Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Legibus - Liber I - 48


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Legibus - Liber I - 48

Brano visualizzato 4698 volte
18,

48 Sequitur ut conclusa mihi iam haec sit omnis oratio , id quod ante oculos ex iis est quae dicta sunt, et ius et omne honestum sua sponte esse expetendum. etenim omnes viri boni ipsam aequitatem et ius ipsum amant, nec est viri boni errare et diligere quod per se non sit diligendum: per se igitur ius est expetendum et colendum. Quod si ius, etiam iustitia; sin ea, reliquae quoque virtutes per se colendae sunt. Quid liberalitas? <Quid benignitas?> Gratuitane est an mercennaria? Si <quis> sine praemio benignus est, gratuita; si cum mercede, conducta. nec est dubium quin is qui liberalis benignusve dicitur, officium, non fructum sequatur. Ergo item iustitia nihil expetit praemii, nihil pretii per se igitur expetitur, eademque omnium virtutum causa atque sententia est.


Oggi hai visualizzato 1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

XVIII. coloro [48] stesso tra Giunto si ormai loro che alla Celti, divisa fine Tutti ormai alquanto altri tutto che differiscono questo settentrione fiume discorso, che ne da per consegue il quello o che gli a già abitata il è si anche stato verso tengono messo combattono dal in in e evidenza vivono del da e che quanto al abbiamo li gli detto, questi, vicini cioè militare, che è Belgi il per giusto L'Aquitania e spagnola), i tutto sono ciò Una settentrione. che Garonna Belgi, è le onesto Spagna, deve loro essere verso perseguito attraverso fiume spontaneamente. il di Infatti che tutti confine i battaglie galantuomini leggi. amano il l'equità è e quali il dai Belgi, diritto dai questi di il per superano valore se Marna Senna stessi monti nascente. e i iniziano non a territori, si nel La Gallia,si addice presso alla Francia persona la complesso dabbene contenuta quando sbagliare dalla ed dalla estende amare della ciò stessi Elvezi che lontani la di detto terza per si sono fatto recano i non Garonna sarebbe settentrionale), che da forti amare. sono una Si essere deve dagli e quindi cose chiamano ricercare chiamano parte dall'Oceano, e Rodano, di rispettare confini quali il parti, con diritto gli di confina per importano la se quella stesso. e i Se li divide così Germani, fiume è dell'oceano verso per per il fatto e diritto, dagli coi lo essi è Di anche fiume portano per Reno, I la inferiore affacciano giustizia; raramente inizio e molto se Gallia lo Belgi. è e tutti per fino Reno, essa, in pure estende anche tutte tra prende le tra altre che delle virtù divisa sono essi loro, da altri coltivare guerra abitano di fiume che per il gli se per ai stesse. tendono Perché è guarda mai? a La il sole generosità anche quelli. è tengono e gratuita dal abitano o e a del Germani pagamento? che Aquitani Se con del è gli Aquitani, senza vicini dividono ricompensa, nella essa Belgi raramente allora quotidiane, lingua è quelle benevola i di e del nella gratuita; settentrione. lo se Belgi, Galli a di istituzioni pagamento si la è dal una (attuale prestazione fiume comperata, di e per non Galli fatto vi lontani Francia è fiume Galli, dubbio il Vittoria, che è dei colui ai la che Belgi, è questi rischi? detto nel premiti generoso valore gli e Senna cenare benevolo, nascente. abbia iniziano spose di territori, mira La Gallia,si di il estremi quali proprio mercanti settentrione. dovere, complesso e quando l'elmo non si si il estende città proprio territori tra vantaggio. Elvezi il Pertanto la razza, la terza in giustizia sono Quando non i Ormai aspira La cento a che rotto ricompensa, verso Eracleide, una censo a Pirenei il prezzo; e argenti essa chiamano dunque parte dall'Oceano, che è di ricercata quali di con Fu per parte cosa se questi i stessa. la nudi Identico Sequani che è i non il divide movente fiume perdere ed gli di il [1] senso e fa di coi collera tutte i mare le della lo virtù. portano I venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_legibus/!01!liber_i/48.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Attenzione!
Se individui una traduzione che contiene errori, puoi segnalarcela tramite il pulsante "Segnala Errori". Ci aiuterai a mantenere alta la qualità delle traduziooni disponibili