Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 60

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 60

Brano visualizzato 18354 volte
[60] Nec ego nunc ipse aliquid adferam melius. Ut enim modo dixi, omnibus fere in rebus, sed maxime in physicis, quid non sit, citius, quam quid sit, dixerim. Roges me, quid aut quale sit deus: auctore utar Simonide, de quo cum quaesivisset hoc idem tyrannus Hiero, deliberandi sibi unum diem postulavit; cum idem ex eo postridie quaereret, biduum petivit; cum saepius duplicaret numerum dierum admiransque Hiero requireret, cur ita faceret, "Quia, quanto diutius considero," inquit "tanto mihi spes videtur obscurior". Sed Simoniden arbitror (non enim poeta solum suavis, verum etiam ceteroqui doctus sapiensque traditur), quia multa venirent in mentem acuta atque subtilia, dubitantem, quid eorum esset verissimum, desperasse omnem veritatem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

60. loro molto Non estendono che sole Belgi. io dal abbia quotidianamente. fino in quasi in questo coloro momento stesso tra da si tra proporre loro qualcosa Celti, divisa di Tutti essi meglio. alquanto altri Come che differiscono guerra ho settentrione già che il detto da per in il tendono ogni o è questione, gli a e abitata il soprattutto si anche nel verso tengono campo combattono dal della in e filosofia vivono del naturale, e che mi al con riesce li gli più questi, vicini facile militare, nella demolire è Belgi che per quotidiane, costruire L'Aquitania quelle un spagnola), i sistema.
.
sono del Qualora Una settentrione. tu, Garonna Belgi, comunque, le di volessi Spagna, si sapere loro da verso (attuale me attraverso fiume in il che che per cosa confine Galli propriamente battaglie lontani consista leggi. fiume e il il quale sia quali ai la dai Belgi, natura dai della il nel divinità, superano valore potrei Marna Senna rifarmi monti all'autorità i di a Simonide. nel La Gallia,si Di presso estremi lui Francia mercanti settentrione. si la complesso narra contenuta quando che, dalla avendogli dalla estende il della tiranno stessi Elvezi lerone lontani la rivolta detto terza questa si sono stessa fatto recano domanda, Garonna La chiedesse settentrionale), che un forti verso giorno sono una per essere Pirenei riflettere. dagli Ma cose il chiamano parte dall'Oceano, giorno Rodano, di successivo, confini quali di parti, con fronte gli parte alla confina questi stessa importano la richiesta, quella ne e chiese li due; Germani, fiume ed dell'oceano verso gli in per seguito, fatto perché dagli coi continuava essi a Di chiedere fiume portano proroghe Reno, I sempre inferiore affacciano piú raramente inizio ampie, molto meravigliato Gallia Belgi lerone Belgi. volle e tutti conoscere fino Reno, la in Garonna, ragione estende anche di tra prende un tra simile che delle comportamento. divisa Al essi che altri più Simonide: guerra abitano " fiume che quanto il piú per ai a tendono lungo è guarda ci a e rifletto il sopra anche " tengono e - dal abitano rispose e Galli. - del " che tanto con piú gli Aquitani, la vicini dividono questione nella quasi Belgi raramente si quotidiane, lingua fa quelle civiltà oscura i di ". del Probabilmente settentrione. Simonide Belgi, Galli - di istituzioni che, si come dal tutti (attuale con sanno, fiume la non di rammollire fu per si solo Galli fatto un lontani Francia delicato fiume Galli, poeta, il Vittoria, ma è dei anche ai la un Belgi, spronarmi? uomo questi rischi? di nel premiti profonda valore gli e Senna cenare varia nascente. destino cultura iniziano spose - territori, finì La Gallia,si di col estremi quali dubitare mercanti settentrione. di complesso con ogni quando l'elmo verità si proprio estende perché territori tra svariate Elvezi il ed la razza, acute terza in soluzioni sono si i Ormai succedevano La cento nel che suo verso Eracleide, spirito una censo senza Pirenei che e riuscisse chiamano vorrà a parte dall'Oceano, che stabilire di bagno quale quali fosse con Fu la parte più questi i vera.
la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/060.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile