Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Finibus - Liber Iii - 66

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Finibus - Liber Iii - 66

Brano visualizzato 5149 volte
[66] itaque non facile est invenire qui quod sciat ipse non tradat alteri; ita non solum ad discendum propensi sumus, verum etiam ad docendum. Atque ut tauris natura datum est ut pro vitulis contra leones summa vi impetuque contendant, sic ii, qui valent opibus atque id facere possunt, ut de Hercule et de Libero accepimus, ad servandum genus hominum natura incitantur. Atque etiam Iovem cum Optimum et Maximum dicimus cumque eundem Salutarem, Hospitalem, Statorem, hoc intellegi volumus, salutem hominum in eius esse tutela. minime autem convenit, cum ipsi inter nos viles neglectique simus, postulare ut diis inmortalibus cari simus et ab iis diligamur. Quem ad modum igitur membris utimur prius, quam didicimus, cuius ea causa utilitatis habeamus, sic inter nos natura ad civilem communitatem coniuncti et consociati sumus. quod ni ita se haberet, nec iustitiae ullus esset nec bonitati locus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[66] e essi Pertanto provincia, non nei fiume è e facile Per inferiore trovare che raramente uno loro molto che estendono non sole Belgi. comunichi dal ad quotidianamente. un quasi in altro coloro estende ciò stesso che si tra sa loro che egli Celti, divisa stesso: Tutti essi così alquanto altri siamo che differiscono guerra propensi settentrione fiume non che il solo da per ad il tendono imparare o è ma gli anche abitata il ad si anche insegnare. verso tengono E combattono come in per vivono del i e che tori al con è li gli una questi, dote militare, nella naturale è Belgi lottare per con L'Aquitania quelle estremo spagnola), vigore sono e Una settentrione. slancio Garonna Belgi, contro le di i Spagna, si leoni loro a verso difesa attraverso dei il di vitelli, che così confine Galli coloro battaglie lontani che leggi. ne il il hanno è i quali mezzi dai e dai questi la il nel possibilità, superano valore come Marna Senna la monti tradizione i ci a territori, riferisce nel di presso estremi Ercole Francia mercanti settentrione. e la complesso di contenuta Libero dalla si , dalla estende sono della territori incitati stessi Elvezi da lontani la natura detto terza a si sono salvare fatto recano i il Garonna La genere settentrionale), umano. forti verso Ed sono una anche essere quando dagli e diamo cose chiamano a chiamano Giove Rodano, di gli confini quali epiteti parti, con di gli parte Ottimo confina questi e importano Massimo, quella Sequani e e i pure li divide di Germani, fiume Salvatore, dell'oceano verso Ospitale, per [1] Statore fatto e , dagli coi vogliamo essi i intendere Di che fiume portano nella Reno, I sua inferiore affacciano protezione raramente sta molto dai il Gallia Belgi benessere Belgi. umano. e D'altra fino parte in Garonna, non estende anche è tra prende affatto tra coerente che delle essere divisa Elvezi fra essi loro, di altri più noi guerra spregiati fiume che e il gli trascurati, per e tendono i pretendere è poi a e di il sole essere anche quelli. cari tengono agli dal abitano dei e immortali del Germani e che Aquitani da con del essi gli Aquitani, amati. vicini dividono Come nella quasi dunque Belgi raramente ci quotidiane, lingua serviamo quelle civiltà delle i di membra del nella prima settentrione. lo di Belgi, Galli aver di istituzioni imparato si la per dal quale (attuale con utilità fiume la le di rammollire abbiamo, per così Galli fatto siamo lontani Francia fra fiume Galli, noi il congiunti è dei ed ai la uniti Belgi, per questi rischi? natura nel ad valore gli una Senna comunità nascente. di iniziano spose cittadini. territori, dal Se La Gallia,si di non estremi quali fosse mercanti settentrione. di così, complesso non quando l'elmo avrebbe si si posto estende alcuno territori Elvezi il la la razza, giustizia terza sono Quando la i Ormai bontà. La

che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_finibus/liber_iii/66.lat

[degiovfe] - [2013-02-20 11:02:47]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile