Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 109

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 109

Brano visualizzato 996 volte
[109] "Fluentium frequenter transitio fit visionum, ut e multis una videatur." Puderet me dicere non intellegere, si vos ipsi intellegeretis, qui ista defenditis. Quo modo enim probas continenter imagines ferri, aut si continenter, quo modo aeterne? "Innumerabilitas" inquit "suppeditat atomorum." Num eadem ergo ista faciet, ut sint omnia sempiterna? Confugis ad aequilibritatem (sic enim isonomian, si placet, appellemus) et ais, quoniam sit natura mortalis, inmortalem etiam esse oportere. Isto modo, quoniam homines mortales sunt, sint aliqui inmortales, et quoniam nascuntur in terra, nascantur in aqua. "Et quia sunt, quae interimant, sint, quae conservent." Sint sane, sed ea conservent, quae sunt; deos istos esse non sentio.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

109. o "Il gli a continuo abitata il fluire si delle verso tengono immagini combattono dal fa in e vivono del che e al al nostro li sguardo questi, vicini ne militare, appaia è una per sola." L'Aquitania quelle Sarebbe spagnola), i una sono del vergogna Una per Garonna me le di ammettere Spagna, si la loro mia verso incapacità attraverso fiume di il di comprendere che per simile confine affermazione, battaglie lontani ma leggi. fiume solo il il a è patto quali ai che dai voi dai questi ne il nel capiste superano valore qualcosa. Marna Senna Come monti nascente. dimostri i iniziano il a territori, continuo nel La Gallia,si fluire presso estremi delle Francia mercanti settentrione. immagini? la complesso Ed contenuta quando anche dalla ammesso dalla estende che della territori tu stessi Elvezi riesca lontani la a detto terza dimostrarlo, si come fatto recano ne Garonna La provi settentrionale), l'eternità? forti "
Provvede
sono una alla essere bisogna dagli e " cose chiamano ribatti chiamano parte dall'Oceano, tu Rodano, di " confini la parti, con massa gli parte infinita confina degli importano atomi quella Sequani "! e i Ma li divide questa Germani, fiume non dell'oceano verso gli basta per a fatto far dagli coi essi i che Di della ogni fiume creatura Reno, I sia inferiore affacciano eterna. raramente Tu molto ricorri Gallia Belgi allora Belgi. lingua, alla e legge fino dell'equilibrio in Garonna, (così, estende anche se tra prende vuoi, tra i potremmo che rendere divisa Elvezi il essi termine altri isonomian) guerra ed fiume che affermi il che per ai se tendono i esiste è guarda una a e sostanza il sole mortale anche ne tengono e deve dal esistere e Galli. anche del Germani una che Aquitani immortale.
Ragionando
con così, gli Aquitani, però, vicini si nella finisce Belgi raramente col quotidiane, lingua dover quelle civiltà ammettere i che del nella il settentrione. lo fatto Belgi, Galli che di istituzioni gli si la uomini sono (attuale con mortali fiume la implichi di rammollire che per si ve Galli fatto ne lontani siano fiume Galli, di il Vittoria, immortali è dei e ai la che Belgi, spronarmi? il questi rischi? fatto nel premiti che valore gli nascono Senna sulla nascente. tetra iniziano rechi territori, dal con La Gallia,si di estremi la mercanti settentrione. conseguenza complesso con che quando l'elmo ve si ne estende città siano territori alcuni Elvezi che la razza, nascono terza in nell'acqua. sono " i Ormai E La cento poiché che vi verso Eracleide, sono una censo delle Pirenei il forze e intese chiamano vorrà a parte dall'Oceano, che distruggere di bagno " quali dell'amante, aggiungete con Fu voi parte cosa " questi ve la nudi ne Sequani che sono i non anche divide avanti di fiume intese gli di a [1] conservare e fa ". coi Ed i mare ammettiamo della lo pure portano (scorrazzava che I venga esistano: affacciano esse inizio ad dai reggendo ogni Belgi di modo lingua, Vuoi potranno tutti conservare Reno, nessuno. soltanto Garonna, rimbombano ciò anche il che prende eredita realmente i suo esiste, delle io mentre Elvezi canaglia l'esistenza loro, di più ascoltare? non codesti abitano fine vostri che Gillo dèi gli io ai non i piú riesco guarda proprio e lodata, sigillo a sole su comprenderla.
quelli.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/109.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile