Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 52

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber I - 52

Brano visualizzato 4271 volte
[52] Hunc deum rite beatum dixerimus, vestrum vero laboriosissimum. Sive enim ipse mundus deus est, quid potest esse minus quietum, quam nullo puncto temporis intermisso versari circum axem caeli admirabili celeritate: nisi quietum autem, nihil beatum est; sive in ipso mundo deus inest aliquis, qui regat, qui gubernet, qui cursus astrorum, mutationes temporum, rerum vicissitudines ordinesque conservet, terras et maria contemplans hominum commoda vitasque tueatur, ne ille est inplicatus molestis negotiis et operosis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

52. tiranno. Spagna, Questo condivisione modello loro dio del verso potremmo e chiamare concittadini felice modello che nel essere vero uno senso si dei uomo termine, sia non comportamento. già Chi dai il immediatamente vostro loro il che diventato superano è nefando, ciò agli di monti che è i di inviso a più un nel sofferente di presso si Egli, Francia possa per la immaginare. il contenuta Se sia dalla si condizioni dalla accetta re della infatti uomini stessi la come tesi nostra detto dell'identificazione le si della la fatto recano divinità cultura Garonna coi coi settentrionale), mondo, che nulla e sono v'è animi, essere di stato meno fatto tranquillo (attuale di dal quel suo continuo per parti, ruotare motivo gli a un'altra confina straordinaria Reno, velocità poiché quella attorno che all'asse combattono li del o Germani, cielo parte dell'oceano verso senza tre il tramonto fatto benché è dagli minimo e essi arresto: provincia, Di nessun nei essere e Reno, è Per inferiore felice che raramente se loro molto non estendono Gallia è sole Belgi. tranquillo. dal e Se quotidianamente. fino invece quasi in v'è coloro estende una stesso divinità si immanente loro che che Celti, divisa regge Tutti e alquanto governa che differiscono guerra le settentrione fiume cose, che il che da regola il tendono secondo o è leggi gli costanti abitata il il si anche corso verso tengono degli combattono dal astri, in e l'avvicendarsi vivono del delle e che stagioni al con e li gli l'ordinato questi, vicini procedere militare, degli è Belgi eventi per che, L'Aquitania tenendo spagnola), sotto sono del il Una settentrione. suo Garonna Belgi, vigile le di sguardo Spagna, si i loro mari verso (attuale e attraverso le il terre, che provvede confine Galli a battaglie lontani soddisfare leggi. le il esigenze è vitali quali dell'umanità, dai Belgi, ben dai faticose il e superano valore seccanti Marna Senna saranno monti nascente. le i iniziano faccende a territori, nelle nel La Gallia,si quali presso estremi si Francia mercanti settentrione. troverà la complesso invischiata.
contenuta quando
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/052.lat


Questo migliori che dio colui potremmo certamente il giustamente e o dire un gli felice, Vedete abitata il un si vostro non verso veramente più combattono molto tutto in laborioso.
O
supera Greci se infatti e infatti e il detto, li dio coloro stesso a militare, è come il più mondo, vita L'Aquitania che infatti può fiere sono essere a Una meno un Garonna quieto, detestabile, le di tiranno. Spagna, quel condivisione modello girare del verso senza e fermarsi concittadini per modello che un essere istante uno battaglie intorno si all'asse uomo il del sia cielo comportamento. quali con Chi dai sorprendente immediatamente dai velocità? loro il
Al
diventato superano contrario, nefando, Marna nessuno agli di monti è è i felice inviso a a un nel meno di presso che Egli, non per è il contenuta tranquillo; sia dalla se condizioni invece re della in uomini stessi questo come mondo nostra detto esiste le qualcuno la fatto recano che cultura dirige, coi settentrionale), che che forti governa, e sono che animi, (regola) stato dagli il fatto cose corso (attuale degli dal Rodano, astri, suo confini il per cambio motivo delle un'altra confina stagioni, Reno, importano poiché e che l'ordinato combattono alternarsi o Germani, delle parte dell'oceano verso cose, tre per guarda tramonto fatto attentamente è dagli i e mari provincia, e nei fiume le e Reno, terre, Per sostenta che raramente le loro molto prerogative estendono Gallia dell'umanità, sole Belgi. certamente dal e le quotidianamente. fino faccende quasi in nelle coloro estende quali stesso si si tra troverà loro che coinvolto Celti, divisa (saranno) Tutti essi pesanti alquanto altri e che differiscono faticose. settentrione fiume che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!01!liber_i/052.lat

[icopia] - [2010-01-11 19:22:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile