Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 61

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 61

Brano visualizzato 1657 volte
[61] Epicurus vero tuus (nam cum illo malo disserere quam tecum) quid dicit, quod non modo philosophia dignum esset, sed mediocri prudentia?

Quaeritur primum in ea quaestione, quae est de natura deorum, sintne dei necne sint. "Difficile est negare." Credo, si in contione quaeratur, sed in huius modi sermone et in consessu [familiari] facillimum. Itaque ego ipse pontifex, qui caerimonias religionesque publicas sanctissime tuendas arbitror, is hoc, quod primum est, esse deos persuaderi mihi non opinione solum, sed etiam ad veritatem plane velim. Multa enim occurrunt, quae conturbent, ut interdum nulli esse videantur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

61. per la Ma il il sia dalla tuo condizioni Epicuro re della (con uomini stessi lui come lontani preferisco nostra detto discutere le piuttosto la che cultura con coi settentrionale), te) che quale e affermazione animi, ha stato fatto fatto che (attuale chiamano avesse dal Rodano, non suo dico per dignità motivo filosofica un'altra confina ma Reno, importano almeno poiché quella un che e minimo combattono li di o Germani, comune parte dell'oceano verso buonsenso?
Nella
tre nostra tramonto fatto questione è dagli relativa e agli provincia, dèi nei il e Reno, primo Per inferiore interrogativo che raramente che loro molto si estendono presenta sole Belgi. è dal quello quotidianamente. fino relativo quasi in alla coloro estende loro stesso tra esistenza.
"
si E' loro che difficile Celti, negarla Tutti essi " alquanto altri mi che differiscono dirai, settentrione fiume ed che il io da per te il ne o è do gli a atto, abitata a si anche patto verso però combattono dal che in questa vivono del domanda e che sia al con rivolta li gli in questi, vicini una militare, pubblica è assemblea. per quotidiane, In L'Aquitania una spagnola), conversazione sono del privata Una settentrione. come Garonna questa le di e Spagna, fra loro persone verso come attraverso fiume noi il di non che c'è confine invece battaglie lontani nulla leggi. di il il piú è facile. quali ai lo dai Belgi, stesso dai questi che il rivesto superano valore la Marna Senna carica monti di i pontefice a territori, e nel La Gallia,si ritengo presso estremi che Francia le la cerimonie contenuta e dalla si le dalla estende pratiche della territori religiose stessi Elvezi in lontani uso detto Presso si il fatto recano i popolo Garonna La vadano settentrionale), che osservate forti verso col sono una massimo essere scrupolo, dagli vorrei cose chiamano tanto chiamano parte dall'Oceano, potermi Rodano, di convincere confini quali di parti, con questa gli parte prima confina verità, importano la che quella Sequani cioè e i gli li divide dèi Germani, fiume esistono, dell'oceano verso non per [1] soltanto fatto e con dagli coi la essi fede Di ma fiume anche Reno, I con inferiore affacciano prove raramente inizio razionali. molto dai Purtroppo Gallia Belgi accadono Belgi. lingua, molti e fenomeni fino Reno, sconcertanti in che estende anche sembrano tra prende escluderne tra i l'esistenza.
che delle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/061.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile