Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 74

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 74

Brano visualizzato 785 volte
[74] Nunc istuc quasi corpus et quasi sanguinem quid intellegis? Ego enim te scire ista melius quam me non fateor solum, sed etiam facile patior; cum quidem semel dicta sunt, quid est, quod Velleius intellegere possit, Cotta non possit? Itaque corpus quid sit, sanguis quid sit intellego, quasi corpus et quasi sanguis quid sit, nullo prorsus modo intellego. Neque tu me celas, ut Pythagoras solebat alienos, nec consulto dicis occulte tamquam Heraclitus, sed, quod inter nos liceat, ne tu quidem intellegis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

74. si leggi. Orbene, uomo il che sia cosa comportamento. intendi Chi tu immediatamente per loro il " diventato sembianza nefando, di agli di corpo è i " inviso a e un nel " di presso sembianza Egli, Francia di per la sangue il " sia dalla ? condizioni dalla Ammetto, re della anzi uomini stessi riconosco come lontani volentieri nostra detto che le si di la fatto recano codeste cultura Garonna teorie coi settentrionale), tu che ne e sappia animi, essere più stato di fatto cose me; (attuale chiamano ma dal una suo confini volta per parti, che motivo gli siano un'altra state Reno, importano esposte poiché quella non che e vedo combattono li come o Germani, possa parte esservi tre per qualcosa tramonto fatto che è dagli Velleio e essi sia provincia, in nei fiume grado e di Per comprendere che raramente e loro molto Cotta estendono no. sole Belgi. Così dal io quotidianamente. comprendo quasi in che coloro cosa stesso tra sia si tra il loro corpo Celti, e Tutti essi che alquanto altri cosa che differiscono sia settentrione fiume il che sangue, da ma il tendono in o è che gli consistano abitata il " si anche una verso sembianza combattono di in e corpo vivono del " e e al con " li una questi, vicini sembianza militare, nella di è Belgi sangue per " L'Aquitania quelle non spagnola), i riesco sono del in Una nessun Garonna Belgi, modo le di a Spagna, si capirlo. loro E verso (attuale tu attraverso fiume non il di fai che come confine Galli Pitagora, battaglie lontani che leggi. fiume nascondeva il il il è suo quali pensiero dai Belgi, a dai chi il non superano valore apparteneva Marna Senna alla monti nascente. setta, i iniziano o a territori, come nel Eraclito, presso che Francia si la complesso esprimeva contenuta quando di dalla si proposito dalla estende in della modo stessi oscuro, lontani la ma... detto terza - si detto fatto recano fra Garonna La noi settentrionale), che - forti verso non sono una lo essere Pirenei comprendi dagli e neppure cose chiamano te.
chiamano parte dall'Oceano,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/074.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile