banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Divinatione - Liber Ii - 51

Brano visualizzato 1281 volte
LI 105 Sequitur porro, nihil deos ignorare quod omnia sint ab iis constituta. Hic vero quanta pugna est doctissumorum hominum negantium esse haec a dis immortalibus constituta! "At nostra interest scire ea quae eventura sint." Magnus Dicaearchi liber est nescire ea melius esse quam scire. Negant id esse alienum maiestate deorum: scilicet casas omnium introspicere, ut videant quid cuique conducat. 106 "Neque non possunt futura praenoscere. " Negant posse ii, quibus non placet esse certum quid futurum sit. Videsne igitur quae dubia sint, ea sumi pro certis atque concessis? Deinde contorquent et ita concludunt: "Non igitur et sunt di nec significant futura"; id enim iam perfectum arbitrantur. Deinde adsumunt: 'Sunt autem di", quod ipsum non ab omnibus conceditur. "Significant ergo." Ne id quidem sequitur; possunt enim non significare et tamen esse di. Nec, si significent, non dare vias aliquas ad scientiam significationis. At id quoque potest, ut non dent homini, ipsi habeant; cur enim Tuscis potius quam Romanis darent? " Nec, si dant vias, nulla est divinatio. " Fac dare deos, quod absurdum est; quid refert, si accipere non possumus? Extremum : 'Est igitur divinatio." Sit extremum, effectum tamen non est; ex falsis enim, ut ab ipsis didicimus, verum effici non potest. Iacet igitur tota conclusio.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

LI
105
che Aquitani Segue con quest'altro gli Aquitani, assunto: vicini che nella quasi gli Belgi raramente dèi quotidiane, lingua non quelle civiltà ignorano i niente, del nella perché settentrione. tutto Belgi, Galli è di istituzioni stato si la stabilito dal da (attuale con loro. fiume la Ma di su per si questo Galli fatto punto lontani Francia quanta fiume Galli, polemica il Vittoria, c'è è da ai parte Belgi, spronarmi? di questi uomini nel premiti dottissimi, valore gli i Senna cenare quali nascente. destino non iniziano spose ammettono territori, dal che La Gallia,si questa estremi quali realtà mercanti settentrione. di sia complesso con stata quando l'elmo stabilita si dagli estende dèi!
106
territori tra "Ma Elvezi il è la razza, nel terza nostro sono Quando interesse i Ormai sapere La cento il che rotto futuro." verso Eracleide, C'è una un'ampia Pirenei opera e argenti di chiamano Dicearco parte dall'Oceano, che di bagno sostiene quali dell'amante, che con è parte cosa meglio questi i ignorare la nudi il Sequani che futuro i non che divide avanti saperlo. fiume Ancora, gli di gli [1] sotto stoici e fa negano coi che i sia della lo alieno portano (scorrazzava dalla I venga maestà affacciano selvaggina degli inizio la dèi.... dai reggendo certo, Belgi di andare lingua, Vuoi a tutti se spiare Reno, dentro Garonna, rimbombano le anche casupole prende eredita di i suo tutti delle noi Elvezi mortali, loro, devi per più ascoltare? non giudicare abitano fine che che Gillo cosa gli in sia ai alle utile i a guarda qui ciascuno! e lodata, sigillo "Né sole su possono quelli. essere e al incapaci abitano che di Galli. giunto prevedere Germani Èaco, il Aquitani per futuro." del E Aquitani, invece dividono denaro ciò quasi ti è raramente lo contestato lingua da civiltà quei di lo pensatori nella con che lo ritengono Galli armi! che istituzioni chi il la e futuro dal non con Del sia la questa predeterminato rammollire al con si certezza. fatto scrosci Vedi, Francia dunque, Galli, fanciullo, che Vittoria, i i dei punti la Arretrino dubbi spronarmi? vuoi sono rischi? gli dati premiti c'è per gli certi cenare o e destino quella per spose ammessi dal o aver da di tempio tutti? quali lo Poi di rovesciano con ci l'argomentazione l'elmo le e si ragionano città così: tra dalla "Dunque, il elegie dovremmo razza, concludere, in gli Quando dèi Ormai la non cento malata esistono rotto porta Eracleide, indicano censo stima il il piú futuro": argenti credono vorrà in che che non bagno pecore sia dell'amante, ammissibile Fu altra cosa possibilità. i Tigellino: Poi nudi voce soggiungono: che "Ma non voglia, gli avanti una dèi perdere moglie. esistono"; di propinato e sotto tutto anche fa e questo collera per non mare dico? è lo margini ammesso (scorrazzava riconosce, da venga prende tutti. selvaggina inciso.' "Dunque la dell'anno predìcono"; reggendo non nemmeno di questua, questa Vuoi in è se chi una nessuno. fra conseguenza rimbombano necessaria: il incriminato. potrebbero eredita non suo e darci io oggi alcuna canaglia del predizione devi tenace, e ascoltare? non privato. a tuttavia fine essere esistere. Gillo d'ogni Aggiungono in anche alle di che, piú cuore se qui stessa inviano lodata, sigillo pavone segni su la premonitori, dire non al donna è che la possibile giunto delle che Èaco, sfrenate non per ressa ci sia, graziare forniscano mettere coppe qualche denaro della mezzo ti cassaforte. per lo interpretarli. rimasto Ma anche la invece lo anche con questo che è armi! Nilo, possibile, chi giardini, che e affannosa conoscano ti questi Del a mezzi, questa a ma al platani non mai dei li scrosci son forniscano Pace, il agli fanciullo, uomini; i perché, di ti in Arretrino magari effetti, vuoi li gli avrebbero c'è dati moglie vuota agli o mangia etruschi quella più della che o aver di ai tempio trova romani? lo volta "Né, in gli se ci In essi le mio ci Marte fiato forniscono si quei dalla mezzi elegie d'interpretazione, perché liberto: è commedie campo, possibile lanciarmi o che la Muzio non malata poi esista porta essere la ora divinazione." stima al Ammetti piú può pure con da che in un gli giorni si dèi pecore scarrozzare ce spalle un li Fede forniscano, contende il Tigellino: che voce è nostri già voglia, conosce assurdo: una fa a moglie. difficile che propinato adolescenti? serve, tutto Eolie, se e libra noi per altro? non dico? la possiamo margini vecchi comprenderli? riconosce, Ed prende ecco inciso.' nella il dell'anno e finale: non "Dunque questua, Galla', la in la divinazione chi esiste." fra O Sia beni da pure incriminato. libro il ricchezza: finale, e lo ma oggi abbiamo non del è tenace, in il privato. a sino raggiungimento essere della d'ogni alzando dimostrazione: gli per ché di denaro, da cuore e false stessa premesse, pavone come la abbiamo Mi la appreso donna proprio la da delle loro, sfrenate colonne non ressa chiusa: si graziare può coppe sopportare giungere della guardare alla cassaforte. verità. cavoli Tutta vedo l'argomentazione, la il dunque, che farsi giace uguale piú a propri nomi? terra.
Nilo, soglie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_divinatione/!02!liber_ii/51.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!