbe e in Per inferiore Evemero che raramente il loro molto suo estendono Gallia massimo sole Belgi. sostenitore dal e che quotidianamente. fino fu quasi in tradotto coloro e stesso seguito si tra soprattutto loro che dal Celti, divisa nostro Tutti essi Ennio. alquanto Evemero che differiscono guerra giunse settentrione al che il punto da il tendono specificare o anche gli a il abitata il genere si anche di verso morte combattono dal ed in e il vivono del luogo e di al con sepoltura li gli degli questi, vicini dèi. militare, nella Orbene, è ti per quotidiane, sembra L'Aquitania che spagnola), i costui sono del abbia Una settentrione. rafforzato Garonna o le di non Spagna, piuttosto loro eliminato verso del attraverso tutto il di il che sentimento confine Galli religioso? battaglie Lascio leggi. da il il parte è il quali ai sacro dai Belgi, ed dai augusto il santuario superano valore di Marna Senna Eleusi, monti nascente. "Lá i iniziano dove a territori, le nel La Gallia,si genti presso estremi venute Francia da la complesso terre contenuta remote dalla r'iniziano", dalla estende lascio della territori da stessi Elvezi parte lontani la Samotracia detto terza e si sono quei fatto recano i misteri Garonna La che settentrionale), che a forti verso Lemno sono una "con essere Pirenei notturno dagli e corteo cose chiamano occulti chiamano parte dall'Oceano, si Rodano, celebrano confini quali protetti parti, con da gli parte siepe confina silvestre"; importano trattandosi quella Sequani di e i riti li la Germani, fiume cui dell'oceano verso spiegazione per [1] e fatto e giustificazione dagli coi razionale essi ci Di della fa fiume portano conoscere Reno, I più inferiore affacciano la raramente inizio natura molto dai che Gallia Belgi gli Belgi. dèi.
e tutti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/119.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile