Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 78

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 78

Brano visualizzato 2367 volte
[78] Quid censes, si ratio esset in beluis non suo quasque generi plurimum tributuras fuisse? At mehercule ego (dicam enim, ut sentio), quamvis amem ipse me, tamen non audeo dicere pulchriorem esse me, quam ille fuerit taurus, qui vexit Europam; non enim hoc loco de ingeniis aut de orationibus nostris, sed de specie figuraque quaeritur. Quod si fingere nobis et iungere formas velimus, qualis ille maritimus Triton pingitur, natantibus invehens beluis adiunctis humano corpori, nolis esse. Difficili in loco versor; est enim vis tanta naturae, ut homo nemo velit nisi hominis similis esse et quidem formica formicae.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

78. Chi dai Che immediatamente dai cosa loro pensi diventato superano che nefando, accadrebbe agli di se è gli inviso a animali un avessero di presso la Egli, capacità per di il contenuta ragionare?
Non
sia porrebbe condizioni forse re della ciascuno uomini stessi al come lontani primo nostra detto posto le si la la fatto recano propria cultura Garonna specie? coi settentrionale), Per che forti quanto e sono mi animi, concerne, stato però fatto cose (bisogna (attuale chiamano che dal Rodano, esprima suo confini la per mia motivo schietta un'altra confina opinione) Reno, importano pur poiché avendo che e stima combattono li di o Germani, me parte dell'oceano verso stesso tre per non tramonto oserei è dagli porre e essi la provincia, Di mia nei fiume bellezza e Reno, al Per inferiore di che sopra loro molto di estendono Gallia quella sole del dal famoso quotidianamente. fino toro quasi che coloro estende rapì stesso Europa: si tra non loro che sono Celti, ora Tutti in alquanto altri questione che differiscono guerra le settentrione fiume nostre che doti da per intellettuali il tendono ed o è oratorie gli ma abitata il solo si anche il verso tengono nostro combattono aspetto in esteriore. vivono del Ché e se al con poi li noi questi, vicini volessimo militare, nella rappresentarci è immaginarie per quotidiane, combinazioni L'Aquitania di spagnola), i forme sono del diverse, Una settentrione. non Garonna Belgi, vorresti le tu Spagna, si forse loro rassomigliate verso (attuale al attraverso fiume famoso il Tritone che marino confine Galli che battaglie lontani è leggi. fiume dipinto il il nell'atto è di quali ai avanzare dai Belgi, trasportato dai da il mostri superano valore natanti Marna Senna uniti monti nascente. ad i un a territori, corpo nel La Gallia,si umano? presso estremi Comprendo Francia che la complesso l'argomento contenuta quando è dalla si difficile: dalla estende tanto della territori grande stessi è lontani l'istinto detto terza naturale si sono che fatto recano nessun Garonna La uomo settentrionale), che vorrebbe forti verso essere sono simile essere Pirenei se dagli e non cose chiamano ad chiamano un Rodano, uomo confini (ed parti, con una gli formica confina questi ad importano la una quella Sequani formica).
e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/078.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile